Baci di dama salati con mousse di mortadella

Bacio tira bacio, o almeno così si dice: infatti, cosa c’è di più bello del ricevere un bacio dalle persone care e che più amiamo? Dopo aver preparato, qualche tempo fa, i classici e intramontabili baci di dama dolci, ho pensato che mi sarebbe proprio piaciuto proporne una versione salata, perfetta per stupire i miei commensali a tavola.

Trovo che questa sia proprio un’idea sfiziosa e originale, anzi, oserei dire, davvero inaspettata! Per gli ingredienti, ho scelto un binomio a mio parere molto goloso ed equilibrato: pistacchi salati nell’impasto e una mousse di mortadella morbida e profumatissima come farcirtura, semplicissima da preparare. Quando assaggerai questi baci preparati a venire trasportato in una dimensione di pura delizia! Il mio consiglio? Abbondare con le dosi, perché fidati, se bacio tira bacio, i baci di dama salati al pistacchio finiranno in un baleno!

Baci di dama salati con mousse di mortadella

PREPARAZIONE: 10 min. RIPOSO: 30 min. COTTURA: 15 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: economico

Ingredienti per 20 baci

farina 00 100 g
Parmigiano Reggiano grattugiato 40 g
pecorino grattugiato 60 g
burro 100 g
pistacchi non salati (interi o farina) 75 g
pepe nero macinato q.b.
sale 1 pizzico

Per la mousse di mortadella

mortadella 200 g
ricotta vaccina 250 g *

Procedimento

Per i baci

Per preparare i baci di dama salati con mousse di mortadella, prendi i pistacchi e frullali nella ciotola di un robot da cucina munito di lame (cutter) fino a ottenere una farina piuttosto fine **.

Aggiungi nel cutter la farina 00, il burro freddissimo da frigorifero a tocchetti e frulla per pochi istanti: otterrai una consistenza sabbiosa. Unisci anche il resto degli ingredienti (i formaggi grattugiati, il pepe e il sale) e frulla di nuovo fino a quando il composto risulterà compatto.

A questo punto, avvolgi il composto ottenuto nella pellicola trasparente e lascialo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Intanto, procedi con la mousse alla mortadella.

Per la mousse alla mortadella

Dedicati alla mousse: trasferisci la ricotta** in un colino a maglie strette e falla scolare dall’acqua, poi ponila nel cutter aggiungendo i cubetti di mortadella privati del budello. Frulla a lungo fino a ottenere una crema liscia e omogenea.

Una volta raggiunta la consistenza desiderata, trasferisci la mousse in una sac-à-poche e conservala in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Cuoci e componi i baci di dama

Dall’impasto ricava circa 40 porzioni di 10 g l’una e forma delle piccole sfere arrotolandole tra i palmi delle mani. Mano a mano che le prepari, adagiale l’una accanto all’altra su una leccarda foderata con un foglio di carta forno. Mi raccomando: fai attenzione a lasciare almeno 2 dita di distanza tra le file, così da evitare che le sfere, cuocendo, si attacchino le une alle altre. Riponi la leccarda in frigorifero per 30 minuti.***

Cuoci in forno statico preriscaldato a 175° per 15 minuti. Una volta pronte, sforna le calotte e componi i baci spremendo sulla parte piatta delle sfere una generosa dose di mousse di mortadella e richiudendoli con l’altra metà. Prosegui fino a terminare tutti gli ingredienti e buon appetito!

Note

* Al posto della ricotta puoi usare un qualunque altro formaggio cremoso – robiola, formaggio fresco spalmabile, quark etc. Per un risultato più deciso, utilizza invece una ricotta più saporita come quella di pecora, capra o bufala

**** Questa mousse tende a rassodare molto durante la fase di riposo. Se vuoi prepararla in anticipo e consumarla in un secondo tempo, potrebbe risultare troppo densa. Ti suggerisco quindi, per un consumo a distanza, di riporla in una ciotola. In questo modo potrai eventualmente aggiungere latte o panna mescolando al fine di ottenere la consistenza perfetta, prima di trasferirla nella sac a poche

** Per un bacio dalla consistenza più grezza, puoi scegliere di tritare i pistacchi meno finemente. Se hai già la farina di pistacchi, utilizzala senza problemi

*** Il secondo passaggio in frigorifero ti servirà per evitare che le mezze sfere si adagino troppo durante la cottura. Nel caso tu non riponga la leccarda in frigorifero insieme alle palline già formate, dovrai calcolare 3 minuti in meno di cottura.

Ricette sfiziose per un’occasione speciale

Questi baci di dama, a casa mia, sono andati letteralmente a ruba! Per questo ti propongo altre gustose ricette che puoi preparare per un’occasione speciale:

Conservazione

Conserva i baci già pronti per un paio di giorni massimo in frigorifero. Se vuoi preparare in anticipo i baci salati, puoi riporre i gusci già cotti in una scatola di latta con coperchio in un luogo fresco anche per una settimana . La mousse si manterrà per 3 o 4 giorni in frigorifero, chiusa nella sua sac a poche. Puoi congelare le sole sfere crude, per metterle in forno direttamente da congelate.

4.5/5
vota

7 Commenti

  1. Ciao Sonia. Se cuocio le calotte da congelate i minuti di cottura e i gradi del forno sono sempre gli stessi? Grazie

    1. Ciao Amanda i minuti ed i tempi sono gli stessi. Io ti consiglio di preparli cuocerli e poi congelarli.
      Buona cucina

    1. Ciao Clelia, ecco la risposta alla tua domanda: Una volta pronte, sforna le calotte(semi sfere) e componi i baci spremendo sulla parte piatta delle sfere una generosa dose di mousse di mortadella e richiudendoli con l’altra metà.
      buona cucina

  2. ciao Sonia… é possibile sostituire la farina di pistacchi con della farina normale?

  3. Buongiorno Sonia
    è possibile relaizzarli anche in una versione senza glutine?
    grazie
    Nicole

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie