Un antipasto di origine russa, composto da piccoli pancakes dal sapore neutro con diverse farciture colorate

Blinis

  • Preparazione: 0h 30m
  • Cottura: 0h 3m
  • Riposo: 1h 0m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 20 porzioni
  • Metodo cottura: Fornello
  • Cucina: Russa

I blinis (o bliny) assomigliano a focaccine lievitate o a piccoli pancakes, ma il loro sapore neutro può ricordare quello delle crepes e li rende ideali da farcire con ingredienti salati e da servire come antipasto, ma anche dolci (come confetture, marmellate o creme spalmabili alla nocciola o al pistacchio). Tradizionalmente legati al Natale ortodosso in Russia, si sono ormai diffusi in tutto il mondo e vengono preparati in altre occasioni (inclusa la Pasqua e tutte le altre feste, non necessariamente religiose). Talvolta vengono serviti anche come street food!

 

Ingredienti per 20 blinis dal diametro di 8 cm

Per l’impasto

  • Farina 00 160 g
  • Uova 2
  • Lievito per dolci istantaneo20 g
  • Latte 200 ml
  • Panna fresca liquida 100 ml
  • Sale fino 1 pizzico
  • Zucchero 2 pizzichi

Per i blinis al salmone

  • Panna acida 40 g
  • Erba cipollina 7 g
  • Salmone affumicato 40 g
  • Uova di lompo 40 g

Per i blinis al paté di tonno e cipolla caramellata

  • Paté di tonno 100 g
  • Cipolla rossa 200 g
  • Aceto di vino bianco 1 cucchiaio
  • Zucchero di canna 6 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.

Per i blinis al paté di olive

  • Paté di olive 80 g
  • Mozzarella 40 g
  • Pomodorini gialli 2
  • Pomodorini rossi
  • Basilico 5 foglie

Per i blinis alle erbe e prosciutto crudo

  • Robiola alle erbe 50 g
  • Prosciutto crudo (2 fette) 30 g

Per i blinis ai gamberetti, maionese di avocado e verdure

  • Gamberetti (2) 24 g
  • Olio di semi di girasole (o di arachidi)100 g
  • Tuorlo a temperatura ambiente1
  • Succo di limone filtrato8 g
  • Aceto di vino bianco 0.5 cucchiaio
  • Avocado 45 g
  • Carota 1
  • Zucchina 1
  • Aglio 1 spicchio
  • Aneto q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.

Allergeni

Cereali e derivati Uova Latte Pesce Anidride solforosa e solfiti Crostacei Frutta a guscio

Procedimento

Per l’impasto

Per preparare l’impasto dei tuoi blinis inizia separando i tuorli dagli albumi. In una terrina sbatti i tuorli, versa il latte e la panna a filo mescolando il tutto in modo che non si formino grumi.

Setaccia la farina e il lievito e aggiungili al composto, continuando a mescolare. Lascia riposare l’impasto per un’ora.

Trascorso questo tempo, con l’aiuto delle fruste elettriche monta gli albumi a neve ben ferma aggiungendo un pizzico di sale e uniscili al composto preparato. Mescola l’impasto con delicatezza in modo da non smontare gli albumi.

Per la cipolla caramellata

Per preparare la cipolla caramellata pulisci le cipolle e affettale finemente. In una padella antiaderente dal fondo largo fai scaldare l’olio, aggiungi le cipolle, cospargile con lo zucchero di canna e un pizzico di sale, copri con un coperchio e lasciale ammorbidire a fuoco lento per circa 10 minuti.

A questo punto sfuma con l’aceto e lascialo evaporare completamente senza coperchio. Togli le cipolle dalla pentola e mettile a raffreddare in una ciotola.

Per la maionese di avocado

Nel bicchiere di un frullatore a immersione metti il tuorlo, il pizzico di sale, l’aceto e il succo di limone filtrato. Inizia a montare il tutto con il minipimer e, senza fermarti, unisci a filo l’olio poco alla volta. Otterrai un’emulsione dalla consistenza cremosa.

A questo punto apri l’avocado, preleva la polpa e tagliala a dadini. Aggiungili alla maionese e frulla nuovamente in modo da ottenere un composto liscio senza grumi.

Per il nido di verdure

Lava le verdure e pela la carota. Con una mandolina dalla lama dentellata riduci le verdure a striscioline, dallo spessore degli spaghetti alla chitarra. Utilizza solo la parte verde della zucchina.

In una padella antiaderente scalda un filo d’olio con lo spicchio d’aglio schiacciato, aggiungi le verdure e falle saltare per un paio di minuti, in modo che si ammorbidiscano senza perdere croccantezza. Aggiusta di sale e lascia intiepidire. Nella stessa padella fai scottare per pochi istanti i gamberetti con un filo d’olio e aggiustali di sale.

Cottura

Ungi con un po’ di burro una padella per crepes antiaderente e falla scaldare bene a fiamma media. Versa ora un mestolino di impasto fino ad ottenere un blinis dal diametro di 8 cm. Lascia che il piccolo blinis si cuoci, noterai che inizierà a gonfiarsi.

Gira la crespella con una spatola e fai dorare anche l’altro lato. Continua nello stesso modo fino a terminare il composto.

Composizione

Per i blinis al salmone

In una ciotola mischia la panna acida con l’erba cipollina tritata finemente. Spalma la crema ottenuta su 4 dei tuoi blinis, aggiungi su ciascuno una fetta di salmone a forma di rosellina e guarnisci con 10 g di uova di lompo.

Per i blinis al paté di tonno e cipolla caramellata

Spalma il paté di tonno su 4 dei tuoi blinis e guarnisci con un nido di cipolla rossa caramellata.

Per i blinis al paté di olive

Cospargi 4 blinis con il paté di olive, aggiungi una fetta di mozzarella, mezzo pomodorino rosso e mezzo giallo con la parte tagliata rivolta verso l’alto, e completa con una fogliolina di basilico.

Per i blinis alle erbe e prosciutto crudo

Spalma la robiola alle erbe su 4 blinis e sovrapponi mezza fetta di prosciutto crudo dandole la forma di una rosellina.

Per i blinis ai gamberetti, maionese di avocado e nido di verdure

Farcisci gli ultimi 4 blinis creando una base di maionese all’avocado, adagiavi sopra le verdure disposte a forma di piccolo nido (puoi aiutarti con una pinza da cucina e con le mani), finisci con un gamberetto e un ciuffo di aneto.

Note & consigli

Puoi sperimentare diverse farciture e composizioni per i tuoi blinis, a seconda degli ingredienti che preferisci

Varianti della ricetta

Accanto ai classici bliny, esistono anche i blinchiki (letteralmente “piccoli bliny”), di dimensioni ridotte e più sottili rispetto alla versione originale.

Curiosità

In Russia i bliny non mancano mai sulla tavola del Natale ortodosso, e si consumano caldi, spalmati con crème fraîche (panna acida) o burro e farciti con salmone o aringa. Tuttavia la loro origine sembra risalire all’epoca pre-cristiana e pagana, quando venivano preparati come piatto che rappresentava il sole in occasione della festa della Masleniza che celebrava l’arrivo della primavera

I blinis fanno parte anche della cucina Ucraina, Polacca e in generale dell’Europa orientale, dove si preparano in occasione della Pasqua ortodossa. Nel mondo ebraico rappresentano invece un tipico street food.

 

4.9/5
vota