Cereali senza glutine

In una dieta senza glutine equilibrata e varia non possono mancare alcuni tipi di cereali. Io li uso come primo piatto, a colazione, come spuntino con un po’ di yogurt di soia, come contorno, nei dolci; come vedi, c’è molto altro oltre alla pasta! In questo articolo ti aiuterò nella scelta dei cereali senza glutine!

cereali senza glutine

Ho sempre amato il riso e il mais; quando ho scoperto di essere intollerante al glutine, all’inizio non ho fatto molta fatica giostrandomi tra questi due ingredienti. Alla lunga mi sono stufata; ho iniziato a cercare e sperimentare, ottenendo una lista soddisfacente che condividerò con te di cereali senza glutine.

Una raccomandazione però. Quando acquisti un prodotto senza glutine assicurati che sulla confezione ci sia il simbolo della spiga sbarrata!

Cereali senza glutine: quali scegliere?

Miglio, Quinoa, amaranto e amaranto soffiato

  • Miglio: questo cereale è antichissimo. Faceva parte della dieta quotidiana già dei Sumeri e nell’Antica Roma, assieme a grano e lenticchie. Con i secoli lo abbiamo declassato addirittura a cibo per volatili ma sta tornando in auge proprio per le sue incredibili proprietà! Tuttavia la sua coltivazione non è semplice, in quanto ha un ciclo molto breve e la decorticazione è complicata; accanto al miglio, infatti, crescono anche altri semi molto simili, difficili da distinguere. Contiene  molti sali minerali, proteine e il suo sapore è molto piacevole. In cucina lo si può usare per fare una sorta di polenta come nell’Italia settentrionale di secoli fa, o in farina per buonissime polpette, il pane con farina di miglio è buonissimo!
  • Quinoa: ebbene sì, la quinoa è il seme di una pianta erbacea parente piuttosto stretta di spinaci e barbabietole. Considerata “madre di tutti i semi” per i suoi incredibili e completi valori nutrizionali, negli ultimi anni sempre la si sceglie come alternativa per una dieta più varia, vegetariana, vegana e senza glutine. Esiste la quinoa rossa, bianca e nera e tutte e tre sono facilmente reperibili nei supermercati più forniti. Come la si prepara? Come il riso!
  • Amaranto: è ricco di fibre, proteine e ferro; ha un sapore molto gradevole e lo si usa sempre più spesso in cucina, soprattutto nelle alimentazioni senza glutine. I chicchi dell’amaranto sono i più piccoli al mondo; se li cuoci nell’acqua tendono ad aggregarsi in una massa abbastanza gelatinosa, per questo motivo li si prepara assieme ad altri cereali per arricchire una zuppa o semplicemente dare una nota in più al riso. Con un po’ di fantasia otterrai polpette, sformatini, insalate…
  • Amaranto soffiato: un aspetto interessantissimo dell’amaranto è che puoi tostarlo in padella per ottenere un ottimo popcorn alternativo, oppure usarlo sotto forma di chicco soffiato per conferire una nota croccante ai tuoi piatti o ai tuoi dolci

Riso integrale, mais e avena

  • Riso integrale: il riso è uno degli alimenti che preferisco in assoluto. Ricordo ancora quando da piccola passavo accanto alle risaie infinite e con stupore notavo le mondine, ora rarissime a vedere. Esistono e si trovano in commercio molte qualità di riso ma quella secondo me da prediligere è l’integrale: essendo il chicco molto ricco di amido, assimilare anche le proprietà nutritive della crusca che lo riveste è molto utile in una dieta quotidiana!
  • Mais: prima che si diffonde la pasta senza glutine, noi celiaci potevamo contare solo su riso e polenta. La farina di mais è stata per me una compagna quotidiana per molto tempo, ma ammetto che dopo poco non ce la facevo più! Scherzo, con la farina di mais puoi ottenere un’enorme varietà di ricette: la bramata per la polenta, anche bianca, la fioretto per dolci caratteristici come l’amor polenta tipico del varesotto, la fumetto per dolci più delicati. Anche il mais intero è fenomenale, semplicemente usato in insalata o in zuppa è sempre una soddisfazione!
  • Avena: una colazione a base di latte di avena o avena pura in un po’ di yogurt è davvero un toccasana anche se noi celiaci dobbiamo sempre andare con cautela con questo cereale! E’ ricco di fibre, inoltre aiuta chi segue una dieta ipocalorica grazie al persistente senso di sazietà che l’avena garantisce. Io tendo ad usarla più spesso nei dolci ma puoi benissimo arricchire con i fiocchi un pane fatto in casa, oppure metterne una piccola quantità in una bella insalata!

Cereali senza glutine: erroneamente considerati senza glutine…

  • Orzo
  • Bulgur
  • Couscous

Sei d’accordo con me? Anche noi noi intolleranti al glutine possiamo dedicarci  alla scoperta e, soprattutto, al piacere della scoperta perché la nostra dieta può essere gustosissima esattamente come qualsiasi altra!! Come dico sempre, variare è positivo e possiamo farlo nel migliore dei modi!

4.9/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie