Ciambella onde del Danubio

Se hai provato e apprezzato la mia ciambella marmorizzata, adorerai questa ciambella onde del Danubio! L’impasto chiaro all’arancia e quello scuro al cacao si amalgamano in una sinuosa geometria che ricorda vorticosi flutti, intervallati solo ogni tanto da una bella amarena sciroppata, come una sorpresa inaspettata. 

Poi, la cascata di ganache avvolgente, al cioccolato fondente… che dire, non ti fa venire immediatamente l’acquolina? Questa è una di quelle torte da preparare il giorno prima e da tenere lì fino al momento della merenda o della colazione: come la babka, la torta al cioccolato, la torta allo yogurt. Ogni fetta un sorriso, ogni assaggio un sogno ad occhi aperti. Stai già per riempire ciotole e ciotoline per fare la ciambella onde del Danubio, vero? Ottimo, fammi poi sapere che ne pensi!

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 45 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

Ciambella onde del Danubio: ingredienti per uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro

farina 00 300 g
burro a temperatura ambiente 300 g
zucchero semolato 300 g
lievito chimico in polvere 16 g
cacao amaro in polvere 3 cucchiai
uova medie 6
arance la scorza di 1
vaniglia 1 bacca
amarene sciroppate 30
amaretti 8

Per la ganache

cioccolato fondente 200 g
panna fresca liquida 100 g

Per decorare

amaretti 3
ciliegie candite 5
cioccolato fondente 100 g
menta 5 foglie

Ciambella onde del Danubio: procedimento

In una planetaria munita di frusta monta il burro con lo zucchero, fino ad ottenere una crema liscia e ben montata. Aggiungi ora un uovo intero alla volta: che siano a temperatura ambiente, mi raccomando. Setaccia insieme farina e lievito, per incorporarli poi a mano nel composto di burro e uova. Dividi ora l’impasto in due ciotole.

In una metà grattugia la scorza d’arancia, incorpora gli amaretti sbriciolati e i semini interni della bacca di vaniglia*. Nell’altra metà dell’impasto, setaccia invece il cacao in polvere.

Cuoci

Imburra e infarina lo stampo, quindi riempilo alternando i composti anche senza un metodo preciso. Arrivato a metà impasto inserisci le amarene, per coprirle poi con l’impasto rimanente. Con i rebbi di una forchetta amalgama i due impasti, per creare delle raffinate geometrie e ottenere la marmorizzazione. Cuoci in forno statico preriscaldato a 175° per 45 minuti, facendo poi la prova stecchino: ecco qui sotto il mio video su come fare!

Ganache e decorazione

Scalda la panna senza portarla a bollore, quindi versala sul cioccolato fondente spezzettato e mescola energicamente per ottenere una salsa liscia.

Versa la ganache sulla torta sformata e raffreddata, per decorarla poi con ciliegie candite, menta fresca e amaretti sbriciolati! Ciambella onde del Danubio pronta!

Ciambella onde del Danubio: note

Io nell’impasto chiaro ho optato per vaniglia e arancia, ma puoi optare anche per alcune spezie come, ad esempio, zenzero fresco grattugiato o cannella in polvere!

*Non buttare via la bacca! Puoi riciclarla, ad esempio lasciandola in infusione nella panna che scalderai per fare la ganache!

Ciambella onde del Danubio: conservazione

Una volta preparata la ciambella onde del Danubio, puoi conservarla per 3 giorni a temperatura ambiente sotto una campana di vetro; puoi anche congelarla intera o a fette, per poter scongelare comodamente di volta in volta solo le porzioni che ti servono: disponile prima su un vassoio e poi, una volta congelate, puoi anche trasferirle in un sacchetto gelo.

4.9/5
vota

9 Commenti

  1. Ciao Sonia, sono iscritta alla tua newsletter e qualche giorno ho letto la tua ricetta della CIAMBELLA ONDE DEL DANUBIO. Sono in difficoltà perchè per motivi di salute devo evitare il burro. Potrei usare l’olio di riso in proporzione dell’80%? In che modo dovrei inserirlo nell’impasto? Scusandomi del disturbo ti saluto.

    1. Ciao Rosa, puoi usare l’olio di riso. monta uova e zucchero e lo inserisci alla fine.
      Buona serata

  2. Ciao Sonia cara ho fatto questa splendida ciambella ed davvero buona. Volevo chiederti se é possibile usare farina di mandorle o di nocciole al posto di quella normale, e al posto del burro olio di semi. Grazie in anticipo

    1. Ciao Natascia! Non consiglio di sostituire completamente la farina con quella di frutta secca, al massimo puoi sostituirne il 10%. Certo, puoi sostituire il burro con l’olio di semi 🙂

  3. Carissima Sonia volevo un consiglio :quando devo mettere le uova dentro all burro montato con lo zucchero spesso il composto sembra che si cagli aggiungendo farina lo recupero però secondo me perde di sofficita’ mi potresti dare un consiglio a parte quello di utilizzare le uova a temperatura ambiente
    C’è un trucco che usate voi professionisti ?xche’io da principiante propio non lo capisco

  4. Ciao Sonia,io ti seguo da anni prima su GZ ke senza di te nn é + lo stesso,troppi blogger ke fanno e rifanno le stesse ricette e quindi é ormai tutto confusionale e poi trovo questo bellissimo blog e si vede ke c’è la tua impronta dietro,sei ripartita alla grande e questa é la Sonia ke miglioni di fan amano.Complimenti…qua é tutto bello e chiaro e tu partecipi ai commenti e ke si vuole di + dalla vita?Vederti in tv in una delle trasmissioni di cucina famose in tutto il mondo come x es. la prova del cuoco su rai 1 e poi in un canale di cucina dove tu hai una trasmissione tua.Sarebbe un sogno!Ma forse già stai facendo qualcosa di simile?Un abbraccio a te e a tutta la tua famiglia

  5. Ciao Sonia, grazie per questa versione della Donauwelle,sembra molto invitante!Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi della versione con la crema al burro sotto la ganache…credi sarebbe troppo dolce? Complimenti per il sito,foto bellissime e spiegazioni perfette!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie