Ciaramicola

Se conosci la ciaramicola è probabile che tu venga dall’Umbria, o che sia originario proprio di Perugia: sono questi infatti i luoghi dove nasce questo dolce che viene preparato tipicamente per la Pasqua. Si tratta di una soffice ciambella dall’impasto rosso, grazie all’aggiunta di Alchermes, e totalmente ricoperta da una coltre di glassa spessa e da confettini colorati. I colori, come come le 5 gobbette che nella forma originaria (oggi un po’ abbandonata) la torta aveva sulla superficie, sono tutti un tributo alla citta di Perugia e al suo stemma: la ciaramicola nasce infatti proprio come dolce celebrativo del capoluogo umbro con i suoi 5 rioni. 

E il suo nome? Qualcuno pensa derivi da “ciara”, cioè chiara, come la meringa che ricopre la torta, qualcun’altro dal termine che in umbro indica la cinciallegra, uccellino che annuncia la primavera !

Insomma, come ogni dolce tradizionale, questa ciambella golosa porta con sè storie e leggende: sei pronta dopo averle scoperte, a venire in cucina con me per conoscere anche il suo grande gusto?

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 45 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per uno stampo a ciambella da 24 cm

Per l’impasto

farina 00 300 g
uova medie 3
zucchero semolato 200 g
burro 150 g
Alchermes 200 g
latte fresco intero 100 g
lievito in polvere per dolci 16 g
vaniglia 1 bacca
limone la scorza grattugiata di 1

Per la glassa

albumi 2 (60 g)
zucchero semolato 200 g
vaniglia 1 bacca

Per la decorazione

confettini colorati a piacere

Procedimento

Per il composto

Lavora nella ciotola di una planetaria munita di fruste* per almeno 10 minuti il burro con lo zucchero, la vaniglia** e la buccia del limone fino a formare una crema; aggiungi le uova una alla volta, poi il latte, l’Alchermes***. Spegni la planetaria e infine aggiungi a mano, con una marisa, la farina setacciata con il lievito.

Imburra e infarina uno stampo a ciambella e trasferiscici il composto. Cuoci la ciaramicola in forno statico preriscaldato a 170° per 40/45 minuti. Una volta cotta, sfornala e lasciala raffreddare completamente prima di capovolgerla su un piatto da portata.

Per la glassa

Monta con le fruste gli albumi. Quando saranno diventati bianchi, aggiungi lo zucchero in tre volte distinte e la vaniglia fino a formare una meringa bianchissima e densa che trasferirai in una sac à poche e con la quale decorerai la cima della ciambella formando delle colate ****.

Aggiungi immediatamente sulla meringa i confettini colorati e la tua ciaramicola è pronta!

Note

* Se non hai una planetaria, puoi usare un classico sbattitore con le fruste: dovrai comunque montare a lungo la crema di burro, perché sia morbida e spumosa

** Dopo aver usato la vaniglia, non gettare la bacca: puoi leggere come usarla e riutilizzarla al meglio nel mio tutorial, per non sprecare niente di un ingrediente così prezioso!

*** L’Alchermes è un liquore dall’aroma lievemente fruttato e dal classico colore rosso: renderà il tuo dolce rosato e davvero bello da vedere, con un aroma tutto speciale!

**** Se non ami usare la sacca da pasticceria, puoi decorare la tua torta anche con un cucchiaio, come facevano le nostre nonne.

Ricette con l’Alchermes

L’utilizzo dei liquori in pasticceria è qualcosa di molto antico, che trova tantissimi esempi nella cucina tradizionale italiana. Dolci come la zuppa inglese, le pesche toscane, i corolli, senza questo liquore dolce e zuccherino, dal caratteristico colore rosso, non esisterebbero. Io amo utilizzarlo nelle mie torte: dona loro un tocco vintage che personalmente amo molto. Ti lascio qualche idea per usarlo anche nella tua cucina.

Conservazione

La ciaramicola è una torta da credenza, e la glassa aiuta molto la sua conservazione: tienila in una scatola di latta o sotto una campana di vetro e sarà perfetta per 3/4 giorni.

Sconsiglio la congelazione.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie