Coltello da chef

Sono molto felice di avere nella mia cucina di casa un aiuto valido e sempre pronto all’uso: il coltello da chef è davvero versatile e affidabile, leggero da maneggiare e perfetto anche se usato da mani meno esperte delle mie!

Chef knife

Coltello da chef: caratteristiche

Come il multislicer, anche lo chef knife è un coltello versatilissimo e utile per la cucina di tutti i giorni: la differenza fondamentale col primo è la lunghezza della lama, che si aggira attorno ai 20 cm. Con questo coltello puoi tagliare con facilità grossi pezzi di carne o pesce, con un taglio estremamente preciso.

Puoi trovare il coltello da chef sia in ceramica che in acciaio, io ho provato entrambi e ti assicuro che sono formidabili. Anche se per usi simili, infatti, i coltelli in ceramica e in acciaio sono differenti e non intercambiabili. Scopri le caratteristiche di questi materiali, nel mio tutorial sulla differenza tra i coltelli in ceramica e in acciaio!

Modello europeo e modello giapponese

Il coltello da chef ha origini antiche e perlopiù tedesche, che con i secoli sono state fortemente i influenzate da altri Paesi europei come la Francia, ad esempio. Tuttavia il suo percorso è nato quasi contemporaneamente anche in Giappone, dove questo coltello è chiamato gyūtō – da non confondere col più recente, anche se molto simile, santoku.

Se il filo dei coltelli da chef europei è rivolto verso il basso e realizzato con un unico angolo, quello del gyūtō ha una doppia angolazione e la lama è più spessa anche se affilatissima.

Consiglio di avere nella propria gamma di coltelli sia lo chef knife modello europeo, sia il santoku: scegli tu se optare per un modello in ceramica o in acciaio!

4.7/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie