Confettura di fragole

Ti voglio raccontare un episodio che mi torna sempre in mente ogni volta che faccio la confettura di fragole, uno dei miei frutti preferiti e di cui non mi stancherò mai. Quando ero piccola adoravo Pippi Calzelunghe, monella e indipendente, sfacciata e testarda, e ricordo chiaramente l’episodio in cui usciva a fare compere portandosi dietro le sue monete d’oro; approdò anche in un negozio di dolciumi, quelli vecchio stile con tutti i barattoli di caramelle variopinte, e ordinò precisamente “nove chili di caramelle”. La commessa ovviamente la guardò sbigottita ma Pippi alla fine fece una soddisfacente scorpacciata.

Io, bambina, la invidiai molto e corsi subito da mia nonna a fare i capricci affinché comperasse anche a me le caramelle. Lei fece una tenera risata e mi propose la merenda, a suo dire, più buona di tutte: pane tostato, burro e confettura di fragole. Dimenticai le caramelle al primo assaggio e non potei che darle ragione. Ecco perché tengo particolarmente a questa ricetta, che mi riporta indietro negli anni a quando somigliavo molto a Pippi testarda e birichina e che mi ricorda una regola fondamentale in cucina: la semplicità e l’amore sono due ingredienti imbattibili! Dopo la confettura di pesche e quella di albicocche, ecco la mia confettura di fragole!

PREPARAZIONE: 20 min. RIPOSO: 120 min. COTTURA: 60 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 1 kg

fragole 1 kg
limone succo di 1/2
zucchero semolato 500 g*

Procedimento

Per fare la confettura di fragole, inizia pulendo le fragole: rimuovi la parte verde, quindi lavale con cura sotto l’acqua corrente. Tagliale a metà per il lungo e poi riducile ulteriormente.

Confettura di fragole

Trasferiscile in una ciotola e aggiungi lo zucchero. Ottieni il succo da mezzo limone**.

Confettura di fragole

Filtralo e aggiungilo alle fragole. Amalgama bene tutti gli ingredienti, copri la ciotola con la pellicola trasparente e riponila in frigorifero per 2 ore in modo che la frutta in macerazione rilasci tutti i suoi succhi. Se prolunghi la macerazione, dovrai prolungare anche i tempi di cottura.

Confettura di fragole

Trascorso questo tempo, le fragole saranno pronte e belle succose; travasale in una casseruola e falle cuocere per 1 ora mescolando spesso per impedire che la confettura si attacchi sul fondo. La confettura, alla fine, risulterà densa e vellutata. Se liquida non preoccuparti, raffreddandosi si rassoderà! A questo punto puoi sterilizzare i vasetti*** e travasare all’interno la confettura.

Confettura di fragole

Una volta colmo, chiudi bene il vasetto con il tappo a vite e capovolgilo fino al raffreddamento, meglio se completo: ciò serve a formare il sottovuoto, fondamentale per la conservazione della confettura. Capisci che si è formato se, cliccando al centro del tappo, non sentirai alcun rumore o spostamento. La tua confettura di fragole è pronta, usala su crostate, come farcitura di rotoli o torte oppure per una classica merenda con pane e burro!

Confettura di fragole

Note

Consiglio a chi segue un’alimentazione vegana di prestare attenzione allo zucchero che si acquista, considerando che la riuscita della ricetta sarà un successo con ogni tipo di zucchero.

*Zucchero: io ho scelto mezzo chilo per evitare una confettura eccessivamente dolce ma puoi aumentarne la dose fino ad 1 kg.

**Pectina. Il limone è un ingrediente molto importante per le confetture, soprattutto per quella di fragole. Essendo questo frutto molto acido (come, ad esempio, il kiwi) e a bassa percentuale di pectina, il risultato finale spesso è troppo liquido. Il limone contiene un’alta percentuale di pectina naturale e in questa ricetta è l’elemento che fa la differenza! Per incrementarla, puoi aggiungere alla macerazione la scorza di limone grattugiata oppure intera (evita la parte bianca sottostante perché amara). Se preferisci, puoi aggiungere in cottura un po’ di mela a pezzetti: questo frutto contiene molta pectina e, in confetture decise come questa alle fragole, non influenzerà minimamente il sapore.
In commercio trovi facilmente la pectina, da aggiungere in cottura in dosi indicate sulla confezione.

***Sterilizzazione vasetti. Per sterilizzare correttamente i vasetti, dovresti bollirli assieme ai rispettivi tappi, avvolgendoli in un canovaccio per evitare che si rompano. Per farli asciugare l’ideale sarebbe porli in forno a bassa temperatura per non toccarli con mani o strofinacci poco igienici. Una volta riempiti i vasetti e chiusi bene, puoi ottenere il sottovuoto anche riponendoli di nuovo a bollore ma consiglio comunque di lasciarli capovolti anche dopo questa operazione.

Con questa confettura potrai realizzare crostate, farcire biscotti e rotoli: a te la scelta!

Molto spesso leggo “marmellata di fragole” qua e là: con questo tutorial ti spiego il perché sia sbagliato! E se vuoi sapere di più sulla varietà di fragole, non ti resta che scoprire tutto nella mia scheda!

Conservazione

Se sterilizzati bene i vasetti, la confettura può durare per mesi in luogo buio e asciutto. Una volta aperto il vasetto, consiglio di conservare la confettura di fragole in frigorifero per una settimana.

11 Commenti

  1. Decisamente perfetta ,la confettura ideale per una buona colazione,un frutto di stagione da sfruttare per tante preparazioni,in questa tua ricetta ,c’è tutta l’essenza dell’estate,grazie.

  2. Ciao Sonia, io nelle mie marmellate per incrementare la pectna aggiungo qualche pinolo o alcune scaglie di mandorla. Può andare bene?

  3. Buona sera! Volevo sapere se facendola con le albicocche de mettere sempre il limone?

  4. Ciao Sonia, quanto può conservarsi questa confettura? Sia nell’evenienza di barattolo già aperto in frigo, che di barattolo ancora chiuso!
    Grazie!

    1. Ciao Fabrizio! Lo indico nel box della ricetta relativo alla conservazione: “Se sterilizzati bene i vasetti e se si è creato correttamente il sottovuoto, la confettura può durare almeno per mesi in luogo buio e asciutto. Una volta aperto il vasetto, consiglio di conservare la confettura di fragole in frigorifero per una settimana.” 🙂

  5. Ciao Sonia, anch’io avevo bisogno di un tuo consiglio!
    Ho seguito le tue dosi usando però zucchero di canna integrale con un po’ di semi di vaniglia e scorzette di limone.
    Ho sempre lasciato macerare in frigo tutta la notte, mentre qui dici un paio d’ore. Gli anni scorsi mi é sempre venuta piuttosto liquida, lasciandole riposare meno dici che viene più densa?
    Oppure come posso fare per renderla densa?
    Grazie
    Valentina

    1. Ciao! La confettura di fragole è abbastanza complicata perché è un frutto a basso contenuto di pectina. Il tempo di macerazione non influisce sul risultato ma la scelta di usare lo zucchero di canna probabilmente si: prova a cuocere più a lungo la confettura. Inoltre, per sopperire alla scarsità della pectina, puoi aggiungere alla confettura un po’ di polpa di mela (che ne è estremamente ricca) e vedrai che alla fine non influenzerà minimamente il risultato. Approfondisco la questione nelle note della ricetta 🙂 Resto a tua disposizione!

  6. Ciao Sonia,
    durante la cottura di 1 ora, il fuoco deve essere basso? Inoltre volevo chiederti se invecesi aggiungesse dell’agar – agar? Oppure si rischia di addensare troppo la confettura?

    1. Ciao Morena! Puoi far cuocere a fuoco medio- basso, al massimo dilati un po’ i tempi 🙂 E’ un addensante naturale ma secondo me non è l’ideale in marmellate e confetture. Come suggerisco nelle note puoi aumentare la pectina aggiungendo in cottura le scorze di un limone oppure la polpa di mela, che non influenzerà il sapore finale!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie