Crema pasticcera

  • Preparazione: 0h 20m
  • Cottura: 0h 10m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 800 g
  • Metodo cottura: Fornello
  • Cucina: Italiana

È la regina incontrastata delle farciture; nei bignè, tra due strati di pan di Spagna, o in una crostata: la crema pasticcera è l’accompagnamento perfetto per ogni dolce. La ricetta tradizionale che ti propongo oggi prevede pochi e semplici ingredienti: uova, latte, panna, vaniglia e il gioco è fatto.

La crema pasticcera è un dolce estremamente versatile: si sposa molto bene con agrumi, spezie, cioccolato e molto altro. Puoi sbizzarriti con la variante della crema pasticcera che preferisci e usarla per farcire moltissimi dolci, tra cui le zeppole di San Giuseppe o la torta mimosa.

Ingredienti

Per 800 g di crema pasticcera

  • Tuorli 6
  • Amido di mais 40 g
  • Vaniglia 1 bacca
  • Zucchero semolato 130 g
  • Latte fresco 350 ml
  • Panna fresca liquida 150 g

Allergeni

Cereali e derivati Latte

Procedimento

Per la crema

Per prima cosa dividi i tuorli dagli albumi. Versa in un pentolino il latte freddo e la panna. Incidi verticalmente con un coltellino la bacca di vaniglia ed estrai con la punta i semini interni, quindi aggiungili ai liquidi.

Per non sbagliare questo passaggio ti consiglio di leggere la mia guida su come si usa la bacca di vaniglia.

Unisci ora i tuorli, lo zucchero e l’amido di mais. Mescola bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

Accendi il fuoco a fiamma bassa portando tutto a bollore. Mescola delicatamente con una frusta fino ad ottenere una consistenza densa e liscia. La crema pasticcera è pronta.

Versa il composto in una terrina e coprilo a contatto con la pellicola trasparente. Questa operazione servirà a non fare formare in superficie una pellicina dura sulla crema. Lascia raffreddare il tutto, quindi riponi in frigorifero.

Prima di utilizzare la crema pasticcera mescolala con una frusta fino ad ottenere nuovamente una consistenza densa.

Note & consigli

*Per accentuare l’aroma di vaniglia della tua crema, metti i semi e la bacca intera in un pentolino assieme al latte e alla panna. Porta a sfiorare il bollore, spegni il fuoco e lascia intiepidire. Successivamente estrai la bacca e continua la preparazione della crema pasticcera.

*Se non ami la vaniglia, puoi aromatizzare la tua crema con scorza di arancia, di limone o di altri agrumi, l’importante è che non siano trattati. In alternativa puoi aggiungere delle stecche di cannella o dei chicchi di caffè.

Trucchi per una crema pasticcera perfetta

Ecco qui qualche prezioso consiglio per realizzare una crema pasticcera da dieci e lode:

  • Freschezza: i risultati migliori si ottengono con ingredienti freschi e di qualità, soprattutto in pasticceria. Ti consiglio perciò di acquistare delle uova fresche da allevamento a terra e all’aperto, latte fresco intero e vaniglia in bacca o il suo estratto naturale.
  • Colore: se la tua crema risulterà pallida significa che le uova che hai utilizzato non sono di qualità, il colore giallo vivace del tuorlo deriva infatti dall’alimentazione delle galline.
  • Intensità: se non ti piace il sapore delle uova, tipico di questa ricetta, puoi diminuire la loro dose. Aumenta perciò la quantità di amido di mais.
  • Consistenze: per addensare la tua crema puoi usare la fecola, la maizena o l’amido di riso. In questo modo otterrai una crema vellutata, leggera e adatta al congelamento.
  • Grumi: puoi setacciare la crema in un colino a maglie strette un paio di volte; pressala con una spatola o con il dorso di un cucchiaio.
  • Temperatura: fai attenzione a non scaldare troppo la crema altrimenti saprà troppo di uovo. Utilizza un termometro da cucina e verifica che la sua temperatura non superi gli 85°.

Varianti della ricetta

Cioccolato, agrumi, spezie e aromi: la crema pasticcera si sposa benissimo con diversi ingredienti. Ecco qui alcune tra le mie varianti preferite:

Crema pasticcera al Parmigiano golosa e veloce

Conservazione

Puoi conservare la crema pasticcera in frigorifero per 2-3 giorni. L’importante è mescolarla energicamente o lavorarla con delle fruste elettriche prima di utilizzarla, in modo che torni cremosa. Non ti consiglio di congelarla.

Curiosità

Crema pasticcera e crema inglese non sono la stessa cosa. La crema inglese, infatti, non contiene farina e la sua consistenza è molto più liquida rispetto alla crema pasticcera, motivo per cui viene spesso servita calda, in una coppa, in cui si intingono dei friabili biscotti, meglio ancora se sono le lingue di gatto!

 

4.5/5
vota