Crema pasticciera al mandarino

Sai che a volte basta un dettaglio in più, l’aggiunta di un solo elemento per capovolgere completamente una ricetta? Chessò: un buon caffè espresso aggiunto alla cioccolata calda la trasforma in bavareisa; una crema al burro trasforma un muffin praticamente in un cupcake; il succo di un mandarino rende la crema pasticciera classica un’idea diversa dal solito. La crema pasticcera al mandarino è perfetta per accompagnare dolci di ogni tipo, dalla torta allo yogurt sofficissima a, perché no, una torta al cioccolato per creare un piacevolissimo contrasto. 

Un cucchiaino prima, uno dopo, uno mentre farcisci la torta che hai scelto e la crema è subito dimezzata. Fai attenzione quindi, uno sforzo di volontà, concentrati per non rubare troppi assaggi… oppure fai come me e prepara per sicurezza una doppia dose! Credimi, la leggerezza e delicatezza di questa crema pasticcera al mandarino è imperdibile. Dai un’occhiata a tutti i miei dolci per Natale!

Crema pasticcera al mandarino

PREPARAZIONE: 10 min. COTTURA: 15 min. RAFFREDDAMENTO: 1-2 h DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 4 persone

uova medie 4 tuorli (circa 80 g)
zucchero semolato 120 g
succo di mandarino non trattato 175 g
scorza di mandarino non trattato 10 g
panna fresca liquida 75 g
latte fresco intero 250 g
amido di mais 25 g
amido di riso 25 g

Procedimento

Per fare la crema pasticcera al mandarino, lava bene e asciuga l’agrume. Ottieni la scorza, grattugiando solamente la parte superficiale per non includere la parte amara bianca sottostante. Tieni la scorza da parte e spremi il mandarino, per filtrare poi il succo.

crema-pasticcieCrema pasticciera al mandarino

In una ciotola capiente lavora i tuorli* a temperatura ambiente, assieme allo zucchero. Puoi usare le fruste elettriche, per montare gli ingredienti in modo uniforme e costante, procedendo per almeno 10 minuti. Ora aggiungi l’amido di mais e l’amido di riso.

crema-pasticcieCrema pasticciera al mandarino

Aggiungi un goccio del latte per ammorbidire leggermente la base. Versa il resto in un pentolino assieme alla panna fresca liquida, al succo di mandarino e alla scorza.

crema-pasticcieCrema pasticciera al mandarino

Con un frullatore a immersione – ottimo per rendere vellutato un composto semi liquido – frulla tutto qualche secondo, per sminuzzare ulteriormente la scorza e farle rilasciare tutto il prezioso aroma. Accendi il fuoco dolce e, appena sfiora il bollore, versa la base di tuorli e zucchero. Inizialmente l’uovo montato rimane in superficie, non mescolarlo ma alza la fiamma: comincerà a sobbollire prima solo il latte, poi anche le uova al centro. Mescola a questo punto vigorosamente con delle fruste manuali, per pochi istanti, e la crema sarà già pronta. Spegni il fuoco.

crema-pasticcieCrema pasticciera al mandarino

La crema è pronta in un attimo, densa al punto giusto! Travasala in una pirofila bassa e larga per farla raffreddare in frigorifero coperta con pellicola a contatto**, a meno che tu non voglia servirla tiepida magari sul gelato.

crema-pasticcieCrema pasticciera al mandarino

Note e consigli

Ho accompagnato questa crema a delle buonissime frittelline dolci di couscous. Guarda la ricetta!

* Con gli albumi avanzati puoi fare delle ottime meringhe alla francese

** Se non vuoi usare la pellicola trasparente, cospargi la superficie della crema con un po’ di zucchero semolato.

Creme per farcire e non solo!

Qusta crema è ottima per farcire dolci o anche gustata così nella sua semplicità. Sul mio sito puoi trovare anche altre ricette di crema altrettanto golose:

Conservazione

Puoi conservare la crema al mandarino in frigorifero e chiusa in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni. Non consiglio di congelarla.

1 Comment

Comments are closed.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie