Dei buoni sapori della tavola

Forse non lo sai, ma io sono una fan sfegatata dei formaggi. Lo confesso: a loro non riesco proprio a resistere, anzi, devo stare davvero molto attenta a non far entrare nel mio raggio d’azione latticini di ogni tipo perché sparirebbero in un attimo!

Nei miei ricordi di infanzia, inoltre, restano ben impresse le passeggiate ai masi, quando, in compagnia di mia nonna durante le estati trascorse in sud tirolo, davo il fieno alle mucche e in cambio ricevevo un sonoro muggito di approvazione. Erano piccoli mondi dove si producevano bontà locali da far girare la testa, e tra queste ricordo bene lo Stelvio DOP, formaggio originario appunto dell’Alto Adige. Ma andiamo con calma!

Formaggio Stelvio

Parola d’ordine: intenso e speziato

Il formaggio Stelvio ha ottenuto il riconoscimento di qualità DOP nel 2007: ma come riconoscerlo? Di seguito ti presento le sue principali caratteristiche, non solo visive ma anche olfattive; insomma, un breve identikit per non sbagliare!

  • la crosta è di colore giallo-arancio-marrone
  • l’interno è bianco giallognolo con un’occhiatura irregolare
  • il profumo è intenso e speziato
  • il gusto è deciso e aromatico
  • lo si riconosce dal marchio di origine e dalla scritta di colore rosso “Stilfser/Stelvio” posta sulla tipica etichetta presente sul lato superiore della forma

Ma, da dove viene esattamente?

Devi sapere che lo Stelvio viene prodotto a partire la latte vaccino proveniente da 300 masi alpini, situati a oltre mille metri di altitudine. Una volta raccolto, viene lavorato entro 48 ore e la sua stagionatura, che avviene su tavole di abete, dura 62 giorni, durante i quali il formaggio viene massaggiato con acqua salata e viene arricchito da microrganismi.

Area di produzione

La produzione, attestata dal 1914, si estende tra circa 84 comuni della provincia di Bolzano, siti tra la Val Venosta, Burgraviato, Salto-Sciliar, Val Pusteria, Valle Isarco e Municipio di Bolzano.
Ogni anno realizzano circa 125 mila forme di Stelvio esportato in Italia e nel resto del mondo.

Non ti ho messo appetito? Ora che sai proprio tutto di questo formaggio, non ti resta che scegliere una buona ricetta (io ti consiglio il mio fagottino) e renderlo protagonista per esaltarne la sua indiscussa bontà! Ah dimenticavo: lo Stelvio si abbina perfettamente allo Speck Alto Adige DOP, alla polenta a zuppe oppure primi piatti accanto a un buon bicchiere di Pinot nero Alto Adige: insomma, a te la scelta!

4.8/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie