Filetti di branzino su crema di patate, asparagi e nocciole

Amo mangiare il pesce e scegliere piatti che profumino di mare. E Il branzino è uno tra questi: prelibato, leggero ed estremamente versatile in cucina si presta davvero a mille declinazioni!

I filetti di branzino che ti propongo sono delicati e al tempo stesso molto gustosi; io li ho serviti su un letto di crema di patate, asparagi (questo d’altronde è il loro momento!) e buonissime nocciole per dare un tocco croccante. Un piatto da portare in tavola senza fatica per sentirsi come a cena fuori, ma nella comodità di casa!

Diciamocela tutta: il pesce molto spesso finiamo con il cucinarlo sempre nello stesso modo. Acqua pazza, mediterranea, pesto di pistacchio sono buonissime versioni, ma il rischio è di stancarsi in fretta. In questa mia versione un po’ gourmet, ma molto semplice, ho voluto creare una serie di contrasti: il croccante delle nocciole affiancato alla delicatezza della carne di branzino, il sapore affumicato della crema di patate incrociato  al gusto sulfureo degli asparagi… il risultato è un piatto completo, in cui tutti i sensi del gusto vengono sollecitati! Vieni a prepararlo con me: sono sicura che il tuo commensale sarà molto felice di questa variazione!

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 35 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: medio

Ingredienti per 2 persone

Per la crema di patate

patate 300 g
olio extrvergine d’oliva 2 cucchiai
cipolla 40 g
brodo vegetale 300 g
paprika affumicata in polvere a piacere
sale q.b.
pepe q.b.

Per il branzino

filetti di branzino Meno30 4 circa 100 g cad
olio extravergine d’oliva
timo 5 rametti
aglio ½ spicchio
limone, la scorza grattugiata di 1/2
nocciole intere 6
sale q.b.
pepe q.b.
brodo vegetale q.b.*

Per gli asparagi

asparagi selvatici 160 g
olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
aglio 1/2 spicchio
sale q.b.
pepe q.b.
brodo vegetale q.b. *

Procedimento

Per la crema di patate

Lava e pela le patate poi tagliale a cubetti. In un pentolino fai scaldare l’olio assieme alla cipolla tritata, che farai appassire 10 minuti a fuoco basso. Aggiungi le patate, falle rosolare per qualche minuto e aggiungi la paprika e il brodo vegetale. Fai cuocere il tutto per circa 15/20 minuti o fino a che le patate non risulteranno morbide.

Trasferisci il composto in un bricco alto e stretto e frulla il tutto con un frullatore a immersione ottenendo un composto mediamente fluido, poi aggiusta di sale e pepe e tieni la crema di patate da parte.

Gli asparagi

Pulisci gli asparagi eliminando la parte coriacea finale del gambo.**

In una padellina scalda l’olio assieme allo spicchio di aglio, fallo rosolare e poi eliminalo, aggiungi gli asparagi e spadellali per qualche minuto fino a che non si saranno ammorbiditi, aggiungendo sale, pepe e un goccio di brodo vegetale. Lasciali un po’ croccanti.

Il branzino

Taglia i filetti di branzino tenendo solo la parte centrale più spessa e carnosa; la darna deve avere una forma romboidale.
Scalda in una padella antiaderente un filo di olio, unisci ½ spicchio di aglio e delle foglioline di timo; fai rosolare, poi elimina l’aglio e adagiaci le darne di branzino dalla parte della pelle***. Falle cuocere per 4-5 minuti aggiungendo anche poco brodo vegetale, che passerai sul pesce con un cucchiaio finchè non vedrai che sarà cotto. Poco prima di spegnere il fuoco, grattaci sopra un po’ di scorza di limone e aggiusta di sale e pepe.

Impiattamento

Sul fondo di un piatto adagia un po’ di crema di patate, disponici poi sopra qualche asparago tagliato a metà ed infine due darne di branzino. Cospargi il tutto con qualche nocciola tritata grossolanamente ed un filo di olio a crudo. Buon appetito!

Note

* Puoi prepararti una scorta di brodo vegetale seguendo la mia ricetta: puoi anche congelarlo porzionato in cubetti come quelli del ghiaccio e unirli alle tue preparazioni solo nella quantità adeguata

** Gli asparagi selvatici sono molto saporiti e più sottili di quelli coltivati. Tuttavia se non dovessi trovarli puoi sostituirli con un’altra varietà

*** In questo modo, il tuo filetto potrà cuocere alla perfezione senza che la sua carne delicata si rovini.

Pesce in tavola

Il pesce andrebbe portato in tavola un paio di volte alla settimana secondo le indicazioni dei nutrizionisti. Ti voglio lasciare qualche ricetta per vincere la noia, e poter creare cene sempre nuove!

Conservazione

Puoi preparare la crema di patate e scottare gli asparagi in anticipo, ma ti consiglio, una volta assemblato il piatto, di consumarlo subito. Non consiglio la congelazione.

4.5/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie