Finte capesante gratinate

A me in cucina piace sperimentare, amo provare accostamenti particolari ma anche creare piatti che non sono ciò che sembrano. Le finte capesante gratinate, ad esempio! Mi trovo in questo negozietto, vedo questi finti gusci di capasanta e mi si accende la lampadina: li compro immediatamente e li porto a casa dove mi aspettano dei funghi champignon comprati al mercato la mattina prima. Da lì la strada è stata tutta in discesa e, nel giro di pochissimo, mi sono trovata a spignattare in modo da ricreare con la testa del fungo quella che potesse sembrare il più possibile una capasanta.

Ho fatto un paio di esperimenti e, trovato il perfetto equilibrio tra funghi e panatura, oltre ad essere molto soddisfatta del risultato, ero anche divertita. Quando ho servito in tavola le mie finte capesante gratinate nessuno, a prima vista, si è accorto dello scambio e mi sono goduta le facce sorprese dei commensali prima di capire il mio imbroglio. Visto che l’esperimento è stato un successone, non posso che condividere questa ricetta con te dandoti anche un ultimo suggerimento: queste finte capesante gratinate sono perfette anche come antipasto per una cena vegetariana.

Finte capesante gratinate pronte in tavola per essere servite

PREPARAZIONE: 30 min COTTURA: 40 min. DIFFICOLTA‘: facile COSTO: economico

Finte capesante gratinate: ingredienti per 8 pezzi

funghi Champignon 8 grossi (più altri per un totale di 250 g)
brodo vegetale 500 g
pecorino grattugiato 50 g
mollica di pagnotta 100 g
prezzemolo tritato 10 g
olio extravergine di oliva 100 g
aglio 1 spicchio
pepe nero macinato fresco a piacere
sale q.b.

Finte capesante gratinate: procedimento

Per i funghi

Pulisci i funghi Champignon: elimina la terra dal gambo, taglia la parte finale e gratta il resto. Sciacquali velocemente sotto l’acqua fredda corrente; stacca delicatamente i gambi senza rompere le teste dei funghi.

finte capesante gratinate

Trita i gambi. Metti in una padella un filo di olio e uno spicchio di aglio sbucciato e tagliato a metà (volendo puoi eliminare l’anima centrale, più pesante). Fai dorare l’aglio; aggiungi i gambi tritati dei funghi, le teste, unisci un mestolo di brodo vegetale e copri con il coperchio. Cuoci a fiamma bassa per circa 10-15 minuti e aggiungi brodo quando serve.

finte capesante gratinate

Per il ripieno

Taglia la pagnotta a fette, elimina la crosta e sbriciola la mollica con le mani, con un frullatore o un coltello.

finte capesante gratinate

Quando le teste dei funghi saranno cotte, spegni e toglile dalla padella, tenendo da parte il resto. Metti in una ciotola la mollica di pane, aggiungi il pecorino grattugiato, il prezzemolo tritato, il pepe nero macinato, l’olio e poi la parte dei funghi rimasta in padella, schiacciando l’aglio cotto con uno schiaccia aglio (se non ti piace l’idea di mangiarlo, puoi eliminarlo).

finte capesante gratinate

Aggiungi del brodo vegetale (non più di 200 g) fino ad ottenere un composto piuttosto umido ma non così tanto da notare sul fondo della ciotola del brodo. Aggiusta di sale.

finte capesante gratinate 6

Fodera la leccarda del forno con carta forno; metti dentro ad ogni guscio di capasanta la testa di un fungo, poi copri con il composto di pane.

finte capesante gratinate

Io, di solito, preparo degli anelli di alluminio dove poggiare le capesante durante la cottura; in questo modo staranno ben dritte e il ripieno non uscirà. Inforna le finte capesante in modalità statica per 10 minuti sotto al grill del forno a 250°, in modo che si formi una croccante e brunita crosticina esternamente, ma rimangano morbide e succose all’interno. Servi le finte capesante gratinate appena sfornate!

finte capesante gratinate

Finte capesante gratinate: note

Sbizzarrisciti utilizzando altri funghi al posto degli Champignon; quando sono di stagione, prova a realizzare le finte capesante gratinate con dei profumati funghi porcini o pioppini.

Finte capesante gratinate: conservazione

Conserva le finte capesante gratinate in frigorifero in un contenitore con coperchio per un giorno; in freezer per un mese prima di cuocerle.

Finte capesante gratinate: sapevi che…

Il bello di questa ricetta è che puoi prepararla in qualsiasi momento dell’anno! Gli Champignon, infatti, sono una varietà di funghi che potremmo definire “senza stagione”, dal momento che li possiamo trovare praticamente sempre grazie alla loro coltivazione. Sono molto diffusi in Italia e in tutto il mondo, e sono conosciuti anche con il nome di prataioli, funghi bianchi e funghi di Parigi.

2 Commenti

  1. Bella ricetta! Ho imparato da te a fare gli anelli di alluminio, sono molto pratici e finalmente le capesante rimangono perfette! Dai sempre degli ottimi consigli. Grazie

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie