Foodies … BIS!

Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto: la seconda edizione del progetto Food – Passion & Profession è diventata realtà! E oggi siamo quasi al termine del percorso (almeno per ora!). Come lo scorso anno, protagoniste sono state le “Foodies”, un gruppo di donne straordinarie, con la passione per il cibo e la voglia di approfondire le proprie competenze nel mondo del food, facendone una professione o, in ogni caso, un pretesto per rimettersi in gioco… a qualsiasi età!

Anno nuovo, Foodies nuove!

Le partecipanti al percorso di quest’anno (perché ricordiamocelo, Food – Passion & Profession non è un semplice “corso” né di cucina né di marketing del cibo, né di social media management!) sono 28 donne di tutte le età e di diversa origine (provengono da tutte le Regioni d’Italia ma anche dalla Francia, dalla Germania, da Croazia, Romania e persino dalla Colombia), ciascuna con il proprio vissuto e con una propria carriera già avviata, ma tutte accomunate dal desiderio di fare qualcosa per se stesse, trasformando la passione per il cibo finora coltivata tra le mura domestiche (ma non manca chi già lavora nel settore) in un vero lavoro o comunque in un impegno più “strutturato” da cui trarre soddisfazione al di là dell’apprezzamento di amici, familiari e conoscenti.

Alla base di tutto (per tutte) ci sono la volontà di ripensarsi e il coraggio di iniziare a realizzare ciò che non avevano mai creduto (o non avevano mai trovato il tempo o il modo) di sognare. 

Una stessa passione, tanti obiettivi diversi

Tra le Foodies c’è chi sogna di aprire un proprio ristorante (tradizionale o nel format home restaurant), chi vorrebbe diventare chef a domicilio, chi ha già un’attività che ha a che fare con il gusto ma vorrebbe ampliare il proprio orizzonte e acquisire competenze nuove, chi ama scrivere di cibo e vorrebbe farne una professione, chi semplicemente voleva soddisfare il bisogno di fare qualcosa per se stessa, per mettersi alla prova e capire come riuscire a monetizzare l’attività svolta sui social, chi semplicemente è stata mossa dal bisogno di confrontarsi con altre persone con la propria stessa attitudine per capire che strada intraprendere nella propria “nuova” vita.Per soddisfare tutte queste esigenze diverse, anche nella seconda edizione di Food – Passion & Profession io e Luana abbiamo organizzato il percorso nel modo più ampio e completo possibile: con lezioni teoriche (ben 18 con inizio a ottobre!), workshop in presenza e tanti argomenti da affrontare per conoscere il mondo del cibo a 360 gradi, apprendere competenze tecniche relative all’utilizzo dei social (da come fare una bella foto o un reel a come rendere il proprio profilo accattivante e quindi appetibile per le aziende) e soprattutto scoprire le proprie attitudini e qualità nascoste… ai fornelli e non solo!

Una domenica “in famiglia” nella cucina della Factory

Buon cibo, tante risate e qualche lacrima (di commozione!): la scorsa domenica le Foodies si sono incontrate per la terza volta, e si sono messe alla prova con il lavoro di squadra nella cucina della Factory. Hanno cucinato e imparato a fotografare le loro ricette su un vero set per valorizzarle al meglio, si sono divertite ma soprattutto hanno provato cosa significa lavorare “in brigata”, uscendo dalla propria zona di comfort (la cucina di casa) e confrontandosi con l’organizzazione (e il caos!) di una cucina professionale e la necessità di interagire con le altre suddividendosi i compiti per la realizzazione di una sola ricetta comune! Ad affiancarle 10 tutor scelte tra le “vecchie” Foodies, che non hanno potuto mettere materialmente le mani in pasta (e hanno sofferto molto per questa inattività forzata!) ma si sono limitate ad aiutarle con la gestione dei ruoli, dei tempi, degli spazi e delle attrezzature. Il risultato è stato un tripudio di gusto e colore, quindi direi che l’esperimento ha funzionato!

La giornata è stata anche l’occasione per conoscersi e raccontarsi un po’ di più, non solo chiacchierando tra pentole e padelle, ma anche attraverso una mini-video intervista in cui ciascuna non ha solo potuto “fare i conti” con la telecamera (esperienza nuova per molte, che sono arrivate sul set agitatissime!) ma soprattutto cercare di tradurre in parole i propri sogni e obiettivi di vita, prima e dopo la scelta di iscriversi a Food – Passion & Profession. Molte di loro si sono commosse nel confessare come abbiano trovato in questo percorso persone meravigliose e una realtà in grado di aprire loro nuove prospettive sul futuro e su se stesse, fornendogli gli strumenti per realizzarsi e crescere professionalmente ma anche a livello personale. Per tutte è stata l’occasione per ripensarsi, emozionarsi intravedendo per la prima volta la possibilità di concretizzare quello che fino a pochi mesi fa sembrava destinato a restare un miraggio e raccogliere finalmente il frutto di tanti sacrifici compiuti in passato.

E farlo insieme è stato un valore aggiunto: insieme noi (io e Luana) che abbiamo messo a disposizione non solo la nostra esperienza professionale ma anche il nostro vissuto personale, con gli alti e bassi che sempre capitano lungo qualsiasi percorso, per far capire come acquisire gli strumenti (anche interiori) per riuscire a non scoraggiarsi e a trovare sempre nuove risorse per risollevarsi e reinventarsi. E insieme alle compagne di viaggio, donne diverse ma affini, con cui scoprirsi un po’ in famiglia e confrontarsi con entusiasmo e spontaneità. 

Marinella insieme alla figlia Gabriella, Michela, Eva e Valentina, con le tutor Arianna e Federica – Armonie di primavera
Lucia, Doris, Michela, Francesca, con la tutor Valentina – Briciole di allegria – Tributo alla sbrisolona

Sabina, Claudia, Marija, Alessia, con le tutor Cristina e Monica – Timballo teramano floreale

Vittoria, Gabriella, Alessandra, Neri Aurora, Camilla, Giovanna, con le tutor Ilaria e Augusta – Muffin salati in tre versioni 

Elisa, Mihaela, Roberta, Stefania, Roberta, con la tutor Virginia – Torrette di melanzane alla parmigiana

Alcune di loro non avevano mai utilizzato i social, ma attraverso questo percorso hanno scoperto come anche questa dimensione “virtuale” sia assolutamente reale e adatta a stringere relazioni solide e creare sinergie virtuose (e monetizzabili!), padroneggiando strumenti concreti per realizzare i propri obiettivi e magari anche scoprendo che questi non necessariamente gli stessi che si erano prefissate all’inizio del percorso! Ma proprio qui sta il bello! Evolvere, in qualsiasi fase della propria vita, nonostante le difficoltà iniziali, le insicurezze, la mancanza di tempo o di sostegno. Scoprire che non è mai troppo tardi per cambiare e che con la passione c’è sempre modo per ricominciare, crescere e diventare… se stesse!

Le ricette di oggi

Armonie di primavera

Briciole di allegria – tributo alla sbrisolona

Timballo teramano floreale

Muffin salati in tre versioni

Torrette di melanzane alla parmigiana

Prospettive future

Food – Passion & Profession è la ricetta del successo? Forse no, ma sicuramente può essere un buon punto di partenza. Lo dimostra il percorso che alcune partecipanti alla scorsa edizione hanno intrapreso dopo averlo concluso. Alcune di loro avevano già centinaia di migliaia di followers su Instagram, ma non riuscivano a monetizzare la propria attività social, oggi collaborano con aziende,riviste, programmi tv, partecipano a showcooking, lavorano come Food Creator e Ghost Writer e hanno diverse partnership con marchi noti.

Per aiutare sempre più Foodies a raggiungere questi obiettivi, abbiamo pensato a uno strumento in più: dopo la fase preliminare “Ti formo”, partirà a breve un secondo step dal titolo “Ti lancio”, dedicato alla creazione di contatti con aziende e brand, che permetterà a chi vorrà proseguire il percorso di aprirsi davvero le porte di questo mondo in costante fermento chiamato “Food”. Ci vogliono impegno, costanza e pazienza… ma alla fine si può davvero fare della propria passione una professione! 

4.8/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie