Frico

Se cerchi un piatto light, devi cambiare pagina. Ma se cerchi un piatto supergustoso e godurioso, che giustifiche una bella camminata in montagna, ma che sia anche solo perfetto per appagare la gola, allora fermati e gustati il frico. O fricò come si pronunciava una volta in Friuli. Un tortino di puro formaggio Montasio, che avvolge cipolle e patate a creare una vera prelibatezza cui nessuno può resistere.

Quanto l’ho assaggiato per la prima volta ero in vacanza da quelle parti e ammetto che ero un po’ restia: temevo un piatto troppo pesante o troppo unto, ma ho dovuto ricredermi: se ben fatto si tratta di un’autentica prelibatezza. Un tempo, il frico veniva preparato con gli avanzi meno pregiati del Montasio, di cui si usava tutto fino alla fine, e veniva a volte servito con la classica polenta, altre volte utilizzato come piatto su cui servire verdure o salumi. 

Prepararlo non è complicato, ma richiede pazienza per creare la giusta crosticina senza che il tuo tortino si secchi troppo all’interno. Non ci vuole molto, basta un po’ di manualità: alla peggio sarai costretto a mangiare frico per qualche giorno di seguito, ma ti assicuro che è un dolce pegno!

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per 4 persone

patate della stessa dimensione 1 kg (4-5 da 200 g l’una)
Montasio 320 g
cipolla dorata 60 g
olio extravergine di oliva 80 g

Procedimento

Per fare il frico, per prima cosa grattugia il formaggio a julienne. Lava le patate*, mettile in una pentola senza sbucciarle e coprile con acqua fredda. Al bollore, cuocile per circa 5 minuti, scolale e falle raffreddare. Elimina la buccia, poi grattugiale a julienne.
In una padellina da 18 cm di diametro fai appassire 15 g di cipolla in 20 g di olio per 5 minuti; aggiungi 200 g di patate, alza
la fiamma e rosola per 5 minuti. Unisci 80 g di formaggio** e amalgama fino a scioglierlo. Con un cucchiaio livella la superficie per formare una sorta di frittatina. Cuocila per circa 5 minuti a fiamma viva fino a quando vedrai una crosticina croccante e dorata. Copri la padella, gira il frico e continua la cottura per cuocerlo anche dall’altro lato.

Ponilo su di un piatto, tamponalo con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e servilo ben caldo.

Note

* Scegli patate rosse o a pasta gialla, saranno perfette per il tuo frico! Se non conosci le varietà di patate, ne ho scritto una scheda a questo link

** Grattugia il formaggio più finemente possibile, in questo modo non avrai problemi a farlo sciogliere e a creare una crosticina superfilante!

Patate: gustose e versatili

Le patate hanno mille proprietà: sono semplici, ma permettono di creare una moltitudine di piatti differenti, spesso in pochissimo tempo. Io ti lascio alcuni dei miei piatti preferiti!

Conservazione

Il frico non si conserva: va gustato bollente, appena fatto! Sconsiglio la congelazione.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie