Gelato alla vaniglia

Ma non è una magia vedere trasformarsi la panna in gelato? Io rimango sempre affascinata da questo procedimento e mi piace sperimentare con tutti gli ingredienti del mondo. Per questo motivo ti assicuro che per me è molto complicato scegliere il mio gusto preferito… il gelato al cioccolato, il gelato alle fragole, i variegati. Che bontà assolute, tuttavia quello base non delude mai e poi mai: parlo del gelato alla vaniglia, il classico, lo storico!

Puoi gustarlo in purezza oppure usarlo per accompagnare un tortino al cioccolato, degli spiedini di frutta, un tiepido crumble alle ciliegie, un frappè di banana e lamponi. Puoi decorare una bella coppa con cookies sbriciolati, brownies e blondies; puoi servirlo con una cascata di mandorle a lamelle, di nocciole, meringhette, caramello salato, ciliegie sciroppate e tutto ciò che ti viene in mente.

Ti avverto, potrei andare avanti così all’infinito! Meglio quindi che cominci a mettermi all’opera e preparare chili di gelato fior di latte da tenere in congelatore: deve bastare per tutta la bella stagione e sfamare tutti in famiglia!

Gelato alla vaniglia, un classico sempre amato

PREPARAZIONE: 45 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

Gelato alla vaniglia: ingredienti per 4 persone

latte fresco intero 640 g
panna fresca liquida al 35% 150 g
saccarosio 180 g
destrosio 30 g
farina di semi di carruba 2 g
farina di guar 1 g
sale 1 g
bacca di vaniglia 1

Gelato alla vaniglia: procedimento

Per preparare il gelato alla vaniglia versa il latte e la panna in un tegame, accendi il fuoco e porta il tutto a 40°, controllando con un termometro da cucina.

Gelato alla vaniglia

Ora aggiungi il destrosio, il sale, il saccarosio, la farina di guar e di carruba, mescolando con le fruste per amalgamare gli ingredienti.

Gelato alla vaniglia

Incidi con un coltellino la bacca di vaniglia* nella sua lunghezza, estrai i semini interni che andrai ad aggiungere nel tegame, quindi porta il tutto a 80°.

Gelato alla vaniglia

A questo punto, spegni il fuoco e adagia il tegame in uno più grande contentente acqua fredda e ghiaccio per raffreddare il composto a base di panna e latte. Mentre il composto si raffredda, predisponi la gelatiera.

Gelato alla vaniglia

Ora, inserisci direttamente il composto ormai freddo.

Gelato alla vaniglia

Dopo circa 30 minuti, il gelato avrà raggiunto la giusta consistenza: spegni la macchina, estrai la pala mantecatrice e il contenitore di congelamento, quindi puoi gustare il tuo buonissimo gelato alla vaniglia!

Gelato alla vaniglia

Gelato alla vaniglia: note

*Ah, la vaniglia! Adoro il suo intenso profumo! Se vuoi sapere di più nel mio tutorial ti spiego come riciclare la bacca di vaniglia!

Un’idea strepitosa per l’estate? Per accompagnare il tuo buonissimo gelato alla vaniglia ti consiglio di provare le mie pesche grigliate con gelato: sentirai che bontà!

Gelato alla vaniglia: conservazione

Quando sarà pronto, puoi conservare a lungo il gelato alla vaniglia ben chiuso nel congelatore, in un contenitore ermetico. Una volta scongelato, non consiglio di congelarlo nuovamente.

4 Commenti

  1. Salve,si possono sostituire il saccarosio, destrosio,farina di semi di carruba e la farina di guar ? grazie

  2. Ciao Sonia volevo sapere le dosi che dai per quale ciotola kenwood sono..io ho la kenwood chef (quella più piccola)

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie