Ghirlanda di panini con Pan Montrone

Una delle tradizioni che ho sempre amato di più del periodo che precede il Natale è il calendario dell’Avvento. Sono cresciuta con quello classico, con le finestrelle piccine che celavano cioccolatini. 

Quando è stato il mio momento da mamma di organizzarlo, ho sempre preferito associare al dolcetto a sorpresa anche la proposta di un’attività da fare con le mie ragazze. 

E nei giorni più prossimi alle feste, questa corona di panini non mancava mai! Semplicissima, da fare appunto anche con i più piccini, ma molto scenografica, diventa il centrotavola perfetto per le feste, adatto anche ad accogliere al suo centro il Pan Montrone, un prodotto caseario simile a una scamorza.  Ed in più è deliziosa: i piccoli paninetti sono morbidissimi, semidolci, perfetti da sbocconcellare in attesa dell’antipaso, da sgraffignare per fare la scarpetta nel ragù o da accompagnare ad un cucchiaio di crema di cioccolato a fine pasto. 

PREPARAZIONE: 60 min. LIEVITAZIONE: 150 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per una ghirlanda da 30 cm di diametro

Per l’impasto (per 18 panini da 30 g e 18 panini da 20 g )

farina manitoba 500 g + q.b per spolverizzare
lievito di birra disidratato 3,5 g ***
sale 7 g
miele 50 g*
acqua tiepida 280 g
strutto 70 g

Per guarnire

albume 1
semi di zucca 30 g
semi di papavero 30 g
semi di lino 30 g

Per servire

Pan Montrone

Procedimento

Per l’impasto

In una caraffa versa l’acqua, aggiungi il sale e il miele, poi mescola per scioglierli.

Metti nella planetaria la farina, con il lievito; aziona l’elettrodomestico e versa a filo i liquidi.
Impasta fino a che gli ingredienti si saranno attorcigliati attorno al gancio staccandosi dalle pareti della ciotola.

A questo punto unisci lo strutto poco alla volta, facendolo assorbire all’impasto prima di aggiungerne altro. Quando avrai finito di inserirlo, ribalta l’impasto sul piano di lavoro, ottieni una palla e mettila a lievitare in una ciotola coperta con pellicola trasparente per almeno due ore nel forno spento.

Forma i panini

Trascorso il tempo necessario, prendi il tuo impasto ben lievitato e dividilo in 18 pezzetti da 30 g l’uno e 18 pezzetti da 20 g l’uno.
Con ogni pezzetto forma una pallina.

Fodera la leccarda con un foglio di carta forno, disponi al centro un coppapasta del diametro di 12 cm e disponi intorno ad esso in modo equidistante, 9 palline da 30 g.

Prendi le 18 palline da 20 g e disponile attorno alle 9 palline più grandi, poi termina disponendo le altre 9 palline da 30 g avanzate in modo equidistante, come a formare le punte di una stella.

Ora metti a lievitare la ghirlanda di panini nel forno spento per mezz’ora dopo di che, spennella ogni pallina con l’albume e cospargi i panini con dei semini di lino, papavero e zucca, alternando i colori.

Cottura

Inforna la ghirlanda di panini nel forno statico preriscaldato a 175° per circa 18-20 minuti.

Una volta cotta, estrai la ghirlanda dal forno e lasciala raffreddare a temperatura ambiente, dopo di che sarà pronta per essere gustata.

Metti al centro della ghirlanda il tuo Pan Montrone e disponila al centro della tua tavola delle Feste!

Note

* Aggiungere del miele ai lievitati serve per favorire la formazione di una crosta dorata, e per arricchire di aroma l’impasto. Ma il miele ha tantissime altre qualità…le conosci tutte? Io ho provato a raccoglierle in questo articolo

** Lo strutto dona ai panini una consistenza e una morbidezza diverse da ogni altro grasso. Puoi sostituirlo con la stessa dose di burro o con dell’olio, come ti spiego in questo tutorial!

*** Se vuoi sostituire il lievito secco con quello fresco, mettine 10-12 g. Per tutti i segreti su impasti lievitati perfetti ho scritto una piccola guida: mentre il tuo pane lievita, leggila se ti va!

Pane e companatico!

Io questi panini deliziosi li vedo andare a ruba serviti con una carrellata di antipasti sfiziosi. Ne ho preparati tanti, ma provo ad elencartene qualcuno…dimmi cosa ne pensi!

Conservazione

La ghirlanda di pane si conserva morbida per un giorno lasciata in un sacchetto di carta. Però la puoi preparare in anticipo e congelare, per portarla in tavola nel tuo giorno di festa.

Puoi anche farne due: una asciugandosi all’aria ti accompagnerà durante l’avvento come centro tavola o appesa alla porta, e l’altra la potrai gustare con i tuoi antipasti natalizi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie