IL RITUALE DELLA MIA ESTATE

Torino, una città che amo. La città che ha reso indimenticabile una giornata, tra degustazioni e competizione.

Eh sì, proprio competizione! Grazie a Nespresso, partner ufficiale e sostenitore da sempre dell’eccellenza nel mondo della ristorazione, ho avuto l’onore di partecipare al Bocuse d’Or: il Campionato Mondiale di Cucina con la “C” maiuscola.

Per questo appuntamento nel capoluogo piemontese, 20 chef provenienti da diverse nazioni si sono contesi il titolo Europeo con l’accesso per la gara mondiale a Lione prevista per l’anno prossimo. È stato davvero interessante partecipare, sia per scoprire l’impegno di Nespresso nel voler sostenere importanti iniziative come questa e soddisfare con i suoi prodotti anche le necessità del mondo B2B e degli operatori di settore, sia per vivere un’atmosfera unica.

La tensione palpabile, il tifo irrefrenabile dei presenti, l’adrenalina degli chef mi hanno davvero sorpresa ed entusiasmata. Durante eventi come questo è percepibile il peso effettivo e l’importanza vitale che ha per i partecipanti la vittoria, soprattutto quando vi è una giuria composta da Jérôme Bocuse (figlio del fondatore della competizione) Enrico Crippa (presidente del Bocuse d’Or Europe 2018 e dell’Accademia Italia) e Carlo Cracco come presidente d’onore. Posso dire che anche se l’Italia non ha vinto, in un certo senso è stata protagonista perché le ricette dovevano essere preparate con ingredienti tipici del Piemonte e accompagnate con vini di queste terre. C’era poi anche un ingrediente segreto, svelato durante la gara: gli spaghetti. Un must della cucina made-in-Italy!

Al termine della competizione poi mi sono spostata nella Boutique Nespresso in via Roma 27, dove mi hanno presentato due nuove “ispirazioni” protagonisti della nostra estate: ispirazione salentina e ispirazione shakerato. Il primo è un omaggio al caffè alla Salentina, una ricetta a base di caffè freddo della varietà Robusta preparato con sciroppo di zucchero di canna, ghiaccio e latte di mandorle. Il secondo invece è un omaggio alla cultura del caffè freddo all’italiana, ovvero il caffè shakerato.

 

Ho imparato molti trucchetti durante questo pomeriggio firmato Nespresso, ecco qualche chicca:

  • Nella preparazione con ghiaccio è preferibile erogare il caffè direttamente sul ghiaccio nella tazzina per non perdere l’aroma del caffè.
  • Per il caffè alla salentina, il latte di mandorle può essere preparato anche in casa se non piace troppo dolce.
  • Il caffè shakerato perfetto si prepara con un caffè estratto a freddo con il cold brew, un processo di macerazione del caffè con acqua e ghiaccio.

Se volete lasciarvi trasportare nel mood estivo con queste due nuove edizioni limitate firmate Nespresso vi lascio qui anche le due ricette per preparare il vostro preferito al meglio. Io non ne posso fare a meno e credo che saranno due alternative perfette per rifrescare i pomeriggi caldi d’estate, proprio come se fosse un rituale da rispettare.

shakerato+salentina

Caffe alla salentina

1-2 cubetti di ghiaccio

4-6ml di sciroppo di mandorle

25ml di Ispirazione Salentina

Caffè shakerato

2-3 cubetti di ghiaccio

4-6ml di sciroppo di zucchero

25ml di ispirazione salentina

 

Provateli e fatemi sapere!

Ma soprattutto alla prossima 😉

Sonia

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie