ciotola con insalata nizzarda e ingredienti vari

Insalata nizzarda

Vegetariana
  • Preparazione: 0h 15m
  • Cottura: 0h 7m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 4 persone
  • Cucina: Francese

L’insalata nizzarda (o salade niçoise) è un piatto tipico ella cucina francese, in particolare molto diffuso a Nizza e in generale in Costa Azzurra. Si tratta di una ricetta semplice e fresca preparata con lattuga, pomodoro, uova sode, acciughe e olive. Tutti ingredienti che le donano sostanza, tanto che può essere consumata anche come piatto unico, soprattutto se si opta per la variante ligure, che prevede l’aggiunta di patate lesse e fagiolini (gli stessi ingredienti utilizzati nella pasta con pesto alla genovese)!

 

Ingredienti

  • Lattuga romana 300 g
  • uova medie 4
  • Pomodorini ciliegini 250 g
  • Tonno sott’olio sgocciolato140 g
  • Olive nere denocciolate 100 g
  • Acciughe sott’olio 20 g
  • Cipollotto fresco 40 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Allergeni

Uova Pesce

Procedimento

Lava la lattuga sotto l’acqua corrente, asciugala e tagliala a pezzi eliminando il ceppo alla base. Pulisci anche il cipollotto, eliminando le radici e la buccia esterna e taglialo a rondelle sottili. Taglia a spicchi i pomodorini e sminuzza i filetti di acciuga. Trasferisci tutto in una ciotola, unisci anche le olive, il tonno sott’olio e tieni da parte.

Metti le uova in un pentolino, riempilo d’acqua fredda e portalo sul fuoco. Accendi la fiamma e lascia cuocere le uova per 7 minuti dall’inizio del bollore in modo che risultino sode. Quindi trasferiscile in acqua fredda per bloccare la cottura, sgusciale e tagliale a spicchi nel senso della lunghezza.

Unisci anche le uova agli altri ingredienti, condisci con sale, pepe, olio extravergine d’oliva e mescola per bene.

La tua insalata nizzarda è pronta!

Varianti della ricetta

Se vuoi altre idee per insalate fresche adatte alla bella stagione, ti suggerisco anche la Caesar Salad e l’insalata eoliana.

Se invece vuoi restare su questa ricetta ma modificarla, puoi trarre ispirazione dalle molte varianti con cui l’insalata Nizzarda viene preparata, oltre alla versione ligure, ci sono anche altre varianti elaborate a partire dagli anni Ottanta, che prevedono l’aggiunta di cetrioli, peperoni crudi e cipolla rossa, ma anche fave, sedano, carciofi, ravanelli, ecc.

Conservazione

Come tutte le insalate, ti suggerisco di consumare subito la tua insalata nizzarda dopo averla composta e condita, altrimenti gli ingredienti rischierebbero di ossidarsi e rovinarsi in frigorifero.

Curiosità

L’insalata nizzarda è nata a Nizza prima del 1860, cioè nell’epoca in cui la città era ancora italiana. Questo spiega la presenza di ingredienti tipicamente utilizzati nella riviera ligure, dove questa ricetta è chiamata  condiglione (in genovese “condiggion” – pronunciato “cundiggiùn”, in ligure ponentino “cundijùn”).

4.5/5
vota