Lievito di birra e fake news

“Ho mangiato quella pizza e mi son gonfiato!”,“Non mangio lievito perchè sono celiaco”. “ Ho fatto i test delle intolleranze e sono risultato sensibile al lievito quindi non posso mangiarlo”. Quante volte hai sentito amici e conoscenti fare queste affermazioni? Molto spesso il mondo del lievito di birra si ritrova a dover fare i conti con delle fake news che, non si capisce bene nè come, nè perchè, prendono piede e si diffondono anche grazie alla rete, senza un reale fondamento scientifico.

Io ho un enorme difetto: amo studiare e approfondire le mie conoscenze, cercando sempre la causa delle cose e non fermandomi, per quanto possibile, all’apparenza e alla superficie.

Il lievito fa ingrassare?

Uno degli esempi che mi vengono in mente per primi è il pensiero che il lievito faccia ingrassare. In realtà, è molto semplice comprendere che il lievito non abbia un potere calorico tale da causare un aumento di peso, anche data l’esigua quantità che se ne usa nelle preparazioni. Purtroppo quello che più comunemente accade è che si ecceda nel consumo di prodotti che contengono lievito di birra, ma anche burro, uova e zucchero… bisogna concentarsi sugli imputati giusti!

Insomma, nessun problema in una dieta ipocalorica a consumare una pizza marinara, ma se la condiamo con zola e salsiccia forse in effetti non sarà una scelta light!

Se mangio lievito mi gonfio

Altro mito comune è quello che vuole che il lievito tenda a gonfiare la pancia e ad influire sulla corretta digestione. Ed anche questo è assolutamente falso. La fermentazione alcolica azionata dal lievito permette ai cibi di crescere e trasformarsi nella masse soffici e alveolate che conosciamo. Permette anche di trasformare gli zuccheri complessi in zuccheri più semplici: in questo modo l’azione del lievito facilita la digestione, rendendo i prodotti più facilmente assorbibili. Quello che non è vero è invece che il lievito continui ad agire una volta ingerito: la sua azione si ferma molto prima! Con la cottura i lieviti contenuti nel nostro prodotto muoiono! Nessun rischio quindi che possano continuare a lavorare nel nostro intestino!

Lievito di birra e celiachia

Altra mancata verità è che chi soffre di celiachia non possa consumare lievito. Entriamo nel campo delle patologie ed è sempre meglio muoversi con cautela, ma il lievito non contiene glutine.

Quindi quello cui bisogna fare attenzione sono le farine che utilizziamo per la preparazione del prodotto, e non il nostro piccolo prezioso cubetto di microrganismi!

Lievito e intolleranza

Anche le intolleranze al lievito che molti denunciano, devono essere ben valutate. Non ci si può basare sui soli sintomi simili a quelli del consocente che aveva lo stesso problema, o a test di autodiagnosi. In questi casi,se persiste il sospetto , è necessario rivolgersi a degli specialisti seri, che possano aiutare a trovare le sostanze da cui tenersi lontani con certezza!

Insomma, come sempre anche in questi casi è la conoscenza è quel che ci può salvare, aiutandoci a fare le scelte più consapevoli senza privarci di una sostanza che in realtà è ricchissima e preziosa per il nostro benessere!

Articolo realizzato in collaborazione con @welovelievito?

4.8/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie