Mini gelati allo yogurt e frutti di bosco

A volte, è proprio nelle cose più piccole che si nasconde quella magia, quel qualcosa di speciale, anzi, in questo caso dovrei dire dolce, capace di stupirci! Sto parlando proprio dei mini gelati allo yogurt e ai frutti di bosco, piccole bontà su stecco perfette per grandi e piccini. Sono ideali per un compleanno, per una festa, da gustare durante una bella passeggiata o a merenda… insomma, ogni occasione è sempre buona!

Il bello, poi, sai qual è? Puoi dare libero sfogo alla tua fantasia e divertirti a personalizzarli utilizzando i tuoi ingredienti preferiti, coinvolgendo anche i più piccoli che, certamente, non si tireranno indietro! Ti posso assicurare che a casa mia sono stati un vero successone, proprio come il mio gelato al cioccolato e alla fragola, perché gli amici di mia figlia Laura ne hann fatto subito incetta, chiedendomi addirittura il bis! Cosa aspetti? Preparali e fammi sapere!

vassoio con gelatini su stecco con frutti di bosco

PREPARAZIONE: 30 min. RIPOSO: minimo 3 h DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 16 gelati

yogurt greco 250 g
panna fresca 120 g
zucchero semolato 50 g
limone la scorza di ½
gelatina alimentare 8 g
frutti di bosco misti 150 g

Procedimento

Con l’aiuto di uno sbattitore elettrico lavora lo yogurt con lo zucchero e la scorza del limone grattugiata, aggiungi la panna fresca e amalgama fino a rendere il composto spumoso.

A parte, idrata la gelatina in acqua freddissima per almeno 10 minuti, poi scolala e strizzala. Scalda due cucchiai di panna e scioglici dentro la gelatina ben strizzata.

Con l’aiuto dello sbattitore elettrico, unisci al composto di yogurt la gelatina idratata sciolta nella panna. Trasferisci il tutto in un sac a poche e tieni da parte.

Prepara i frutti di bosco. In una ciotola di acqua fredda immergi i frutti di bosco, poi aggiungi un cucchiaio di Bicarbonato Solvay® Frutta&Verdura in Microgranuli e massaggiali delicatamente. Lava, asciuga e taglia a metà i frutti di bosco e distribuiscili negli stampini di silicone dei mini gelati; inserisci in ognuno di essi un mirtillo intero, mezza mora, mezzo lampone e due ribes. Riempi con la crema di yogurt gli stampini aiutandoti con la sac a poche (ci staranno circa 35 g a stampino).

Livella la crema con una spatola eliminandone l’eccesso e riempiendo bene tutti i buchi, inserisci lo stecco di legno e livella di nuovo la superficie per renderli omogenei. Metti ora i tuoi mini gelati ai frutti di bosco in congelatore per almeno 3 ore, meglio se li prepari la sera prima.

Una volta ghiacciati, estraili dagli stampi di silicone e servili. I tuoi mini gelati ai frutti di bosco sono pronti!!*

Note

*Puoi decorare i tuoi gelatini con  granella di pistacchi e confettini di cioccolato, o con nocciole, con confettini di zucchero e altre decorazioni commestibili a piacere: successo garantito!

Il gelato è la tua passione? Tra creme e frutta, i gusti più classici non potranno certo mancare nel tuo ricettario! Ti svelo le mie ricette!

Conservazione

Puoi consumare al momento i tuoi gelati allo yogurt, oppure conservarli in freezer in un contenitore ermetico per 1 mese al massimo.

5 Commenti

  1. Ciao Sonia,
    Sai dove posso comprare le formine per questi ghiaccioli per favore?
    Grazie

  2. Sonia perchè non rispondi a Mario del 7 giugno 2018? Interessa anche a me la sua domanda e la tua risposta.
    Grazie!

  3. 2 dubbi ad una prima lettura

    1) Con la mia attrezzatura, ho sempre trovato difficoltà nel gestire dosi eccessivamente piccole di meringa italiana, o di pate a bombe, con il metodo dello sciroppo di zucchero a 121°: una buona percentuale resta attaccato al pentolino e/o sui bordi della planetaria (10 gr. sono il 10%, in questo caso), con la sonda c’è la matematica certezza di toccare il fondo del pentolino (anche se si può ovviare con altri metodi empirici), anche la planetaria non monta bene pochi albumi (o tuorli, o uova intere). Poi io ho sempre fatto la meringa italiana con le dosi di una meringa classica: una parte di albumi e due di zucchero; qui è 1:1, circa.

    2) La percentuale di zucchero totale della ricetta (assumo che lo yogurt magro non sia zuccherato), è meno del 10% (45 gr su 540 gr): aiuterà di certo il congelamento, ma non si rischia di avere un prodotto finale poco dolce? Il congelamento attenua molto la percezione di dolce.

    1. Ciao Mario! Eccomi, scusa per il ritardo.
      1. Sì, confermo che è insidioso usare in planetaria una piccola dose di ingredienti ma per evitare che lo zucchero rimanga sulle pareti devi aggiungerlo in modo furbo in planetaria. Versane poco per volta e cercando di non farlo finire sulle fruste in azione. Per fare in modo che la sonda del termometro rilevi in modo efficace la temperatura, puoi inclinare il pentolino sul fuoco in modo tale da accumulare lo sciroppo e ottenere maggiore profondità per la sonda stessa.
      2. La percentuale di zucchero che ho scelto, ovvero due bei cucchiai pieni, per 300 g circa di liquidi a mio parere è sufficiente. La dolcezza percepita sta anche al gusto personale 🙂
      Resto a disposizione,
      Sonia

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie