Mini krapfen salati

I mini krapfen salati sono piccoli si, ma non fanno certo rimpiangere i loro cugini dolci, quelli che nel periodo di carnevale la nonna Ottilia mi preparava per fare una merenda diversa e golosa. 

Le frittelle lievitate preparate con un impasto a base di patate lessate, come queste che ho fatto per te, sono in realtà un prodotto abbastanza diffuso in Tirolo, e spesso è possibile trovarli anche alle fiere e ai mercati, dove con il loro calore riscaldano il freddo inverno di montagna (in alcune zone si chiamano crafeni). 

Dato però che mi piace sempre aggiungere un tocco di novità, ho riempito questi bocconcini dorati di una fonduta di formaggio, per trasformarli da piccolo piacere a vero e proprio peccato di gola, che potrai preparare anche tu per i tuoi amici. Che tu scelga di portarli in tavola per un aperitivo ad alto tasso di golosità o come antipasto stuzzicante, ti lascio la ricetta e un consiglio: abbonda con le dosi, perchè non sono mai abbastanza!

Alzatina con krapfen

PREPARAZIONE: 30 min. LIEVITAZIONE: 180 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per l’impasto di circa 24 mini krapfen

acqua 25 ml
farina 00 125 g
farina manitoba 125 g
lievito di birra disidratato 3,5 g
miele 1 cucchiaino
patate lesse 150 g
tuorlo 1
strutto (o burro) 30g + q.b. per ungere la ciotola
sale 6 g

Per la fonduta

formaggio morbido 180 g (senza crosta)
panna fresca liquida 80 g *****

Per friggere

olio di semi di arachide 1 l

Procedimento

Per i mini krapfen

Lessa le patate* e ancora calde passale nello schiaccia patate. Metti nella planetaria con il gancio le farine, le patate schiacciate, il lievito** ; aziona la planetaria e aggiungi l’acqua, mischiata con il tuorlo, il miele e il sale. Quando compariranno delle grosse briciole, inserisci lo strutto, e continua ad impastare fino a che il composto si unirà in un unico pezzo attorcigliandosi al gancio.

Ribalta l’impasto sul piano di lavoro e lavoralo formando una palla liscia, poi adagiala in una ciotola leggermente unta con lo strutto***, copri con la pellicola e mettila a lievitare per almeno 2 ore nel forno spento fino al raddoppio del volume iniziale. ***

Trascorso il tempo indicato, prendi l’impasto e stendilo con un mattarello a un’altezza di almeno 1 cm e con un coppapasta del diametro di 5,5-6 cm inizia a ritagliare dei dischi. Adagiali a mano a mano in una leccarda foderata con carta forno e lasciali lievitare per circa un’ora nel forno spento.

Trascorso il tempo indicato, fai scaldare l’olio in una pentola capiente fino ad arrivare a 170-175°; ora, molto delicatamente, taglia la carta forno sottostante i dischi in tanti quadrati che li contengano. Prendi un disco alla volta con tutta la carta sottostante (questo servirà a non farli sgonfiare evitando di toccarli direttamente) e immergili nell’olio caldo, poi elimina la carta con una pinza.

Friggi i tuoi krapfen da entrambi i lati fino a doratura, poi mettili a scolare su di un vassoio foderato di carta assorbente da cucina. Per una frittura perfetta, ti lascio qui qualche consiglio!

Per la fonduta

Togli la crosta al formaggio, taglialo a pezzetti e mettilo in una pentola insieme alla panna; fai sciogliere il formaggio a fuoco dolce e, continuando a mescolare, riducilo in crema. Metti la fonduta in un biberon o in una sac a poche e farciscici i krapfen spremendoci dentro la fonduta con un gesto deciso. Una volta farciti, i tuoi krapfen salati sono pronti per essere gustati!

Note

* Si fa presto a dire patate, ma sai che ne esistono tantissime varietà? Ho scritto una piccola guida per aiutarti a scegliere sempre la qualità migliore per la tua preparazione!

** Se preferisci usare il lievito fresco in cubetti, mettine 12 g. Sai la differenza tra i due tipi di prodotto? Te la racconto qui!

*** Puoi sostituire lo strutto con del burro, usandone la stessa dose

**** Sono certa che non accadrà, ma se qualcosa dovesse andare storto nell’impasto, c’è sempre un modo per rimediare! Vieni a leggere questa pagina, ti svelo tutti i segreti per impasti perfetti!

***** Sugli scaffali dei supermercati ci sono sempre più tipi di panna: fresca, a lunga conservazione, liquida, per salati, per dolci, da montare… leggi qui, ti aiuto a fare un po’ di chiarezza per scegliere al meglio!

Fritti per tutti i gusti!

Il detto dice che fritto è buono tutto, quindi pensa a che meraviglie possono uscire dalla tua cucina con la ricetta giusta! Penso che il fritto sia da consumare in maniera responsabile, ma anche che metta allegria: poco, ben fatto, ma mai privarsi di un buon bocconcino dorato!

Conservazione

Come tutti i fritti, anche i mini frapfen salati sono perfetti appena fatti. Ti sconsiglio di conservarli troppo a lungo, e di congelarli.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie