Panfocaccia

Soffice come una focaccia, profumato come il pane appena sfornato, con una crosta così dorata e croccante da trasformare ogni morso in pura poesia. Ebbene sì, sto proprio parlando del pan focaccia! Come dice il nome, si tratta di un lievitato che si pone a metà strada tra il pane e la focaccia e che racchiude in sè il meglio delle due preparazioni.

Quando lo preparo solitamente non resisto a gustarne una bella fetta così, da sola, appena tiepida e fragrante… e ti consiglio di fare proprio come me, è una esperienza deliziosa! Se resisterà qualcosa al primo assalto potrai poi tagliare il tuo panfocaccia a metà e farcirlo con ciò che preferisci: sarà perfetto come merenda salata o anche per spuntini veloci e golosi.

Segui la mia ricetta in tutti i suoi passaggi! Non potrai sbagliare e potrerai in tavola tutto il gusto e il sapore delle ricette genuine preparate con tanto amore.

Come fare pan focaccia

PREPARAZIONE: 30 min.  LIEVITAZIONE: 4 ore e 20 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti

farina manitoba 250 g
farina 00 250 g
acqua 320 g
olio extravergine di oliva 30 g + q.b. per la spianatoia
sale 10 g
lievito di birra disidratato 7 g
miele di acacia 1 cucchiaino

Procedimento

Per preparare il tuo pan focaccia metti nella ciotola di una planetaria munita di gancio le due farine e il lievito di birra disidratato. Sciogli il sale nell’acqua, aziona la planetaria e aggiungila a filo continuando a impastare fino a che l’impasto non si sarà incordato* staccandosi completamente dalle pareti della ciotola. Sempre impastando unisci il miele e poi, poco alla volta, l’olio. Ribalta l’impasto sul piano di lavoro che avrai unto e lavoralo con le mani per ottenere una palla, poi ricoprila con una ciotola rovesciata e lasciala riposare per 15-20 minuti.

Trascorso il tempo indicato, pratica delle pieghe per rendere l’impasto liscio ed elastico: schiaccia leggermente l’impasto, prendi i lembi di sopra e di sotto e portali verso il centro, poi fai la stessa cosa con i lembi di sinistra e di destra portandoli a sovrapporsi. Gira l’impasto mantenendo le pieghe verso il basso e lascialo riposare ancora per 15-20 minuti sempre coperto con la ciotola. Ripeti le pieghe e poi forma una palla, mettila in una ciotola unta di olio e coperta con pellicola a lievitare per almeno due ore.

Quando l’impasto sarà pronto, ribaltalo sul piano di lavoro leggermente unto, appiattiscilo leggermente senza sgonfiarlo del tutto e arrotolalo piuttosto stretto fino a formare un filoncino; porta le estremità verso l’interno e poi giralo mantenendo le pieghe sotto di esso. Trasferisci il filoncino su una placca foderata con carta da forno, ungi la superficie del pan focaccia di olio e mettilo a lievitare per un’ora nel forno spento.

Una volta che l’impasto sarà lievitato, pratica una pressione con le punta delle dita per lasciare dei buchi sulla superficie, attendi un’altra mezz’ora, poi infornalo in forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti ponendo una ciotolina con dell’acqua sul fondo del forno.

Una volta che il pan focaccia sarà ben dorato e cotto, estrailo dal forno, mettilo a intiepidire su una gratella e poi gustalo in tutta la sua bontà!

Pan focaccia tagliato e pronto da gustare

Note

* Con questo termine si intende dire che l’impasto dovrà attorcigliarsi al gancio della planetaria.

Pane o focaccia? Idee per tutti i gusti

Sei più rustico, da pane magari integrale o preferisci la soffice golosità della focaccia? Niente paura, non devi scegliere adesso… eccoti una serie di ricette che soddisferanno ogni gusto. IO per esempio alla domanda pane o focaccia rispondo sempre “entrambi!”

Ricette per focacce sfiziose

Ricette per pane fragrante

Conservazione

Una volta pronto, ti consiglio di consumare al momento il tuo pan focaccia. Puoi anche tagliarlo a fette e congelarlo, una volta cotto e raffreddato, per poi consumarlo all’occorrenza.

-->

2 Commenti

  1. Bellissimo ed invitante!! Ma per farlo senza glutine uso la stessa quantità di farina ed acqua?

    1. Ciao Paola, per l’acqua di sicuro cambia la proporzione, dipende da quanto assorbe la farina, dovrai regolarti tu al momento di impastare.

      Buona cucina

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie