Pasta frolla alle mandorle

“Era inevitabile: l’odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati”. L’incipit de “L’amore ai tempi del colera” di Marquez mi ricorda un mito greco che mi ha sempre affascinata: si narra che la dolce Fillide, temendo che l’amato Acamante fosse perito nella battaglia di Troia, si lasciò morire e Atena la trasformò in un mandorlo spoglio; quando l’uomo, in realtà salvo, tornò da Fillide, pianse ai piedi delle sue radici e le lacrime si trasformarono in petali profumati che adornarono la pianta. Ecco come nasce il mandorlo.
In letteratura questo frutto secco è dunque spesso collegato a qualcosa di travagliato e mai del tutto positivo, ma in cucina invece è protagonista di storie esclusivamente a lieto fine!
La pasta frolla alle mandorle ne è un esempio, delicata e dal sapore inconfondibile che si presta alla perfezione per trasformarsi in deliziosi biscotti o in crostate ricche e farcite.

Dopo la pasta frolla alle nocciole e quella senza glutine e latticini, ecco un’alternativa per ottenere con estrema semplicità dei dolci diversi dal solito ma adatti a qualsiasi occasione.
Ora che te l’ho presentata in maniera così poetica, ti esorto a provare la mia ricetta della pasta frolla alle mandorle, sicura che diventerà una delle tue preferite.

Pasta frolla alle mandorle, per crostate e biscotti deliziosi

PREPARAZIONE: 15 min. RIPOSO: 60 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

Pasta frolla alle mandorle: ingredienti per circa 650 g di impasto (per uno stampo di 24 cm)

farina 00 225 g
farina di mandorle 100 g
burro 140 g
zucchero a velo 100 g
uova medie 1 + 1 tuorlo
bacca di vaniglia 1
sale 1 pizzico

Pasta frolla alle mandorle: procedimento

In un food processor* metti la farina 00 e il burro freddo tagliato a tocchetti, quindi aziona per ottenere la sabbiatura, ovvero un composto dalla consistenza simile alla sabbia. Aggiungi la farina di mandorle e lo zucchero a velo, in ultimo il sale.

Pasta frolla alle mandorle

Incorpora ora i semini interni di una bacca di vaniglia, l’uovo intero e il tuorlo: aziona nuovamente e vedrai che tutti gli ingredienti tenderanno ad aggregarsi.

Pasta frolla alle mandorle

Trasferisci tutto sul piano di lavoro, aggiungi il pizzico di sale e continua a mano: lavora velocemente e non troppo a lungo, giusto il tempo di ottenere un panetto omogeneo e compatto. Avvolgilo nella pellicola trasparente e lascialo riposare in frigorifero per almeno un’ora. La tua pasta frolla alle mandorle è pronta per essere usata!

Pasta frolla alle mandorle

Pasta frolla alle mandorle: note

*Non hai un food processor o vuoi impastare a mano? Puoi farlo amalgamando gli ingredienti ma utilizzando il burro morbido; evita di lavorare l’impasto troppo a lungo perché il calore delle mani scioglierebbe il burro.
Se vuoi, puoi aggiungere all’impasto qualche goccia di aroma naturale (o essenza) di mandorla amara.

In cucina l’imprevisto è sempre dietro l’angolo: se la tua pasta frolla dovesse impazzire, non preoccuparti! Ti basterà seguire il mio tutorial!

Vuoi farcirla a freddo, magari con una crema pasticciera? Ti consiglio il mio tutorial oppure il mio video su come fare la cottura alla cieca.

Pasta frolla alle mandorle: conservazione

Puoi conservare la pasta frolla alle mandorle in frigorifero coperta con pellicola trasparente per un giorno prima di utilizzarla. Puoi congelarla e conservarla per 2 mesi per averla sempre a portata di mano.

20 Commenti

  1. Ciao Sonia..complimenti sei bravissima. Io sono celiachia e ti chiedo: è possibile fare una frolla con farina di mais. Io non amo le miscele di farina..anche xché non le potrei mangiare.. a meno che non siano farina di riso e farina di mandorle oppure mais e mandorle. .😘

    1. Sostituisci la farina 00 con quella di riso. Anche io ho il tuo problema e faccio sempre così 🙂

  2. Volevo sapere se dovessi fare dei biscotti a che temperatura e per quanto tempo li dovrei cuocere?

    1. Ciao! Se vuoi fare dei biscotti, puoi cuocerli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Buona cucina 🙂

  3. Ciao Sonia,
    posso sostituire parte del burro con yogurt o olio? Se sì in che percentuale?
    Sono in attesa della tua ricetta della spongada.
    Grazie
    Maria

  4. Che bella ricetta, sento già il profumo delle mandorle 🙂 … ho solo un dubbio, sarà abbastanza consistente per essere usata come base per una crostata di crema pasticcera e frutta?

  5. E’ possibile frullare delle mandorle pelate anziché usare la farina di mandorle? Grazie

    1. Ciao Andrea! Non è così semplice, perché in casa è molto difficile ottenere una farina omogenea e fine, come serve per la pasta frolla 🙂

  6. Ciao Sonia la potrei usare x la pastiera…grz Buona giornata

  7. È possibile usare la planetaria seguendo la stessa successione degli ingredienti? Grazie

    1. Ciao Liliana! La planetaria, nel caso della pasta frolla, non è lo strumento più indicato: è necessario un robot dotato di lame (il food processor) per frullare omogeneamente burro e farina e non surriscaldare gli ingredienti!

  8. Ciao sonia, posso sostituire la farina 00 con quella di farro? Non ho mai provato ad unire farina di farro e farina di mandorle. Grazie

    1. Ciao Roberta! Se vuoi puoi provare ma non otterresti una pasta frolla elastica. Anche sul sapore avrei dubbi ma sperimentare è la mia parola d’ordine! Consiglio solo di aumentare, se vedi che è necessario, i liquidi: o un po’ di albume oppure burro. Fammi sapere!

  9. Sonia, dove compri la farina di mandorle? io non la riesco mai a trovare 🙂

    1. Ciao! La trovi facilmente nei supermercati più forniti, nel reparto dei prodotti dolciari per le decorazioni o i preparati. Io acquisto sempre online 🙂

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie