Patatas bravas

Piccante è la parola d’ordine. Cucina piccante, vita piccante! Spezie, fritto, caldo. Aria spagnoleggiante, di festa, compagnia. Il vociare e l’allegria delle Ramblas. Ecco cosa mi ispirano le patatas bravas, patate a spicchi ben fritte e accompagnate da una deliziosa salsina che porta lo stesso nome; un connubio intrigante ed irresistibile, da scegliere per grigliate, cene in compagnia, occasioni particolari e un po’ selvagge: è proprio questo, d’altronde, il significato letterale di “bravas”! Io le scelgo per un ricco aperitivo assieme alla mia particolarissima frutta secca speziata, ma è anche un contorno perfetto per, ad esempio, il pollo alla diavola

Ho scoperto le patatas bravas anni fa e il mio amore per loro non si è mai affievolito, tant’è che le preparo molto spesso e le mie figlie sono cresciute anche con questi sapori decisi! Se quando vedi le classiche patate al forno non riesci a trattenere l’acquolina, ti dovranno trattenere con la forza appena sentirai il profumo e la bontà di queste patatas bravas. 

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 25 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

ingredienti per 4 persone

patate gialle 1 kg
paprika dolce in polvere 2 cucchiai

Per la salsa brava

aglio 1 spicchio
cipolle rosse 100 g
peperoncino dolce in polvere 2 g
peperoncino piccante in polvere 1 g
farina 00 30 g
acqua 300 g
olio extravergine di oliva 30 g
sale fino q.b.

Per friggere

olio di arachidi 1 lt

procedimento

La salsa

Inizia dalla salsa. Monda l’aglio e la cipolla, per tritare finemente quest’ultima. Lascia appassire entrambi per qualche minuto in una padella antiaderente, assieme all’olio extravergine di oliva. Aggiungi anche i due peperoncini in polvere.

Patatas bravas

Ora la farina, da incorporare per bene. Aggiungi l’acqua e mescola bene per far rapprendere la salsa, quindi condisci se vuoi con un pizzico di sale. Frulla tutto con un frullatore a immersione per ottenere una salsa liscia. Tienila da parte e procedi con le patate.

Patatas bravas

Le patate

Lava bene le patate e poi pelale con un pela verdure. Tagliale in quarti nel senso della lunghezza e poi a metà. Falle lessare in acqua bollente salata per 9-10 minuti, cuocendole ma senza spappolarle. Scolale per bene.

Patatas bravas

Scalda, in una pentola bassa e larga, l’olio di arachidi fino a fargli raggiungere i 175°*. Immergi un po’ di patate per volta per farle ben dorare, quindi scolale su un foglio di carta assorbente.

Patatas bravas

Non ti resta che condire le patate fritte con la paprika e un pizzico di sale, per servirle poi con la salsa. Patatas bravas pronte!

Patatas bravas

note

* La temperatura dell’olio è fondamentale, per questo consiglio l’utilizzo di un termometro. Ecco il tutorial in cui parlo del fritto perfetto.

conservazione

Per essere gustate al meglio consiglio di assaporare subito le patatas bravas, con o senza salsa. Puoi conservare la salsa per un paio di giorni in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico. Non consiglio di congelarle.

4.5/5
vota

3 Commenti

  1. Salve. Saranno sicuramente ottime, già ho l’acquolina. Vorrei sapere però’, le patate dovranno essere immerse in acqua già a bollore? E per quanti minuti più o meno??? Grazie ancora

  2. Appena tornato da Barcellona, me le servivano con questa salsa e una specie di aioli. In più in alcune c’era una punta di dolciastro che mi faceva impazzire. Piatto fantastico.. Ne ho mangiate una valanga con tanate estrelle ❤️ proverò questa versione 😊

  3. Ottima ricetta. Tutto riuscito ad arte. Seguendo le tue istruzioni…la salsina mi è durata tre giorni conservata in frigorifero.Grazie Sonia! Il tuo sito è stupendo!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie