Pudding al cioccolato e whisky

A settembre ho avuto il grande piacere di visitare l’Irlanda. Che viaggio incantevole e che ricordi! Le distese infinite di verde, i paesaggi mozzafiato a perdita d’occhio, la splendida e calorosa accoglienza che ci è stata riservata sono doni preziosi che porterò per sempre nel cuore. Ma, oltre a questo, come puoi immaginare, mi sono anche immersa nella cucina locale, scoprendo tante gustose bontà che ho voluto immediatamente replicare nella mia cucina: una tra tutte, il pudding.

Io, devi sapere, lo amo in tutte le sue differenti versioni: dolce, salato, bollito, al vapore, cotto al forno o fritto, insomma potrei mangiarlo in qualsiasi modo! Nella ricetta che ti sto per presentare, ti propongo la versione cotta la vapore, quella che mi è stata insegnata durante il mio viaggio, colorata dal cacao, profumata dalla vaniglia e impreziosita da una dose generosa di whisky. Soffice, più morbido di una nuvola e profumatissimo: ecco come lo descriverei in poche parole! 

Infine, la glassa versata ancora tiepida sulla superficie, che in parte viene assorbita e in parte forma una deliziosa  e irresistibile crosticina. Cosa dirti ancora? Ti consiglio con tutta me stessa di provare questa ricetta e portare così un angolo di Irlanda sulla tua tavola!

PREPARAZIONE: 25 min. COTTURA: 60 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Pudding: ingredienti per uno stampo a ciambella profondo 12 cm di 18 cm di diametro

Per la base

farina 00 150 g
cacao amaro in polvere 20 g
lievito in polvere per dolci 16 g
zucchero muscovado 130 g
burro 120 g a temperatura ambiente
uova medie 3 a temperatura ambiente
estratto di vaniglia un cucchiaino
whisky 60 g *
latte intero 70 g a temperatura ambiente
cioccolato fondente 120 g
sale 1 grosso pizzico

Per la glassa

cacao amaro in polvere 20 g
zucchero semolato 50 g
acqua 60 ml **

Pudding: procedimento

Per la base

Per preparare il pudding comincia sciogliendo il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde e lascialo intiepidire (qui puoi trovare nel dettaglio il mio tutorial).

Nel frattempo, nella ciotola di una planetaria munita di frusta lavora il burro assieme allo zucchero fino a ottenere un composto cremoso e chiaro per circa 10 minuti. Sempre con la macchina in azione, unisci le uova una alla volta, poi aggiungi la vaniglia, il whisky, il latte e alla fine il cioccolato ormai tiepido. Mischia il cacao alla farina e al lievito e setacciati, aggiungili poco alla volta al composto in ciotola, terminando con il sale; amalgama bene gli ingredienti, assicurandoti che non ci siano grumi.

Imburra generosamente e infarina lo stampo dotato di coperchio, oppure usa lo staccante alimentare che puoi trovare facilmente in commercio, e trasferisci al suo interno il composto ottenuto (se non hai uno stampo con il coperchio, puoi sigillare lo stampo con dell’alluminio). Cuoci in forno a vapore a 100° per 1 ora, oppure, puoi optare per la cottura a bagnomaria, immergendo lo stampo in un contenitore con dell’acqua bollente che arrivi circa a metà della sua altezza. In quest’ultimo caso, imposta il forno a 175° per 1 ora (se utilizzi la cottura a bagnomaria ti consiglio di sistemare il tutto nella parte più bassa del forno).

Trascorso il tempo necessario, puoi sfornare il pudding e lasciarlo raffreddare su una gratella. Intanto dedicati alla glassa.

Per la glassa

Per la glassa, in un pentolino unisci il cacao amaro, lo zucchero semolato e l’acqua e cuoci a fuoco medio fino a raggiungere il bollore. Quando comincia a bollire, prolunga la cottura di altri cinque minuti: mi raccomando, la glassa non dovrà rapprendersi troppo, ma deve rimanere piuttosto liquida.

Per la composizione

A questo punto, versa la glassa sul tuo pudding formando una decorazione a tua scelta. Il tuo pudding al cioccolato e whisky è pronto!

Pudding: note

* In alternativa, puoi sostituire il whisky con la stessa quantità di latte, per avere una versione analcolica.

Per ottenere un pudding più profumato, ti consiglio di utilizzare un whisky aromatizzato.

** Se desideri una glassa alcolica, puoi aggiungere 2 cucchiai whisky.

A proposito di Irlanda: ti consiglio di provare anche la mia Guinness cake e il mio spezzatino!

Pudding: conservazione

Puoi conservare il pudding sotto una campana di vetro in un luogo fresco e asciutto per 3 giorni al massimo. Puoi congelare il pudding una volta che si sarà completamente raffreddato.

1 Commento

  1. Ciao Sonia!
    Ti seguo da tanto e le tue ricette sono sempre iffallibili! Grazie!
    Ti volevo chiedere una cosa, anche per la cottura a bagnomaria va usata la teglia con coperchio?
    Grazie!!!
    ciao

    Valentina

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie