Come pulire gli agretti

Agretti, Barba del frate, Senape dei monaci, Liscari, Rospici, Riscoli, Arescani… in Italia ci sono davvero tanti nomi per individuare questa erba molto particolare e amatissima nella nostra cucina.
In questo tutorial ti spiegherò come pulire gli agretti, questo fantastico prodotto resistente alla siccità e molto diffuso soprattutto in Sicilia.

Come pulire gli agretti

Come pulire gli agretti: curiosità

Il nome scientifico di specie di questa pianta è Salsola Soda. Prima ancora di essere usata come ingrediente culinario, aveva un ruolo davvero particolare: dalla sua combustione si ricavava la soda, il carbonato di sodio, impiegato anche per la lavorazione del vetro e addirittura del sapone.

Perché il sodio?

Solitamente il sodio è molto nocivo per le piante, tant’è che si seleziona il terreno di coltivazione anche in base alla percentuale di sali in esso contenuti. Un’evidente eccezione sono le piante alofite come gli agretti; questo genere ha la proprietà di immagazzinare sodio annullandone, però, l’effetto nocivo e impedendogli così di diffondersi ed intaccare tessuti e fusto.

Come pulire gli agretti: gustosi e decorativi

Amo usare gli agretti in cucina non solo per il loro sapore dolciastro ma anche per la loro particolare consistenza! A differenza di altri ortaggi, non si disfano in cottura, anzi, rimangono abbastanza tenaci; per questo motivo sono particolarmente adatti anche da un punto di vista decorativo, come ad esempio in una frittata di spaghetti dove seguirebbero il movimento della pasta, oppure su una focaccia o pizza per una presentazione particolare.

Come pulire gli agretti: proprietà

Reperibili tra fine marzo e aprile a ridosso della primavera, gli agretti hanno enormi proprietà depurative; in passato, infatti, erano usati anche come coadiuvanti in medicina. Grazie al terreno salino in cui sono coltivati, sono molto ricchi di sali minerali; sono anche fibrosi, ricchi di magnesio e di ferro.

Come pulire gli agretti: procedimento

Ecco come pulire gli agretti.
Con un coltellino recidi la parte bianco-rossastra di ogni agretto e ogni estremità troppo spessa alla base dei fili sottili e teneri.

Come pulire gli agretti

Metti in ammollo gli agretti puliti in una ciotola colma di acqua fresca, che devi cambiare più volte. Infine, scola gli agretti e asciugali leggermente. Poi puoi cuocerli direttamente in padella con un leggero soffritto!

Come pulire gli agretti

Questo, secondo me, è un ingrediente da riscoprire e da tener presente quando si vuol cambiare un po’ routine in cucina; trasformalo in un contorno oppure aggiungilo alla pasta, magari per una bella frittata di spaghetti! Sentirai che bontà!

-->

2 Commenti

  1. In veneto li mangiamo anche in salsa cioè con le acciughe sotto sale.

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie