Red velvet cupcake

Un intenso rosso per attirare l’attenzione, una fiamma candida e spumosa per renderli strepitosi, profumo di cioccolato per soggiogare le menti. Esatto, ti ho appena donato la mia formula magica per conquistare parenti e amici! Nello specifico ho descritto i red velvet cupcake, che richiamano la celebre torta red velvet ormai conosciuta in tutto il mondo e di cui si gustano moltissime varianti.

Per la mia, ad esempio, ho scelto un frosting di crema al burro meringata: è in superficie ma anche nel cuore di questi dolcetti, così che all’assaggio si abbia una sorpresa memorabile. Ho sempre collegato la red velvet alle occasioni speciali, una ricorrenza, un incontro amoroso, l’ho vista addirittura come wedding cake. Questi cupcake tuttavia non sono da meno, da tenere in serbo per un dolcissimo regalo assieme ai cupcake al cioccolato, una monoporzione che è un concentrato di sapore e colore.

Sono proprio curiosa di sapere se il mio incantesimo ha fatto effetto, d’altronde si parla pur sempre di “fairy cake” ovvero tortini da fata. Ecco quindi a te, dopo i miei classici e al cappuccino, il mio preferito, ovvero il red velvet cupcake!

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Red velvet cupcake: ingredienti per 6 cupcake

zucchero semolato 60 g
burro a temperatura ambiente 85 g
uova medie 1
cacao amaro in polvere 8 g
bacca di vaniglia 1
yogurt 40 g
farina 00 60 g
lievito chimico in polvere 2,5 g
sale 1 pizzico
colorante alimentare rosso in gel q.b.*

Per la crema al burro meringata

acqua 35 g
zucchero semolato 125 g
albumi 60 g
burro a temperatura ambiente 100 g
bacca di vaniglia 1***

Per la decorazione

cuoricini di pasta di zucchero rossi 6
diavolini rossi q.b.
briciole di impasto red velvet

Red velvet cupcake: procedimento

La base

Per fare i red velvet cupcake, inizia a montare il burro assieme allo zucchero e ai semini della bacca di vaniglia. Aggiungi l’uovo intero ed incorporalo bene per ottenere un composto liscio.

Red velvet cupcake

Aggiungi il colorante, ne basta poco per ottenere un rosso intenso. A questo punto, lo yogurt. Setaccia farina, lievito, sale e cacao e lavora bene per incorporare tutti gli ingredienti senza formare grumi.

Red velvet cupcake

Trasferisci l’impasto per comodità in una sac-à-poche. Posiziona i pirottini di carta nella teglia per muffin e riempili fino a 2/3. Cuoci i cupcake in forno statico preriscaldato a 180° per 15 minuti. Verifica la cottura facendo la prova stecchino: qui sotto ecco il mio video su come fare.

Una volta pronti, sfornali e lasciali raffreddare completamente.

Red velvet cupcake

Una volta freddi, aiutandoti con un coppa pasta di 2 cm di diametro, estrai il centro di ogni cupcake arrivando fino a metà. Sbriciola e tieni da parte l’impasto prelevato, ti servirà come decorazione finale.

Red velvet cupcake

La crema al burro

In una planetaria munita di frusta inizia a montare gli albumi con 3/4 dello zucchero, aggiunto poco per volta. Nel frattempo, in un pentolino porta l’acqua e lo zucchero rimanente ad una temperatura di 121°****.

Red velvet cupcake

Unisci agli albumi lo sciroppo, a filo e senza mai smettere di tenere la planetaria in funzione. Un suggerimento: per evitare schizzi di sciroppo, che cristallizzerebbero sui bordi della planetaria, versalo stando vicinissimo al tazza stessa. Monta la meringa fino al completo raffreddamento.

Red velvet cupcake

In una ciotola lavora il burro assieme ai semini interni dell’altra bacca di vaniglia. Ottieni una crema liscia e morbida. Incorpora la meringa al burro, mescolando con attenzione dal basso verso l’alto. Trasferisci la crema in una sac-à-poche munita di bocchetta a stella.

Red velvet cupcake

Decora i cupcake

Riempi ogni cupcake colmando il foro centrale. Continua poi in superficie per creare una bella fiamma. Per ogni cupcake dovrai usare circa 30 g di crema al burro meringata.

Red velvet cupcake

Decora con un pizzico di impasto sbriciolato e tenuto precedentemente da parte. I tuoi red velvet cupcake sono pronti!

Red velvet cupcake

Red velvet cupcake: note

*Io mi trovo molto bene con i coloranti in gel, corposi e molto intensi. A seconda della marca e dalla tipologia puoi ottenere una sfumatura più o meno evidente, dettata anche dal gusto personale. Per questo non ho specificato una dose!

**Dalla preparazione della crema al burro ti avanzano due tuorli, puoi conservarli per fare una bella carbonara! Ecco a ricetta, magari dimezza le dosi per fare una cenetta per due. Puoi anche fare una crema pasticciera, deliziosa!

***Mi raccomando, non buttare via i baccelli ma conservali e scopri come riciclare le bacche di vaniglia!

****Per ottenere lo sciroppo perfetto e creare quindi una crema meringata, è necessario rispettare la temperatura indicata. Ti serve dunque un termometro da cucina, a immersione! Lo trovi facilmente online, nei negozi specializzati in cake design o in articoli casalinghi.

Red velvet cupcake: conservazione

Puoi conservare i red velvet cupcake a temperatura ambiente per 2-3 giorni al massimo, sotto una campana di vetro. In alternativa, puoi congelare la base e fare la crema al burro meringata solo all’ultimo momento. Non consiglio, quindi, di congelare il cupcake decorato.

13 Commenti

  1. Ciao Sonia! Grazie per le tue ricette, sono di grande aiuto! Ho letto le tre ricette dei cupcake… Red velvet, cappuccino, cioccolato… In tutti i casi hai scelto come farcitura una crema diversa, per quale motivo? E inoltre la crema al mascarpone che utilizzi per il “cappuccino” non starebbe bene anche con il cup cake “red velvet”? Grazie!

    1. Ciao Rosario, ovviamente per differenziare le ricette, puoi comunque abbinarle come più ti piace invertendo le frosting.
      Buona cucina

  2. Ciao Sonia, vorrei chiederti un parere per modificare la crema al burro meringata:
    vorrei aromatizzarla con il limone e non con la vaniglia.
    Potrebbe bastare lavorare a mano con una spatola il burro e del succo o aroma al limone?
    Inoltre vorrei sapere se si può realizzare anche senza la planetaria, magari con un mixer con la frusta a filo.
    Grazie mille! 🙂

    1. Ciao Maddalena, utilizza la scorza grattugiata del limone, mi raccomando che sia non trattato. Puoi usare tranquillamente il mixer .
      buona giornata

  3. Fatti e usciti buonissimi, ho fatto una piccola variazione, pur essendo red velvet, ho utilizzato diversi colori e il risultato è stato molto bello 😋

  4. C’è un errore nel procedimento della crema meringata dove parli di tuorli invece che di albumi ??

  5. Ma i dosaggi di zucchero e fatina sono corretti? C’è più burro 85 che farina 60 o zucchero 60. Magari è una sbaglio di scrittura ricetta. Grazie

  6. sa immensamente di burro, c’è piu burro che farina e zucchero, poi altra parte liquida lo yogurt. rifatta 2 volte ma niente sempre stesso sapore. inoltre il colore rosso è decisamente spento a causa della quantità di cacao che copre il colore e lo fa diventare marrone. anche ripetendo la ricetta e dimezzando il cacao diventa comunque marrone. tra l’altro la ricetta originale dovrebbe essere senza lievito ma con bicarbonato aceto e latticello.

    1. Ciao Fabio! Dopo la tua segnalazione abbiamo rifatto la ricetta e confermo le mie dosi e indicazioni. Questa è una ricetta tradizionale, affine alla pasticceria statunitense e inglese, e che contiene molto burro. Tuttavia, non si tratta di dosi sproporzionate una con l’altra. Son bene che la red velvet cake originale contiene il latticello e il baking soda, ma qui si tratta di “cupcake” ispirati alla red velvet, non si tratta della torta red velvet. Inoltre il colore rosso è più o meno intenso a seconda del colorante scelto: quelli in polvere o commerciali non agiscono intensamente, motivo per cui suggerisco di usare quelli in gel e in questo caso liposolubili (che si sciolgono a contatto con un alimento grasso, il burro) e non idrosolubili. La dose di cacao è consigliabile per diversi motivi, tra i quali compattare l’impasto. Infine, ho sostituito il latticello con lo yogurt unicamente per favorire a tutti la reperibilità degli ingredienti. A presto, con la ricetta della red velvet!

  7. Buongiorno, Sonia. Volevo chiederti se questa stessa ricetta posso utilizzarla per creare la Torta Red Velvet anziché i cupcake. In caso affermativo, le dosi vanno bene oppure devono essere raddoppiate o triplicate? Io vorrei preparare una Red Velvet per un minimo di 10 persone.
    Inoltre esporti un problema: mi è capitato diverse volte di preparare la Red Velvet, ma non mi è mai riuscita. La prima volta utilizzai il colorante rosso liquido, quello nelle fialette di pochi grammi; ne utilizzai circa 7, ma con il cacao il composto ottenuto cambiò colore e divenne di un verdastro/marrone poco invitante; la seconda volta, poiché nella mia zona è difficilissimo reperire il colorante e ne vendono solo in fialette, decisi di estrarre il colorante da una barbabietola rossa. Il colore non era proprio rosso, ma di un rosa acceso, comunque molto bello, eppure in forno sparì completamente e la torta ritornò al colore originale, come se non ci avessi messo nessun colorante…pensai che, essendo un colorante naturale, fosse evaporato. Ora ho ordinato il colorante gel online, quello della Wilton. E’ un buon prodotto? Mi potrà capitare di avere problemi anche con questo?

    1. Ciao Flavia! Questo procedimento è ideale per i cupcake, che hanno una particolare consistenza. Non te lo consiglio per la torta 🙂 Presto arriverà la ricetta, promesso! Anche io uso i coloranti in gel e ritengo siano i migliori per lo scopo!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie