Riso Vialone Nano

Coltivato in Lombardia, nel pavese, il riso Vialone Nano è un prodotto eccellente e caratteristico. Per forma, amido e consistenza si distingue dalle altre tipologie più comuni ed è molto apprezzato. Ti racconto tutto in questa scheda!

Riso vialone nano, un'eccellenza lombarda

Riso vialone nano: carta d’identità

Il Vialone Nano è una varietà di riso semi-fino coltivato in Lombardia, in particolare nel Pavese. Coltivazioni di vialone nano sono presenti anche nelle province di Mantova e Verona, dove è stato insignito dell’IGP, e in qualche zona del Piemonte. Nacque come ibrido fra la varietà di riso vialone e nano: la prima, selezionata dai fratelli De Vecchi di Vialone, è una qualità caratterizzata da grosse dimensioni che agevolavano la trebbiatura a mano, mentre la seconda è di dimensioni più ridotte e quindi più adatta ai processi di trebbiatura meccanica. Ne risultò un riso semi-fino di grande qualità e versatilità.

Caratteristiche

I chicchi del Vialone Nano presentano una forma tondeggiante e sono di media grandezza, essendo lunghi circa 5-6 millimetri. Le caratteristiche del chicco sono il dente smussato, la forma tozza e la perla centrale molto estesa. La percentuale di amido del Vialone Nano è inferiore a quella del riso Carnaroli: alcuni chef, infatti, lo mantecano con la frusta per consentire un rilascio maggiore di amidi.

Riso vialone nano: risotti, minestre e… verdure

Il Vialone Nano è particolarmente adatto alla preparazione di risotti (i classici sono il risotto all’isolana e alla pilota) e minestre, grazie alla sua capacità di rilasciare l’amido durante la cottura. Si tratta quindi di una varietà che si mantiene compatta e che cuoce in circa 14/15 minuti.  Il riso alla pilota è un piatto tradizionale della cucina mantovana arricchito con salsiccia, che deve il suo nome agli operai un tempo dedicati alla pilatura del riso, i “piloti”. Sempre con il Vialone Nano si prepara il risotto all’Isolana, a base di carne, tipico di Verona. Il suo nome deriva dal quartiere Isola della Scala, località nota per la coltivazione di una tra le migliori qualità di riso italiano. Qui capeggia il ristoratore Davide Botta, chef dell’Artigliere di Isola della Scala, che coltiva lui stesso questa tipologia di riso.

Sai in quale piatto è perfetto il Vialone Nano? Nei miei pomodori ripieni di riso! Provali:

-->

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie