Rotolo al limone

Quando nel pieno del pomeriggio ti viene quel languorino ma la cena è ancora lontana, tu riesci a resistere ad una bella tazza di thè fumante e ad una girella di pan di Spagna soffice e leggero ripieno di una spirale cremosa? Io no davvero! Amo i rotoli, perché sono molto scenografici e permettono di variare la farcitura ogni volta, con poche semplici scelte.

Sono sempre stata affascinata da questo dolce che alcuni dicono sia di origine inglese, e altri rivendicano come siciliano. Quel che è certo è che nessuno sa perché il suo nome richiami la svizzera, e che una volta imparato a preparare la base, potrai crearne infinite varianti lasciando libera la tua fantasia e la tua golosità! Questa volta ho voluto farcirlo con un tripudio di limone: alla crema pasticcera ho aggiunto uno strato della deliziosa Marmellata di limoni, che ha regalato al mio dolce una nota lievemente acidula e ungusto fresco, perfetti per stimolare ogni papilla gustativa.

La sue preparazione è davvero semplice: devi solo fare attenzione a mantenerla non troppo cotta, ben umida: in questo modo avrai una spirale perfetta e bellissima. Ora ti ho raccontato tutto…manca solo la ricetta: pronta a venire in cucina con me?

Rotolo al limone su vassoio

PREPARAZIONE: 35 min. COTTURA: 45 min. LIEVITAZIONE: 120 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per una teglia da 30×40 cm di lato

Per il rotolo

uova medie 6 (300 g sgusciate)
olio di semi 60 g
farina 00 120 g
zucchero semolato 160 g
lievito in polvere per dolci 1 g
vaniglia 1 cucchiaino di estratto
limone la scorza grattugiata di 1

Per la crema pasticcera al limone

latte fresco intero 600 g
tuorli 5 (100 g)*
zucchero semolato 180 g
amido di mais 50 g
amido di riso 40 g
limone la scorza grattugiata di 2 + 120 g di succo

Per farcire

marmellata di limoni 250 g

Per decorare

panna fresca liquida 100 g
zucchero a velo 10 g
crema pasticcera al limone avanzata (400 g)
marmellata di limoni 25 g

Procedimento

Per la crema al limone

Grattugia la buccia di 2 limoni e mettili in un bricchetto assieme a 120 g del loro succo, poi frulla il tutto con un frullatore a immersione.

In un pentolino versa il latte, il succo e le scorze frullate, lo zucchero gli amidi e i tuorli, mischia gli ingredienti con una frusta e accendi il fuoco e sempre mescolando fai addensare la crema. Una volta densa, versala in una pirofila larga e bassa, coprila a contatto con la pellicola e falla raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno un’ora o finchè si sarà rassodata per bene. Prima di utilizzarla, mescolala per renderla di nuovo cremosa e liscia. poi mettila in una sac à poche con bocchetta liscia da 1 cm di diametro (tranne 400 g che terrai da parte per la decorazione finale).

Per il rotolo

Dividi gli albumi dai tuorli. Monta gli albumi con le fruste finchè diventeranno bianchi, poi aggiungi in 3 volte distinte 100 g di zucchero sempre sbattendo e attendendo qualche secondo tra un’aggiunta e l’altra.

A parte, in una ciotola capiente metti i tuorli e la vaniglia con i restanti 60 g di zucchero semolato e montali fino a quando diventeranno chiari e spumosi. Aggiungi al composto di tuorli metà del composto di albumi amalgamandoli delicatamente con una marisa. Unisci anche l’olio di semi, la farina setacciata assieme al lievito e in ultimo i restanti albumi montati. Trasferisci il composto ottenuto nella teglia foderata con carta forno, livellalo delicatamente con una spatola**  e cuocilo a 180° per circa 20-25 minuti. ***

Una volta cotto, estrailo dal forno, toglilo dalla teglia con la carta forno sottostante e coprilo con della pellicola trasparente sigillandolo, quindi fallo raffreddare: in questo modo raffredderà conservando tutta l’umidità e sarà poi più facile arrotolarlo senza che si crepi.

Componi il rotolo

Elimina la pellicola dal rotolo. Ribalta il rotolo su un piano di lavoro e staccalo dal foglio di cottura delicatamente poi riposizionalo esattamente com’era. Taglia uno dei bordi più lunghi in obliquo e ricordati che quel bordo andrà posizionato nella parte inferiore del rotolo. Spalma sulla superficie la marmellata di limoni.
Sulla marmellata di limoni spremi la crema pasticcera al limone che poi livellerai con una spatolina. Arrotola la base aiutandoti con la carta forno sottostante e poi stringi il rotolo a caramella con la carta forno stessa. Avvolgilo anche con della pellicola stringendolo ulteriormente per tenere la forma. Disponi il rotolo così ottenuto nel frigorifero per tutta la notte; il giorno dopo elimina la pellicola e la carta forno, poi taglia le estremità del rotolo e disponilo su un piatto da portata.

Decorazione

Monta 100 g di panna fresca con 1 cucchiaio raso di zucchero a velo e uniscila ai 400 g di crema pasticcera al limone tenuta da parte molto delicatamente. Metti la crema ottenuta in una sac à poche con bocchetta liscia di 1 cm di diametro e spremi dei piccoli mucchietti su tutta la superfice del rotolo.

Terminata questa operazione, spremi tra un mucchietto e l’altro di crema un puntino di marmellata di limone passata al setaccio. Il tuo rotolo al limone è pronto per essere gustato!

Note

* Per la crema e il rotolo usa uova freschissime: in questa scheda ti insegno a leggere l’etichetta per poter scegliere sempre al meglio!

** Se ce l’hai, usa una spatola a gomito: ti permettere di stendere il tuo impasto in maniera perfetta, livellandolo con cura!

*** Non eccedere con la cottura del tuo rotolo: dovrà essere appena dorato e ben fermo, per fare in modo che possa restare umido e flessibile.

Rotoli per ogni gusto

Come ti dicevo, una volta imparata la ricetta della base, potrai apportare al tuo rotolo infinite modifiche, per ottenere una variante golosa al giorno! Io ne ho preparati molti: dai più semplici, farciti solo con confettura e zucchero a velo e ideali per la merenda dei più piccoli, a quelli più scenografici da portare in tavola nelle festività o quando hai ospiti esigenti. Ti lascio alcune delle mie idee, magari possono essere un buono spunto!

Conservazione

Il tuo rotolo swiss roll al limone sarà perfetto per un paio di giorni se lo conserverai in frigorifero in un contenitore ermetico o comunque ben sigillato con pellicola. Io non ti consiglio di congelarlo.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie