Spaghetti aglio, olio e peperoncino

La storia degli spaghetti aglio, olio e peperoncino è meravigliosa, perché dimostra perfettamente che una ricetta semplicissima può entrare a far parte di diritto in tutte le case e trasformarsi in una vera e propria tradizione. Ancora una volta, si dimostra che generalmente son le cose semplici ad andare avanti, se hanno struttura e nonostante le giuste e doverose varianti che ognuno di noi può apportare. 

Lo stesso discorso vale per le penne all’arrabbiata e i fusilli col tonno: entrambi un must della cucina di tutti i giorni; c’è chi aggiunge più o meno peperoncino, chi omette l’aglio, chi preferisce un olio diverso dall’extravergine… ma l’identità di questa ricetta è sempre quella. Riconoscibile a mille mglia di distanza. Consola tantissimo poter usare gli spaghetti aglio, olio e peperoncino come soluzione last minute, ma io trovo soddisfazione anche a sdoganarla servendola per una cena informale. Chi lo dice che non sarebbe all’altezza?

Che sia una goliardica serata tra amici, un pasto quotidiano in famiglia, un assaggio piccante, una cenetta tutta davanti ad un bel film, questi spaghetti garantiranno il meglio. E mi raccomando: sempre e solo in abbondanza eh!

Spaghetti aglio, olio e peperoncino

PREPARAZIONE: 5 min. COTTURA: 15 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Spaghetti aglio, olio e peperoncino: ingredienti per 4 persone

spaghetti 320 g
peperoncini freschi piccanti 3*
aglio 3 spicchi
olio extravergine di oliva 100 g
sale q.b.
prezzemolo 2 rametti

Spaghetti aglio, olio e peperoncino: procedimento

Il condimento

Poni a bollire una pentola con abbondante acqua salata. Nel frattempo, monda i peperoncini piccanti e tagliali a rondelle sottili senza eliminare i semini interni. Falli rosolare in una padella capiente assieme all’olio extravergine di oliva.

Saghetti aglio, olio e peperoncino

Monda e trita l’aglio, per aggiungerlo agli altri ingredienti. Fai rosolare qualche minuto, in modo tale che l’olio assorba tutti i preziosissimi aromi. Nel frattempo, butta la pasta per farla cuocere e, verso fine cottura, irrora il condimento con pochissima acqua di cottura. Tienine sempre un po’ da parte, non si sa mai.

Saghetti aglio, olio e peperoncino

Impiatta

Scola la pasta e falla saltare qualche istante nel condimento, aggiungi una manciata di prezzemolo tritato finemente e mescola un’ultima volta. Impiatta i tuoi deliziosi spaghetti aglio, olio e peperoncino e gustali in tutta la loro bontà!

Spaghetti aglio, olio e peperoncino: note

*Nel mio tutorial sulla Scala di Scoville parlo dei gradi di piccantezza e dei peperoncini più piccanti!

Forse non lo sai, ma gli spaghetti in questione hanno un’origine ben precisa: Napoli, Campania. Inizialmente si chiamavano “vermicelli alla Borbonica” e, col tempo, semplicemente “aglio e uoglie”.

La ricetta prevederebbe anche del prezzemolo fresco aggiunto a piatto servito, ma puoi ometterlo in base ai tuoi gusti.

Se cerchi altri suggerimenti per degli spaghetti classici, ecco i miei spaghetti con le vongole, all’amatricina, cacio e pepealla carbonara!

Spaghetti aglio, olio e peperoncino: conservazione

Una volta fatti, consiglio di consumare gli spaghetti aglio, olio e peperoncino. Non consiglio di congelarli.

3 Comments

  1. Ciao Sonia. Alla fine trito il prezzemolo e lo faccio soffriggere nell’olio molto caldo (ma tolto dal fuoco) e lo verso nel composto. Mi fucili per questo? grazie. sei sempre la migliore !!

    1. Ciao Roberto non ti fucilo, è giusto che ognuno poi ci metta del suo nelle ricette

  2. Io nella “saltatura finale” aggiungo spesso pomodori secchi tagliati a strisce e pinoli abbrustoliti.
    È una variante che ho notato piace parecchio sopratutto agli uomini 🙂

Comments are closed.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie