Spezzatino alla Guinness

Questo spezzatino alla Guinness è da assaporare un bocconcino alla volta. Ad occhi chiusi, per percepire tutta l’intensità degli ingredienti coinvolti, non tanti, nulla di complicato, ma estremamente saporiti e in armonia perfetta l’uno con l’altro. La birra, si sa, conferisce alla carne soprattutto un aroma rustico e ammorbidisce le fibre rendendola poi molto tenera; l’irlandese birra Guinness, con le sue note di cacao e caffè che la rendono davvero unica, trasforma uno spezzatino classico in un piatto di altissimo livello: verdure, noce o scamone di manzo, una punta di paprika dolce per esaltare il calore e il profumo del piatto.

Quando l’ho preparato ci siamo messi poi tutti a tavola in redazione per assaggiarlo, non volevo crederci: finito in un secondo con tanto di scarpetta! Proponilo ad un pranzo domenicale con tutta la famiglia – tranquillo, le due ore di cottura fanno evaporare tutto l’alcol presente nella birra – oppure sceglilo per inebriare i tuoi migliori amici e rendere una cena indimenticabile. Assaporalo con delle patate hasselback o delle classiche patate al forno, vedrai che avrà il successo promesso!

Spezzatino alla Guinness, corposo e molto saporito

PREPARAZIONE: 15 min. COTTURA: 150 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

Spezzatino alla Guinness: ingredienti per 4 persone

carne di manzo (noce, cappello del prete, scamone) 1 kg
birra Guinness 330 ml
carote 300 g
cipolle dorate 250 g
aglio 1 spicchio
concentrato di pomodoro 50 g
paprika dolce in polvere 1 cucchiaino
amido di mais (o di riso) 25 g
timo 4 rametti
olio extravergine di oliva 6 cucchiai
pepe nero macinato a piacere
sale q.b.

Per guarnire

timo o prezzemolo tritato

Spezzatino alla Guinness: procedimento

Inizia ad eliminare dal pezzo di carne tutte le eventuali cartilagini esterne; taglialo a fette dello spessore di 3 cm, successivamente in bastoncini e infine in cubetti.

Spezzatino alla Guinness

Ponili in una ciotola e irrorali con l’olio extravergine di oliva. In una ciotolina mischia l’amido di mais con la paprika, il sale, il pepe e le foglioline di timo.

Spezzatino alla Guinness

Condisci con il mix ottenuto i cubetti di carne, mescolando molto bene per far sì che ogni pezzetto ne sia interamente ricoperto.

Spezzatino alla Guinness

In una padella capiente e antiaderente, dove la carne non risulti sovrapposta, versa l’olio e, quando sarà caldo, unisci la carne e falla rosolare per bene.

Spezzatino alla Guinness

Monda le cipolle e tritale, quindi aggiungile allo spezzatino assieme all’aglio schiacciato dopo averlo privato dell’anima interna. Fai rosolare per 5 minuti mescolando.

Spezzatino alla Guinness

Stempera il concentrato di pomodoro con un po’ di acqua tiepida, uniscilo al resto e fai cuocere per altri 5 minuti. Trasferisci lo spezzatino in una casseruola più contenuta (meno larga e più alta).

Spezzatino alla Guinness

Versa la Guinness nella padella appena svuotata per deglassarla, ovvero per sciogliere tutti i succhi rilasciati dalla rosolatura della carne; aiutati nell’operazione raschiando delicatamente il fondo della padella con un mestolo di legno a forma di paletta. Versa il contenuto nel tegame dove si trova ora la carne.

Spezzatino alla Guinness

Pela le carote e tagliale a rondelle dello spessore di mezzo cm, per unirle alla carne e far cuocere tutto con coperchio lasciando per almeno due ore a fuoco bassissimo: mescola e controlla di tanto in tanto la cottura. Se lo spezzatino dovesse asciugarsi troppo, unisci un po’ di acqua calda o brodo di carne. Quando la carne sarà tenera, aggiusta eventualmente di sale e decora i piatti con prezzemolo fresco tritato o timo. Servila accompagnandola con del purè di patate o a delle patate lesse schiacciate.

Spezzatino alla Guinness

Spezzatino alla Guinness: note

Per le cotture prolungate della carne che deve cuocere con poco liquido, ti consiglio di utilizzare una pentola in ghisa con coperchio pesante che la tenga sigillata e non permetta dispersione di vapore.

Spezzatino alla Guinness: conservazione

Una volta cotto, puoi conservare lo spezzatino alla Guinness per 2 giorni in frigorifero ben chiuso in un contenitore. Se hai usato ingredienti non congelati, puoi congelarlo.

21 Commenti

  1. Posso utilizzare il petto di pollo al posto del manzo? E nel caso come procedo?
    Se non è possibile, hai una ricetta da consigliarmi per il pollo alla birra?

    Grazie!

    Chiara

    1. Ciao, posso consigliarti di diminuire i tempi di cottura del pollo, rispetto alla carne di manzo.
      Buona giornata

  2. Ciao Volevo chiederti una cosa riguardo a questa bellissima ricetta: posso aggiungere le patate quasi a fine cottura come in un normale spezzatino? Grazie

  3. Ciao Sonia, anche questa volta la tua ricetta si è rivelata un vero successo!!
    Lo spezzatino è davvero buonissimo 🙂
    Ho notato inoltre che lasciandolo riposare la notte, il giorno dopo risulta ancora più gustoso, è fantastico!
    Mi permetto di consigliare, da buona veneta, l’accompagnamento con della polenta al cucchiaio, l’accoppiata è veramente il top!
    Grazie ancora per i tuoi consigli e le tue infallibili ricette 😉

  4. Sei sempre bravissima Sonia. Ti seguo sempre. Anche io vorrei sapere come Teresa che tipo di birra guinness deve essere usata. grazie

  5. Tornata dell’Irlanda ho voluto provare anch’io a fare lo spezzatino ma non ero rimasta molto soddisfatta…proverò a rifarlo con questa ricetta

  6. Salve.
    Siccome per motivi di tempo in genere lo spezzatino lo cucino nella pentola a pressione, oltre al tempo che penso sia di 20 minuti circa devo modificare anche qualche dose degli ingredienti?

  7. Buonissimo ……….Io adoro lo spezzatino e provo sempre tanti gusti ……

    1. Ciao scusa se ti rispondo io , ma ho fatto lo spezzatino, e ti posso garantire che e’ Buonissimo non si sente la birra perche’ evapora in pochi minuti lasciando solo sapori e profumi …..

    2. Ciao Paola! Perdonami cara, non avevo letto il tuo commento 🙂 Come ben dice Alexandra, la birra lascia solamente gli aromi caldi che, con la carne rossa, ne intensificano il sapore!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie