Tarallucci al vino bianco

Un po’ su tutta la costa Adriatica, dall’Molise alla Puglia, i taralli la fanno da padrone! Salati hanno accompagnato gli aperitivi di tutti, ne sono certa. Quelli dolci invece sono dei biscottini perfetti da sgranocchiare come merenda a scuola, o come piccolo spezzafame in ufficio nel pomeriggio. Ne esistono infinite varianti e ricette, credo una per ogni famiglia più o meno! 

Ti ho già mostrato la ricetta di quelli al vino rosso, e di quelli ricoperti che si preparano per Santa Lucia, ma oggi voglio parlarti di questi che hanno nell’impasto vino bianco e un po’ del liquore all’anice tipico delle zone interne dell’Abruzzo, che spesso viene ancora preparato in casa dalle nonne, mettendo i semi in infusione con alcool e zucchero. 

Dovresti avere tutto in casa (non servono nemmeno le uova) e ti consiglio di prepararne una dose abbondante, perché si conservano bene molto a lungo e piacciono davvero a tutti: pronta ad impastare? 

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 35 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per circa 40 tarallucci

farina 0 320 g **
zucchero 100 g
vino bianco 100 g
olio di oliva 100 g ****
liquore all’anice 2 cucchiai oppure 15 g di semi di anice
sale 1 pizzico

Per ricoprire

zucchero semolato 200 g

Procedimento

Metti nella ciotola di una planetaria munita di foglia* tutti gli ingredienti e aziona la macchina, impastando fino a ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Quando tutto sarà ben amalgamato, metti l’impasto sul piano di lavoro ed ottieni un panetto che avvolgerai nella pellicola trasparente e lascerai riposare per un’ora nel frigorifero.

Trascorso il tempo indicato, ricava dall’impasto tanti pezzetti da 15 g l’uno che lavorerai per ottenere dei bastoncini lunghi circa 15 cm. Chiudi le stremità sovrapponendole e formando un cerchio, poi passali nello zucchero semolato e adagiali su una teglia foderata con carta forno distanziandoli di un paio di cm tra di loro.

Inforna i tarallucci così formati nel forno statico preriscaldato a 180° per 15-18 minuti. Sforna i tuoi tarallucci quando saranno leggermente dorati*** e lasciali raffreddare completamente.

Note

* Se non hai una planetaria non importa, fai proprio come le nonne, e impasta a mano: saranno perfetti!

** Volendo puoi usare anche altre farine, come una semiintegrale, o un tipo 1: in questo caso dovrai aumentare leggermente la dose di vino bianco

*** Non cuocerli eccessivamente: anche se quando son in forno potrebbero sembrarti ancora morbidi, raffreddandosi prenderanno la giusta consistenza

**** Sai sceglire l’olio d’oliva migliore per i tuoi piatti? Ho preparato per te una guida a tutti i tipi di olio evo, per permetterti gli abbinamenti migliori!

Biscotti: ricette!

I biscottini, quelli più semplici, dal sapore genuino di una volta, senza troppi fronzoli, sono davvero perfetti: si preparano velocemente, di solito si conservano a lungo e permettono di offrire alla famiglia piatti sani e golosi! Io ne ho provati un po’ ormai e come sai amo condividere le mie scoperte con te!

Conservazione

I tuoi tarallini al vino rosso si conserveranno alla perfezione molto a lungo ben chiusi in una scatola di latta. Non ti consiglio di congelarli.

-->

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie