#ThanksPlanet

In questo periodo, il dibattito sulla salvaguardia dell’ambiente non è mai così attuale. La Terra sta soffrendo, e questa situazione sta destando fortissime preoccupazioni in merito alle sorti e al destino del nostro pianeta.

Per questo, voglio farti conoscere una splendida iniziativa che Saclà, azienda italiana nata ad Asti nel 1939 leader nel mercato delle olive, dei sottoli e sottaceti, ha voluto lanciare per celebrare il suo ottantesimo compleanno. Io ho avuto il piacere di supportare e scoprire questo progetto volto a salvaguardare la terra e dire “grazie”; un grazie che Saclà traduce non solo in un costante impegno quotidiano nell’ottica della sensibilità, ma soprattutto in un’azione concreta e tangibile. Ora ti spiego meglio!

post blog

Da un piccolo gesto

Io penso che i cambiamenti partano, in primis, dai piccoli gesti. La campagna #ThanksPlanet, realizzata in collaborazione con LifeGate, nasce proprio in occasione di questo storico anniversario, per sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica su questo tema così delicato sul fronte della sostenibilità.

Sapevi che puoi supportare anche tu questa campagna? Ecco come: basta un semplice gesto (un click, un #, o un commento, un post social, un messaggio o la condivisione del video di campagna) sul sito thanksplanet.sacla.it e, al raggiungimento di 5 milioni di azioni totali (visibili sul contatore), l’azienda contribuirà a salvare 1 milione di metri quadrati per 1 anno delle foreste dell’Amazzonia brasiliana, il polmone verde del mondo.

Il progetto che verrà supportato, “Foreste in piedi” di LifeGate, prevede il coinvolgimento delle onlus italiana ICEI e della brasiliana AVIVE per la tutela di un’area verde data in concessione d’uso a 27 famiglie della comunità di San Pedro. La popolazione locale sarà quindi coinvolta in prima persona per preservare l’integrità della foresta nelle attività di vigilanza, nella mappatura delle risorse e nelle attività di prevenzione nei confronti della deforestazione, degli incendi dolosi, della caccia illegali e altri reati di natura ambientale.

Dalle radici alla tavola

Ma attenzione: oltre a questo progetto, come ti anticipavo, Saclà si impegna ogni giorno per ridurre sprechi e migliorandosi nell’ottica della sostenibilità ambientale. Ti faccio qualche esempio:

  • riduce le emissioni di CO2 grazie all’uso di fonti rinnovabili di energia (come i pannelli solari)
  • riduce le emissioni legate ai trasporti
  • riduce l’impatto ambientale delle confezioni, eliminando le parti superflue
  • favorisce i processi di riciclo e ottimizza i processi di produzione per evitare scarti
  • collabora con agricoltori e produttori che garantiscono di seguire il ritmo delle stagioni e l’approccio biologico
  • attenzione allo spreco di acqua, migliorando il lavaggio dei vegetali e i sistemi di pulizia delle diverse linee. Pensa: in un anno è stato risparmiato l’equivalente di 12.000 bottiglie d’acqua!

E così, anche io nel mio piccolo ho deciso di supportare questa importante iniziativa perché oggi dobbiamo dire tutti “Grazie” alla terra e cercare, partendo dai piccoli gesti quotidiani, di preservarla mettendoci in prima linea.

2 Commenti

  1. Gentile Sonia, sono perfettamente d’accordo con te: dobbiamo partire dalle piccole cose…anche perché altrimenti ci sentiamo impotenti. Ogni giorno, un passo alla volta , possiamo cambiare la nostra vita e le nostre cattive abitudini. Dal 1992 , anno in cui nacque la mia prima figlia, ho cominciato a fare la raccolta differenziata; sono almeno tre anni che beviamo acqua del rubinetto e cerco di limitare ogni tipo di spreco.
    Complimenti per il tuo talento ed impegno.
    Federica

    1. Ciao Federica, innanzitutto brava e grazie per i complimenti. Il pianeta va aiutato innanzitutto, evitando gli sprechi e cercando di non buttare via nulla.
      buona giornata

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie