Torta alla Tintilia

Chi l’ha detto che il vino si può solo bere? Io questa volta la Tintilia, corposo vino rosso molisano, tutta da gustare, l’ho usata anche per preparare una torta, e vi assicuro che il risultato è sorprendentemente godurioso! 

Compagno fidato dei miei dolci: il cioccolato. Il suo tocco regala a questa ciambellona soffice un gusto veramente unico, sposandosi con le note aromatiche del vino che deriva da un vitigno antico: pensa, rischiava di scomparire ed è stato recuperato e riportato alla vinificazione solo pochi anni fa. La salsa alla Tintilia è dolce e corposa, e si presta benissimo anche a fare da glassatura alla nostra ciambella: per questo ho pensato di tenerne da parte un po’, da servire con il dolce al momento di portarlo in tavola, magari insieme anche ad un ciuffo di panna montata! 

Ti invito davvero a provare questa ricetta..anzi, perchè non vieni subito con me ai fornelli?

Torta su alzatina e fetta

PREPARAZIONE: 30 min.  COTTURA: 40 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per una tortiera a ciambella del diametro di  24 cm

vino rosso Tintilia 100 g
cioccolato fondente 55% 70 g
burro 160 g
uova medie 4 (a temperatura ambiente)
zucchero 225 g
farina 00 150 g
lievito in polvere per dolci 10 g
sale un pizzico

Procedimento

Per preparare la torta alla Tintilia versa il vino in un pentolino e unisci il burro; quando si sarà sciolto, aggiungi il cioccolato fondente tritato. Scalda a fiamma bassa sempre mescolando, fino a quando sarà tutto sciolto*.

Una volta pronto, tieni da parte 100 g di composto che servirà per la decorazione finale del dolce. Nella ciotola di una planetaria munita di fruste, lavora le uova** con lo zucchero finchè saranno diventate chiare e spumose. Aggiungi la farina setacciata con il lievito e il sale, mescola delicatamente con un lecca pentole il composto, poi aggiungi il vino rimasto nel pentolino. Amalgama bene tutto e trsaferisci il composto in uno stampo a ciambella del diametro di 24 cm imburrato e infarinato. Inforna la ciambella in forno statico preriscaldato a 180° per 35minuti.

Quando sarà cotta, estraila dal forno, lascia intiepidire la ciambella, poi sformala posizionandola su una griglia con un piatto molto ampio al di sotto; pratica con uno stecchino di legno da spiedini dei fori sulla superficie del dolce, poi versaci sopra i 100 g di composto di vino e cioccolato tenuto da parte precedentemente.*** La torta alla Tintilia è pronta.

Note

* Per preservare l’alcolicità e l’aroma del vino non portare il composto a bollore

** Abbi cura che le uova siano a temperatura ambiente: ricordati di toglierle al frigorifero qualche ora prima di usarle, solo così monteranno alla perfezione

*** Puoi raccogliere la salsa che cola dalla tua griglia e servirla in una salsiera, per permettere ai tuoi ospiti di aggiungerla alla fetta nel proprio piatto.

Vino dall’antipasto al dolce

Il vino è un ingrediente fondamentale in cucina: bianco o rosso, aggiunge acidità e aromaticità ai piatti, donando delle note speciali! Non fare l’errore di usare un vino che non ami nei tuoi piatti: finiresti con il sentire il retrogusto e non li apprezzeresti! Ti lascio qualche mia ricetta in cui una buona bottiglia è protagonista: le hai già provate?

Conservazione

La torta alla Tintilia si mantiene umida e golosa per un paio di giorni se la conservi in una scatola di latta o sotto una campana di vetro, a temperatura ambiente. Sconsigliata la congelazione.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie