Torta Arluno

  • Preparazione: 0h 20m
  • Cottura: 1h 0m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 6 porzioni
  • Metodo cottura: Forno
  • Cucina: Italiana

Amo la cucina perchè permette di reinventarsi ogni giorno attraverso i propri piatti.

Un giorno si può indossare un abito elegante e sofisticato come quello dei piatti degli chef, un altro si torna bambini addentando una fetta di torta classica, dal sapore di una volta, dal gusto tipico della colazione in campagna.

La torta Arluno fa proprio parte di questo panorama: un dolce a base di massa montata, creato dal pasticcere Alfio Busnelli che vive nella cittadina che da il nome alla torta. La consistenza delle fette è piacevolmente rustica, grazie alla farina di mais aggiunta nell’impasto: merita di accendere il forno e provarla al più presto, insieme alle altre mie proposte per una colazione da campioni

Ingredienti per una tortiera da 20 cm

  • Burro 315 g
  • Zucchero semolato 315 g
  • Mandorle in farina 85 g
  • Fecola di patate 85 g
  • Farina di mais fioretto85 g
  • Farina 00 85 g
  • Uova 2
  • Tuorli d’uovo 5
  • Liquore Strega50 g
  • Lievito per dolci4 g
  • Vaniglia estratto q.b.
  • Sale q.b.
  • Confettura di albicocche senza pezzi q.b.

Allergeni

Uova Latte Frutta a guscio Cereali e derivati

Procedimento

Nella ciotola della planetaria munita di fruste, metti il burro ammorbidito tagliato a cubetti e lo zucchero a velo.

Aziona la planetaria e monta gli ingredienti fino a farli diventare una crema soffice e spumosa. Sempre sbattendo, unisci le uova e i tuorli pochi per volta, poi la vaniglia**, il sale e il liquore Strega.

Spegni la planetaria e mescolando con una marisa, aggiungi la farina di mandorle e la farina di mais, poi la farina 00 e la fecola di patate setacciate.

Amalgama tutto molto bene e versa il composto ottenuto in una tortiera imburrata e foderata con carta forno. Livellalo con una marisa e inforna la tortiera in forno statico preriscaldato a 175° per circa 60 minuti.

Spennella tutta la superficie della torta con la confettura di albicocche, lasciala riposare per mezzora e poi puoi gustarla in tutta la sua bontà!***

Note & consigli

* Spesso la tua torta si gonfia in cottura e poi crolla in forno? Usa tutti ingredienti a temperatura ambiente e vedrai che questo piccolo inconveniente si sistemerà.

** Non sia come riutilizzare la preziosa vaniglia? Ecco il mio tutorial!

*** Se la tua confettura contiene pezzi di frutta, puoi eliminarli premendola con una marisa sulle maglie fini di un setaccio.

Varianti della ricetta

Questa è la versione originale, ma ovviamente si può variare in mille modi! Anche solo sostituendo la vaniglia con il limone o con l’arancia, avrai una torta differente, per risvegliare la tua mattina con un nuovo gusto!

 

Oppure puoi tagliare la torta a metà e farcirla con la stessa confettura usata per la copertura: immagini la golosità?

Conservazione

La torta Arluno si conserva sotto una campana di vetro per 5 giorni.

Curiosità

La torta Arluno è stata creata nella comune lombardo di cui porta il nome. Si tratta di fatto di un quattro quarti arricchito da farina di mais.

Usa la farina di mais Fioretto, che è macinata finemente e si presta benissimo per le torte. Se non ce l’hai puoi macinare in un cutter potente della farina di mais classica, fino a ridurla ad un calibro minore.

4.7/5
vota