Torta Baciocca

  • Preparazione: 0h 45m
  • Cottura: 1h 0m
  • Riposo: 0h 30m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 6 porzioni
  • Metodo cottura: Forno
  • Cucina: Italiana, Ligure

Patate, lardo e cipolle: se sei in Val di Taro, in quella zona di Emilia Romagna che è a pochi passi dalla Liguria, non potrai non assaggiare la torta Baciocca, specialità salata preparata con questi ingredienti. Scopriamola insieme. 

La torta Baciocca ha una storia molto romantica. Sembra che sia arrivata in Liguria portata da un gruppo di aitanti giovanotti di prato Sopralacroce disposti a scavalcare l’Appennino per trovare moglie, spinti dalla notizia che il borgo di Santa Maria del Taro, noto per le belle ragazze da marito e i prodotti da forno, scarseggiasse di maschi giovani. 

Qualche leggenda parla di un rapimento delle donne, un nostrano ratto delle Sabine, altri di semplici matrimoni felici, ma quel che si sa è che ancora oggi il piatto simbolo di questa migrazione, la nostra torta Baciocca, è amato, e celebrato in una sagra locale che si tiene nel mese di luglio. 

Oggi questa specialità è preparata in tutto il Tigullio, anche se con ricette leggermente differenti da zona a zona. La sua caratteristica, oltre alla sua bella storia, è nella cottura:  tradizionalmente veniva avvolta in foglie di castagno bagnate, raccolte in estate e lasciate essiccare apposta allo scopo, e  cotta sotto pesanti campane di ghisa, su lastre di ghisa arroventate.

Del resto la gastronomia ligure è ricchissima di piatti golosi

Testaroli al pesto

Pesto di noci

Polpettone ligure

Coniglio alla ligure

Ciappe liguri

Ingredienti per uno stampo svasato di 26 cm

Per la pasta matta

  • Farina manitoba 150 g
  • Acqua 40 g
  • Uovo 1
  • Olio di semi 10 g
  • Sale q.b.
  • Patate 1 kg
  • Cipolle 100 g
  • Lardo 130 g
  • Uova intere sbattute4
  • Parmigiano Reggiano grattugiato70 g
  • Olio extravergine d’oliva 60 g
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Allergeni

Cereali e derivati Uova Arachidi Soia Frutta a guscio Latte

Procedimento

Per la pasta matta

In una ciotola versa la farina e fai una conca nel mezzo. Aggiungi l’acqua in cui avrai sciolto il sale, l’uovo e l’olio. Impasta e trasferisci sul piano di lavoro. Forma una pallina, ponila in una ciotola oliata e spennellala con l’olio. Falla riposare 1 ora.

Per il ripieno

Lava e pela le patate, tagliale a fette spesse 3 mm. Mettile in ammollo in una bacinella per 1 ora per eliminare l’amido in eccesso.

Fai appassire in una padella capiente l’olio, la cipolla e il lardo tritati. Dopo 10 minuti, unisci le patate scolate. Saltale qualche minuto, cercando di non romperle. Salale, pepale e mettile in un vassoio a intiepidire. Unisci poi alle patate le uova sbattute e il Parmigiano. Amalgama in modo che ogni patata sia intrisa di uova.

Assembla la torta

Scola e tampona la pasta. Allargala con le mani formando un cerchio di 30 cm. Adagialo nella teglia, lasciando cadere la pasta in eccesso dai bordi. Trasferisci il composto di patate al centro e livellalo fino al bordo. Ripiega la pasta in avanzo all’interno della teglia formando un bordo di 2-3 cm che contenga l’impasto. Cuoci in forno statico a 175° per 40 minuti.

Una volta pronta, sfornala e falla rintiepidire così da compattare le patate. La torta baciocca è pronta!

Domande frequenti

Posso non usare il lardo?

Ciao! Se preferisci un prodotto un pochino più leggero puoi certamente eliminare il lardo dal tuo soffritto, aggiungendo magari un pochino di olio in più per il tuo soffritto.

Conservazione

La torta baciocca si conserva bene per un paio di giorni in frigorifero se dovesse avanzarti!

Curiosità

Le baciocche erano le ragazze in età da marito, perchè il termine significa ” persona tenera, gentile, da proteggere”.

4.7/5
vota