Torta di mele di Sant’Orfeo

Se un hai imparato a conoscermi, sai che amo scartabellare alla ricerca di ricette tradizionali un po’ dimenticate. Mi piace ascoltare chi cucina da sempre utilizzando le materie prime del territorio, e amo le ricette che nel tempo hanno permesso di non sprecare nulla, e di creare con ingredienti semplici, vere meraviglie per il palato. Per questo sono rimasta affascinata dalla torta di Sant’Orfeo. 

Si tratta di un’antica ricetta umbra, che nel tempo si è un po’ persa: moltissime persone, pur vivendo in Umbria, non la conoscono! Ed è un peccato, perché è un dolce che merita davvero un assaggio. La torta è ricchissima di frutta: tante mele e una pera, insieme all’uvetta, formano la farcitura di questo dolce morbido e umido, che richiede una cottura in forno piuttosto lunga, come tutti i dolci che accolgono al loro interno dadolate di frutti! Nelle mie ricerche non sono riuscita a scoprire come mai sia dedicata proprio a questo Santo, ma ho visto che in altre zone di campagna erano diffuse torte simili, come la miascia lombarda. 

Servila fredda, come una classica torta di mele, o tiepida, con una pallina di gelato… magari ti allontanerai un po’ dalla tradizione, ma ti assicuro che è un’opzione golosissima! Ti lascio la ricetta, fammi sapere se deciderai di provarla!

torta di mele su alzatina

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 45/50 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per una tortiera da 20 cm di diametro

mele renette 500 g
pera abate 1 (circa 170 g)
uvetta sultanina 130 g
farina 00 80 g
zucchero semolato 120 g
lievito per dolci 16 g
burro 150 g
uova medie 3 (150 g)
latte 20 g
limone 2 cucchiai di succo
cannella in polvere q.b.
sale un pizzico

Procedimento

Per prima cosa metti in ammollo l’uvetta in acqua tiepida e lasciala rinvenire per 15 minuti, poi scolala e tamponala per asciugarla.

Sbuccia e taglia le mele e la pera a cubetti grossi circa 1 cm, tienili da parte in una ciotola con qualche goccia di limone per evitare che anneriscano.

Sciogli il burro e lascialo intiepidire.

Nel frattempo, in una ciotola sguscia le uova, aggiungi lo zucchero, il lievito e la farina setacciati; amalgama il tutto aggiungendo il burro fuso, il latte tiepido, e in ultimo i cubetti di frutta.

Imburra e fodera con carta forno* il fondo di una tortiera a cerchio apribile di 20 cm di diametro, adagiaci il composto all’interno e livella la superficie, cuoci in forno statico a 170° per circa 45-50 minuti**.

Una volta pronta, estraila dal forno, e falla raffreddare completamente prima di sformarla***. Servi la tua torta di mele di sant’Orfeo spolverizzandola con dello zucchero a velo o semplicemente lasciandola così com’è.

Note

* Si fa presto a dire:”foderare una tortiera”, ma sai qual è il metodo più semplice? Te lo svelo nella mia scheda tematica!

** Se durante la cottura la superficie della torta si dovesse scurire troppo, copri la tortiera con un foglio di alluminio

*** La torta dopo la cottura risulterà piuttosto umida quindi fai attenzione quando la estrarrai dallo stampo.

Ricette con le mele

Uova, zucchero, farina, lievito e mele: eppure da questi semplici ingredienti nascono una pletora di varianti! Quante torte di mele conosci? Io non saprei elencartele tutte, ma so di non averne ancora trovata una che non mi piaccia! Ti lascio alcune di quelle che ho già preparato per te.

Conservazione

Conserva la tua torta di San Orfeo sotto una campana di vetro: sarà perfetta per un paio di giorni. Ti sconsiglio la congelazione.

-->

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie