Torta Donizetti

Oggi voglio presentarti una ricetta tanto curiosa nel nome quanto golosa al palato! Si tratta della torta Donizetti, la conosci?

Questo dolce, tipico di Bergamo, pare sia nato in onore del famoso musicista e compositore bergamasco Gaetano Donizetti: leggenda narra che una sera Donizetti e Gioacchino Rossini, amici e colleghi, cenarono insieme in quella che doveva essere una serata divertente e gioiosa. Ma nulla poterono le chiacchiere e il buonumore di Gioacchino di fronte alle pene d’amore di Gaetano, affranto e senza pace.

Allora Rossini, che era un amante della buona tavola, interpellò il suo cuoco personale e gli chiese di preparare un dolce semplice, veloce ma tanto buono da guarire qualunque pena. Il cuoco ci pensò un attimo e poi ideò una deliziosa torta simile alla Margherita ma arricchita da tanta frutta candita e all’inconfondibile aroma del Maraschino. A quanto pare il dolce piacque molto al compositore, che ne divenne ghiotto. Chissà, magari guarì anche dai suoi tormenti di cuore! 

Questo non possiamo saperlo, ma sappiamo che la torta fu battezzata “Turta del Donizet” e che è talmente buona da far tornare, immancabilmente, il buonumore a chi la assaggia! Eccoti la ricetta, sei pronto a preparala con me?

Torta Donizetti con fetta tagliata e pronta da gustare

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 40 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per uno stampo a ciambella di diametro 22 cm

farina 00 90 g
fecola di patate 90 g
burro 260 g
zucchero 150 g
tuorli 160 g
albumi 120 g
albicocche disidratate 100 g
ananas disidratate 100 g
maraschino 50 g
vaniglia 1 cucchiaino di estratto
lievito in polvere per dolci 8 g
sale 1 pizzico

Per guarnire

frutta disidratata q.b.
zucchero a velo q.b.

Procedimento

Per preparare la torta Donizetti inizia dalla frutta disidratata: taglia le albicocche e l’ananas a pezzetti non troppo piccoli e tienili da parte.

Dividi i tuorli dagli albumi e pesali: ti serviranno 160 g di tuorli e 120 g di albumi.

Nella ciotola di una planetaria munita di frusta metti il burro a cubetti a temperatura ambiente e aggiungi 100 g di zucchero, monta gli ingredienti per 10 minuti poi unisci i tuorli uno a uno fino a ottenere una bella crema liscia ed omogenea. A questo punto, unisci anche il maraschino, un pizzico di sale e l’estratto di vaniglia.

Trasferisci la crema di tuorli in una ciotola e monta 120 g di albumi assieme agli altri 50 g di zucchero. Unisci le due montate (i tuorli con gli albumi) in una ciotola capiente e amalgamale delicatamente.

Mischia la farina con la fecola di patate e aggiungi la frutta disidratata a pezzetti, mischiando bene per infarinarla interamente*. A questo punto, metti le polveri mischiate con la frutta disidratata in un capiente setaccio e setacciale direttamente nella ciotola con le uova montate**. Incorpora delicatamente le polveri con una leccapentola e infine aggiungi la frutta disidratata e il lievito setacciato amalgamando per bene gli ingredienti.

Imburra e infarina*** un tortiera a ciambella del diametro di cm 22 e trasferisci l’impasto, quindi inforna in forno statico preriscaldato a 175° per circa 40 minuti. Qui sotto puoi vedere il mio video su come fare la prova stecchino per verificare la cottura della torta!

Una volta cotta, lascia riposare la torta per almeno 10 minuti, poi sformala su una gratella e falla raffreddare completamente.

Trasferisci la tua torta Donizetti su un piatto da portata e cospargila con zucchero a velo e pezzetti di ananas e albicocche disidratate. Taglia una fetta e gustala in tutta la sua bontà!

Note

* Questo passaggio ti permetterà di evitare che i pezzetti di frutta disidratata si depositino sul fondo dello stampo durante la cottura

** In questo modo la tua frutta risulterà ben infarinata, e non ci saranno eccessi di farina sui pezzetti di frutta

*** Anziché imburrare e infarinare lo stampo puoi decidere di utilizzare un buon staccante spray che puoi facilmente reperire online oppure nei negozi di casalinghi.

Ciambelle che passione

Sto immaginando… e se Donizetti fosse stato rapito non solo dal sapore ma anche dalla forma di questa torta? Dopotutto, cosa c’è di più allegro di una bella ciambella soffice e invitante? Se anche tu, come me, le trovi irresistibili eccoti qualche altra idea golosa!

Conservazione

Puoi conservare la tua torta Donizetti in un luogo fresco e asciutto per 3 o 4 giorni. Se vuoi puoi anche congelarla, una volta cotta e raffreddata.

4.6/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie