Varietà di peperoni

Rossi, verdi, gialli, arancioni, dolci, piccanti, piccantissimi. I peperoni fanno parte della nostra alimentazione e i peperoncini, loro fratelli, sono impiegati in moltissime ricette. E’ sempre una gioia vederli, una botta di energia, e ogni volta che li vedo al mercato ne prendo sempre un po’! L’indecisione sale davanti alla scelta tra spiedini o peperoni ripieni, tu che dici? Intanto, ecco il mio tutorial sulle varietà di peperoni.

varieta di peperoni

Varietà di peperoni: origine dei peperoni

Peperone e peperoncino fanno parte della stessa famiglia e rientrano nelle solanaceae, così come melanzane, pomodori e patate. Soprattutto nella loro varietà piccante, i peperoni sono conosciuti sin dal 5000 a.C. in Messico, dove era molto coltivato essendo all’epoca l’unica spezia usata.
In Europa arrivano tardissimo, con Cristoforo Colombo, ma gli spagnoli furono inizialmente molto delusi dagli introiti di questa bacca: infatti, si adattò così bene al nostro clima e al nostro terreno che potè essere coltivata da tutti nella maggior parte del nostro Continente facilmente e senza problemi.
Il peperone quindi è molto diffuso in molte cucine, da quella britannica, alla nostra italiana, alla francese, alla spagnola. Io non ne potrei mai fare a meno!

Curiosità

Il loro nome botanico è “Capsicum” e deriva da Capsa, ovvero scatola. Il richiamo alla peculiare forma completamente cava dei peperoni è evidente. Come si arriva da Capsicum a peperone? Data la loro somiglianza organolettica con il pepe, Piper in latino, e le loro dimensioni più grandi di tale spezia, è stato facile arrivare al nome italico attuale.
Nelle Americhe, soprattutto in Messico, e nei paesi anglosassoni, il suo nome è invece Chili (derivato dall’antico Chilli).

Per coltivarlo c’è bisogno di molta acqua che, tuttavia, viene strategicamente ridotta nei tre giorni antecedenti la raccolta per intensificarne la piccantezza.

Se i peperoncini presero da subito piede nella gastronomia europea, solo dall’Ottocento in poi i peperoni comuni furono ben accolti.

Varietà di peperoni

Tutti i peperoni sono ricchissimi di acqua, contengono alte percentuali di magnesio e vitamina C. Le differenze tra una varietà e l’altra di peperoni riguardano colore, piccantezza, forma e dimensione, coltivazione. E’ bene saper sceglierne uno specifico in base alla ricetta che stai per preparare. I più comuni sono:

  • Jolly: possono essere gialli o rossi, sono i classici peperoni che si trovano al supermercato e possono essere cotti o gustati crudi
  • Corno di toro: rosso, abbastanza lungo e sottile. Dal sapore intenso ma non invadente, sono perfetti per fare ad esempio i peperoni ripieni
  • Corno di bue: è giallo da maturo ma viene gustato anche quando è acerbo e di colore verde. Questa è una delle varietà più antiche.
  • Peperone magnum: di forma quadrata, è piuttosto grosso e dalla polpa spessa. Il magnum è rosso, la versione gialla si chiama magnigold
  • Peperone pomodoro: è grosso e costoluto, simile per forma al pomodoro cuore di bue. Rosso ed intenso, viene spesso farcito e cotto al forno.

Regioni italiane

Alcune delle nostre Regioni hanno una produzione di peperoni abbastanza celebri. Tra le più cercate:

  • Lombardia: il peperone biondo, variopinto dal verde al giallo, è perfetto da conservare sott’aceto; a Mantova si coltiva invece un peperone verde, molto digeribile e delicato
  • Piemonte: ad Asti si coltivano quello rosso quadrato e quello giallo dolce dall’aspetto costoluto; a Cuneo si trova invece il peperone a forma conica, a tre punte, celebre per la sua buccia sottile e facilmente removibile.

Varietà di peperoni: la differenza in base al colore

Di fatto, quale differenza c’è tra peperoni rossi, gialli e verdi? Si parla soprattutto di tempistiche per la maturazione: il verde indica uno stadio ancora acerbo seppur commestibile, il giallo una maturazione intermedia che conferisce una nota asprigna e il rosso è a maturazione piena. Solitamente quest’ultimo è preferito per la carnosità della polpa e la sua maggiore dolcezza; io non scelgo quasi mai una sola tipologia di peperone, adoro mixarli per avere un perfetto connubio di sapori!

So cosa stai pensando: hai l’acquolina in bocca ma sei terrorizzato perché proprio non riesci a digerire i peperoni. Ho la soluzione! Nella maggior parte delle ricette basta spellarli e la percentuale di digestione aumenta notevolmente! Ecco come spellare i peperoni.

4.5/5
vota

1 Commento

  1. Ciao!!! Mi piace tanto i peperoni, sopratutto il rosso e il giallo. Ma questo ultimo, non si trova normalmente a Barcellona!! Mi fa arrabbiare perche è molto buono per me!! Non è utilitzato perche non è conosciuto!! Molte volte quando vado a Milano è voglio fare la spessa a l’esselunga di Varedo o Monza, trovo i pepperoni gialli venuti della Spagna!! Mi fa ridere!!
    Grazie per la tua informazione dei peperoni!! Baci Sonia 🙂

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie