Vellutata di asparagi bianchi

Sono molto affezionata a Terlano. Si tratta di un piccolo paesino dell’Alto Adige molto bello e caratteristico che ritrovo nei miei ricordi di bambina. Ci andavo spesso in compagnia di mia nonna e ricordo ancora molto bene la caffetteria in cui guardavo con gli occhi a cuoricino torte favolose a più piani: uno scenario davvero indimenticabile! E proprio da Terlano vengono gli asparagi bianchi. Li conosci? Si chiamano Margarete, sono eleganti nell’aspetto, delicati nel gusto e dalla tradizione centenaria, sono coltivati nelle località di Vilipiano, Settequerce e Terlano, il cosiddetto triangolo degli asparagi. Un vero e proprio tesoro, se pensi che oggi ci sono circa 15 contadini che si dedicano alla loro coltivazione!

Appena li ho visti, non ho avuto dubbi: si sarebbero trasformati in una gustosa vellutata, da servire con cubetti di Speck Alto Adige IGP e infine del pane di segale per dare la giusta nota rustica e croccante. E che sorpresa! Cucchiaio dopo cucchiaio, sono rimasta completamente affascinata dalla loro bontà tanto che sono entrati a pieno diritto nella lista dei miei ortaggi preferiti.

E chissà a Stefano Cavada, blogger dalle origini altoatesine e compagno in questa mia avventura alla scoperta dell’Alto Adige, cosa avranno ispirato: primo, secondo o contorno? Sono davvero curiosa di scoprire la sua ricetta sul suo profilo!

Vellutata di asparagi nel piatto pronte per l'assaggio

PREPARAZIONE: 15 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: medio

Ingredienti per 4 persone

asparagi bianchi 500 g
patate 200 g
cipollotto 30 g
brodo vegetale 800 g
burro 40 g
panna fresca liquida 100 g
sale e pepe bianco q.b.

Per accompagnare

speck 40 g
pane di segale 80 g
erba cipollina 8 fili

Procedimento

Per la vellutata

Monda e trita finemente solo la parte bianca del cipollotto, eliminando dal bulbo la barbetta, poi fai sciogliere il burro in un tegame e aggiungi il cipollotto tritato. Fallo appassire (senza fargli prendere colore) a fuoco basso per circa 10 minuti e, nel frattempo, pela la parte bassa dei gambi degli asparagi e poi tagliali a pezzetti.

Pela anche le patate, tagliale in piccoli cubetti e metti a scaldare il brodo vegetale.

Quando i cipollotti saranno ben appassiti, aggiungi le patate e gli asparagi, falli rosolare per un minuto mescolando e poi aggiungi il brodo; lascia cuocere a fiamma dolce per circa 15 minuti o fino a che gli ortaggi non saranno teneri*.

Unisci la panna e lascia cuocere per altri 2-3 minuti, quindi aggiusta di sale e pepe bianco.

Frulla tutti gli ingredienti in pentola con un frullatore ad immersione per qualche minuto, fino a che non otterrai una crema liscissima; se fosse troppo densa, aggiungi  il brodo tenuto da parte.

Per gli ingredienti di accompagnamento

Taglia lo Speck Alto Adige IGP e il pane di segale in piccoli dadini e trita l’erba cipollina finemente.

Disponi i dadini di pane in una padella antiaderente e falli tostare per qualche minuto, poi spegni il fuoco e mettili in un piatto.

Componi

Versa nel piatto da portata la vellutata, cospargila con crostini di pane di segale croccante, dadini di speck e una spolverata di erba cipollina. Servi la tua vellutata ancora calda**.

Note

* Puoi scegliere di ottenere una vellutata più fluida o più densa a seconda dei tuoi gusti; io consiglio di togliere un po’ di liquido di cottura (un paio di mestoli) dal tegame e tenerlo da parte, ed eventualmente aggiungerlo dopo, se la vellutata risultasse troppo densa

** Ho deciso di abbinare lo speck, l’erba cipollina e il pane di segale in quanto ingredienti piuttosto sapidi e saporiti: un ottimo binomio con la vellutata caratterizzata da un sapore delicato.

Conservazione

Una volta pronta, ti consiglio di consumare al momento la tua vellutata di asparagi bianchi. Se ti avanza, puoi conservarla in frigorifero per 1/2 giorni al massimo chiusa in un contenitore ermetico. Puoi congelare la vellutata.

2 Commenti

    1. Ciao Maria Paola, puoi sostituirla con un po di latte. ma non capisco se il tuo è un problema di intolleranza, nel caso usa qualcosa a base vegetale come panna o latte.
      Buona cucina.

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie