Zabaione

Quando mia nonna mi vedeva un po’ giù di morale, sapeva perfettamente come consolarmi. Con piglio deciso entrava in cucina, si rimboccava le maniche e imbracciava i suoi fidati attrezzi del mestiere: fruste, ciotola e tanta passione. In pochi minuti tutta la stanza si riempiva di un dolce profumo che praticamente conoscevo a memoria in ogni sua singola sfumatura. Mi porgeva una tazza di zabaione, un grande classico che tutte le nonne sfoderavano al momento giusto come asso nella manica e arma segreta pronta a far breccia nei nostri cuori.

Quello che più mi piace di questa crema è il suo sapore rotondo e deciso dato dal Marsala, vino liquoroso dal sentore intenso e inconfondibile. Puoi servire lo zabaione in piccoli bicchierini come dolce al cucchiaio, arricchendolo con scaglie di cioccolato fondente o un velo di cacao, puoi gustarlo con biscotti oppure servirlo come accompagnamento per torte e dolci. Io, a volte, memore dei vecchi tempi, ne gusto una bella ciotola per fare un pieno di energia, proprio come mia nonna mi aveva insegnato! Ecco qui la mia ricetta, che potrai realizzare in pochi e semplici passi, magari per le Feste assieme ad uno dei miei dolci di Natale!

Zabaione in tazza con scaglie di cioccolato pronto all'assaggio

PREPARAZIONE: 5 min. COTTURA: 10 min. DIFFICOLTÀ: bassa COSTO: economico

Ingredienti per 4 persone

tuorli 6
zucchero semolato 80 g
Marsala all’uovo 4- 5 cucchiai

Procedimento

Metti a bollire una pentola (che possa contenerne una più piccola sospesa sui manici ) riempita per 1/4 di acqua, che servirà poi per la cottura a bagno maria. Separa gli albumi dai tuorli e poni questi ultimi all’interno di una bastardella (recipiente con i manici dalla forma semisferica che viene usato per cuocere a bagnomaria) oppure di un tegame.

Aggiungi lo zucchero semolato e il marsala e colloca la bastardella sospesa nella pentola E’ molto importante che il fondo della bastardella non tocchi l’acqua sottostante che deve solo fremere e non bollire violentemente.
Inizia a sbattere gli ingredienti costantemente con uno sbattitore elettrico per almeno 10 minuti; quando avrai ottenuto un composto chiaro, spumoso e cremoso,  togli la bastardella dal tegame e servi il tuo zabaione ancora caldo!

Zabaione

Note e varianti

Al posto del Marsala all’uovo puoi utilizzare del Vermouth bianco,  del vino moscato dolce, più delicato oppure del vino Passito. Puoi accompagnarlo con dei biscotti come le lingue di gatto o i savoiardi; servilo cospargendo la superficie con dei riccioli di cioccolato fondente.

A volte unendo il liquore al latte è possibile che si creino piccoli grumi: puoi sopperire a questo problema unendo il Marsala solo per ultimo, quando la crema sarà già densa.

Passione zabaione: prova anche la mia versione al caffè oppure la mia crema allo zabaione!

Conservazione

Ti consiglio di consumare lo zabaione al momento perché col passare del tempo tende a dividersi e liquefarsi.

Sapevi che…

Come spesso accade in cucina, sapevi che l’origine dello zabaione si perde tra storia, miti e leggende? Una delle più antiche menzioni risalirebbe infatti ad uno scritto napoletanto del XV secolo: qui leggiamo tra gli ingredienti “rossi de ova fresca, (…) zucaro, canella e vino dolce”. Un’altra versione, invece, vuole sia nato a Torino nel XVI secolo, dove pare fosse noto con il nome di Sambayon. Infine, una versione più romanzata e rocambolesca tramanda che lo zabaione sia nato per mano del capitano di ventura Baglioni che, giunto alle porte della città di Reggio Emilia, fece razzia dei pochi viveri dei contadini locali: da quei pochi e semplici ingredienti nacque proprio lo zabaione.

-->

15 Commenti

  1. Ciao Sonia per la cottura a bagnomaria, siccome non ho nessuna delle ciotole adatte che hai descritto, un pentolino che per dimensione sta perfettamente dentro l’altro con l’acqua in bollore, può andare ugualmente bene?
    Grazie
    Daniela

  2. Ho provato a congelare lo zabaione ma non si solidifica sel tutto..secondo te è normale o puo subire alterazioni?

    1. Ciao Maria! Come mai hai congelato lo zabaione? Essendo a base di tuorli, che sono molto grassi, è difficile che si congeli completamente!

  3. Ciao Sonia con molya attenzione un fuoco moderato e tanta frusta riesco ad evitare il bagnomaria con ottimi risultati ?

  4. Mia madre ce lo faceva analcolico quando eravamo piccoli. Però è meglio l’originale, detto da un’astemia. Ma se usassi il vov al posto del vino liquoroso?

  5. Mia nonna aggiungeva un po di cacao o di caffè, però non lo scaldava a bagno maria, serve x pastorizzare le uova? Grazie

  6. Buona giornata, penso che questa ricetta sia sempre vincente . Talvolta si dimenticano le cose più semplici e buone, ma tu ce le fai ricordare. Grazie

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie