Gamberi imperiali

C’è chi decide di aprire un menù in grande stile per stupire sin dalle prime portate e cercare il famoso effetto sorpresa. Sono sincera, anche a me piace giocare i miei assi nella manica quando serve! Per far questo, in occasione di una cena speciale ho voluto puntare proprio su un antipasto in cui la freschezza del mare si combina a dovere con buoni sapori della terra. I gamberi imperiali, meglio noti come mazzancolle, sono un appetizer perfetto! Il tocco “magico”, che non esiterei a definire assolutamente irresistibile, viene dato dalle fettine di bacon, gustose ed estremamente saporite, che in cottura raggiungono una croccantezza davvero ineguagliabile. Credimi l’ho potuto testare su una platea molto esigente di amici, e le loro espressioni hanno restituito pienamente le mie aspettative!

Li ho assaggiati anche in altre varianti, tutte buonissime, aromatizzate con brandy e altri liquori dal sentore deciso; ma nella mia versione ho voluto esaltare la loro bontà semplicemente usando fiocchi di sale, scorza profumatissima di limone, spezie e aromi. Servirli su un letto di insalata accanto a qualche fettina di limone è uno dei tanti modi in cui puoi presentarli ai tuoi commensali: sono certa che non esiteranno a chiederti la ricetta!

Gamberi imperiali pronti e serviti per l'assaggio

TEMPO DI MARINATURA: 60 min. PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 10 min. DIFFICOLTA‘: facile COSTO: medio  

Gamberi imperiali: ingredienti per 12 gamberi

gamberi 12
pancetta affumicata a fette (o bacon) 12
limone 1
prezzemolo o timo 10 g
olio extravergine d’oliva 100 g
fiocchi di sale (o sale) q.b.
pepe nero macinato a piacere

Gamberi imperiali: procedimento

Occupati di pulire i gamberi. Lava i gamberoni sotto l’acqua fredda corrente e scolali per bene, quindi tamponali con della carta assorbente da cucina. Elimina il carapace (ovvero la corazza esterna) e le zampe lasciando però la testa e la parte finale della coda. Disponili, senza sovrapporli, in una pirofila irrorata di olio extravergine di oliva.

Gamberi imperiali

Condiscili con un ulteriore filo d’olio extravergine; aggiungi anche la scorza grattugiata di limone, il pepe macinato, il prezzemolo tritato o le foglioline di timo. Copri con pellicola trasparente e lascia marinare per almeno un’ora in frigorifero.

gamberi imperiali ricetta

Trascorso il tempo necessario, estrai un gambero alla volta; prendi una fetta di pancetta e avvolgila sulla parte del gambero senza carapace. Rivesti in questo modo tutti i gamberi e condiscili con una generosa dose di pepe nero macinato.

gamberi ricetta

Adagia i gamberi sulla gratella del forno, quindi infornali per 10 minuti a 250° con la funzione grill avendo cura di porre sotto di essi la leccarda del forno che raccoglierà i succhi dei gamberi che sgoccioleranno in cottura. Servi i gamberi imperiali immediatamente, appena sfornati; adagiali su un letto di insalatina e disponendo delle fette di limone e qualche fiocco di sale per gli ospiti.

come fare gamberi imperiali

Gamberi imperiali: note

Vuoi impreziosire ulteriormente questo piatto? Ritaglia delle striscioline di pasta sfoglia della larghezza di 2 cm e avvolgile a spirale sopra la pancetta, lasciando fuori la testa e la coda. Spennella poi la superficie con l’uovo sbattuto e cospargi con dei semi di sesamo o di papavero e cuocili a 200° per 15-20 minuti (fino a che la sfoglia non diventerà dorata).

Gamberi imperiali: conservazione

Puoi conservare i gamberi imperiali un giorno in frigorifero e scaldarli al microonde prima di gustarli. Una volta pronti per essere cotti, puoi conservarli in un contenitore con chiusura ermetica o nei sacchetti per congelatore; tienili congelati per circa un mese (puoi congelarli solo se li hai acquistati freschi; non si congelano mai prodotti già congelati all’acquisto).

9 Commenti

  1. Ciao Sonia li ho fatti per il pranzo di Natale e sono stati un successone !come sempre le tue ricette mi vengono bene al primo colpo😍Però volevo chiederti per la prox volta per non affumicare tutta la cucina come posso fare? Perchè ho seguito il tuo consiglio di mettere sotto la leccarda del forno però i succhi si sono bruciati mentre cucinavo i gamberi …un fumo pazzesco…mi chiedevo se metterci l’acqua nella leccarda potesse andare bene…grazie !

  2. Ciao Sonia sei sempre la migliore. I tuoi piatti sono geniali , e buoni . Grazie per la iuto che ci dai. Ringrazio anche per la spiegazione molto chiara , anche le foto sono fantastiche.

  3. Sono buonissimi! Li ho già fatti e sono venuti benissimo. Grazie Sonia

  4. possono essere serviti anche come secondo piatto? magari 3 o 4 a testa. come primo volevo fare le lasagne verdi finferli e sgombro ! 🙂 grazie!!

      1. 🙂 credi sia un abbinamento pesante e poco consigliato?! mi ispiravano troppo entrambe le ricette e volevo provarle per una cena in famiglia!

  5. Bellissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! non si deve togliere il budellino? Grazie

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie