Felafel

Hai presente quel sacchettino di ceci secchi che giace in dispensa già da un po’ e che non hai ancora deciso come usare? Ti propongo subito una ricetta facile e velocissima, che conquisterà tutti in casa: i felafel. Se dovessi immaginare una tavola imbandita di prelibatezze mediorientali il mio occhio cadrebbe subito su un variopinto pollo al curry, su un vellutato hummus e, indubbiamente, su queste polpettine fritte croccanti fuori e tenere dentro. 

Abbracciano in pieno la cultura mediorientale, di condivisione e amicizia, e l’ideale sarebbe infatti preparare i felafel per un’occasione conviviale: uno speziato aperitivo in compagnia, un pranzo tutti assieme, un buffet festoso e vario. Adatti a tutti, nutrienti e con le proprietà dei legumi intatte perché lasciati praticamente crudi, senza uova o latticini ad appesantire… che altro dire sui felafel?

Sono davvero strepitosi e, al pari delle classiche polpette di carne nostrane, uno tira l’altro e ogni volta ti penti di averne fatti così pochi. Si è capito ormai che amo visceralmente questa ricetta, non mi resta allora che regalartela e attendere una recensione!

PREPARAZIONE: 10 min + 12 h per i ceci COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

ingredienti per 20 felafel

ceci secchi 250 g*
brodo vegetale 50-80 g (o acqua)
bicarbonato la punta di un cucchiaino
cipolla rossa 1, circa 130 g
aglio 1 spicchio
semi di cumino 1 g
prezzemolo fresco 20 g
pepe nero macinato q.b.
sale fino q.b.

Per friggere

olio di arachidi 1 l

procedimento

L’impasto

Per fare i felafel organizzati la sera prima, mettendo in ammollo i ceci in acqua e bicarbonato**. Lasciali così in frigorifero tutta la notte, quindi almeno 12 ore e, una volta trascorso questo tempo, scolali e sciacquali anche più volte. Trasferiscili ora in un food processor o un mixer dotato di lame; monda e taglia in quattro la cipolla rossa, lava e asciuga il prezzemolo e aggiungi entrambi nel food processor.

Felafel

Trita l’aglio dopo aver rimosso l’anima, che è la parte più intensa, per unirlo al resto assieme ai semi di cumino tritati, al sale e al pepe macinato.

Felafel

Aziona il mixer e aggiungi il brodo tiepido: devi ottenere un composto morbido e molto umido***, simile ad un pesto corposo. Trasferisci ora tutto in una ciotola.

Felafel

Componi e friggi i felafel

Porta l’olio ad una temperatura massima di 175°, nel mio tutorial su come ottenere il fritto perfetto ti spiego il motivo. Una volta raggiunta la temperatura indicata, usa un porzionatore da gelato (quelli a semi sfera): immergilo nell’olio e preleva circa 30 g di impasto. Rilascia il felafel direttamente nell’olio. Se non hai lo strumento indicato puoi usare due cucchiai, immergendo entrambi nell’olio prima di formare ogni porzione.

Felafel

Continua così con tutto l’impasto: friggi pochi pezzi per volta, per circa 1 minuto fino a notarne la superficie ambrata. Mano a mano che sono pronti scola i felafel su un foglio di carta assorbente. Pronti!

Felafel

note

I felafel vanno fritti ma se vuoi, considerando però che il risultato cambierà molto per consistenza e uniformità di cottura, puoi cuocerli in forno. Scaldalo a 175-180° e cuocili per 10-12 minuti, tenendo come riferimento il colore della superficie.

* Mi raccomando, usa i ceci secchi perché quelli precotti non sono adatti: sono troppo umidi, inoltre il loro sapore è variato dal liquido in cui sono conservati.

** Come spiego anche nel mio tutorial tutto sui fagioli borlotti, lasciare in ammollo un legume assieme ad un pizzico di bicarbonato aiuta a eliminare le tossine presenti nella buccia. Sono queste, solitamente, a dare problemi di gonfiore!

*** Devi regolarti tu ad occhio sulla consistenza della crema ottenuta: se troppo liquida avrai ovvi problemi, se troppo secca i ceci non resteranno compatti. La consistenza è determinata anche dalle tempistiche di ammollo: più i ceci restano in acqua più risulteranno poi imbevuti.

conservazione

Suggerisco di consumare i felafel appena fritti ma nel caso puoi conservarli in frigorifero per 1-2 giorni. Scaldali poi a bagnomaria o al microonde ma viene da sé che non saranno buoni come appena fritti. Puoi anche congelare i felafel crudi: disponi le porzioni su un vassoio, per trasferirli in un sacchetto una volta solidi. Friggili poi direttamente congelati.

sapevi che…

In Medio Oriente i felafel sono uno street food tipico che puoi trovare facilmente nei chioschi e nelle bancerelle: immagina che profumo! Come ti ho anticipato, sono ottimi accompagnati da hummus, yogurt, verdure (naturali o sott’aceto) serviti nel tipico pane locale basso e soffice, la pita.

17 Comments

  1. Se il composto è umido si sfalda o durante la frittura. Fatti per la prima volta. Dopo l’ammollo di 12 ore li ho scolati e asciugati. Poi 5 minuti nel forno a 100 gradi per 5 minuti. Sono stati perfetti

  2. Carissima Sonia,
    questi felafel sono davvero eccezionali! L’unico problema è che alcuni si sono disintegrati in cottura. Cosa posso aver sbagliato e cosa potrei fare per rimediare? Ti ringrazio molto.

    1. Ciao Letizia! Dipende molto dallo sbalzo di temperatura dell’olio 🙂

      1. Bisogna mettere qualcosa che leghi sennò si disintegrano, o farina di ceci o uovo

  3. Awesome European modified recipe for Falafel…we make falafel at home taking into consideration the following: we mix chickpeas..with board beans”FAVE” so as to have more nutrition..fluffy structure..however we do not use canned ingredients ,instead we buy dry products and cook at home…instead of parsley we add coriander seeds as well as coriander fresh green.. we recommend to prepare special sauce made of Tahini..yogurt.garlic..and lemon juice..WE call this sauce TARATOUR” …if we make falafel sandwich with flat bread we add parsley ..tomatoes slices the sauce and

      1. thank you..i missed to mention that after me make the Balls and before we fry them we add on one side of the ball sesame seeds to give nutrition and nice garnish ..Mille grazie e Buona nuova settimana

    1. This is not a “European” recipe, there are many different recipes about felafel, you can use chickpeas, board beans, beans or mix them together though the old original recipe used only board beans. Coriander is too strong and most people prefer parsley considering it is also easy to find in Europe.

      1. THANK YOU FOR YOUR COMMENT…THE OPTION BETWEEN CORIANDER AND PARSLEY IS A MATTER OF TASTE..I WAS SPEAKING ABOUT OLD CLASSIC RECIPE…WE ALSO ADD AFTER FRYING “SUMAC’ THANK YOU AGAIN

  4. Ciao Sonia, posso preparare l’impasto il giorno prima, tenerlo in frigorifero e cuocerlo dopo 24 ore?
    Grazie Agnese

    1. Ciao Agnese! Se devi aspettare più di 24h allora ti consiglio di congelare i felafel da crudi come indico nel box della conservazione 🙂

  5. I più buoni felafel mai mangiati! Complimenti Sonia, non sbagli un colpo…
    Buon carnevale (sono indecisa se fare i bomboloni o le chiacchiere, ovviamente con le tue ricette)!

Comments are closed.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie