Ghiaccia reale

Ghiaccia reale

  • Preparazione: 0h 10m
  • Difficoltà: molto facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 10 porzioni
  • Metodo cottura: Senza cottura
  • Cucina: Inglese

Datemi una cucina, una sac à poche e mi farete contenta! Quando decido di preparare torte, cupcake e biscotti il mio pensiero fisso è sempre lei: la decorazione finale. Ecco, vi ho rivelato la mia piccola debolezza! Io immagino i miei dolci come una tela che posso personalizzare di volta in volta in base all’occasione, cercando sempre qualcosa di nuovo e originale.

Nella mia top ten svettano la ganache, la salsa al cioccolato, le glasse (sia all’acqua che al cioccolato) e la ghiaccia reale, perfette per realizzare scritte, disegni e trame. In questa ricetta ti insegno a preparare la ghiaccia reale, e per farla, credimi, basta davvero poco.

Puoi decidere di usarla al naturale, così da esaltare il suo caratteristico bianco candido, oppure aggiungere coloranti per ottenere i più diversi toni e cromie; in questo caso, io preferisco i coloranti in pasta, in gel e in polvere –preferibilmente idrosolubili- perché donano un colore più spiccato e acceso. Il resto sta a te… la creatività e la fantasia sono gli ingredienti che non devono assolutamente mancare!

 

Ingredienti

  • Albume30 g
  • Zucchero a velo150 g
  • Succo di limonequalche goccia q.b.
  • Colorantealimentari in gel q.b.

Allergeni

Uova

Procedimento

Per la ghiaccia

In una ciotola sbatti l'albume; quando inizia a montarsi aggiungi poco zucchero a velo alla volta, ben setacciato. Unisci a questo punto anche il succo di limone, sempre sbattendo fino ad ottenere una consistenza molto corposa e solida: capisci che è pronto quando il composto resterà ben saldo sulle fruste, mantenendo la forma. Trasferisci la ghiaccia reale in una sac à poche, distribuendola bene (puoi aiutarti con una spatola).

Per le glasse colorate

Se usi la ghiaccia reale per decorare dei biscotti di Natale e vuoi colorarla con i tre colori tipici di questo periodo (rosso, verde e bianco)*, dividi la ghiaccia in tre ciotoline e aggiungi rispettivamente del colorante rosso e verde scuro lasciandone una neutra, cioè bianca. Fai attenzione a non formare grumi, poiché durante la decorazione, potrebbero ostruire la bocchetta della sac à poche. Metti i colori in tre sac à poche distinte con bocchetta liscia di 1 mm di diametro, per delle decorazioni belle ed eleganti.

Note & consigli

* Io di norma utilizzo il colorante alimentare in gel, perché risulta corposo e particolarmente intenso rispetto a quelli liquidi che si trovano in commercio. Acquisto il colorante online oppure nei negozi specializzati in cake design, ma, se non lo trovi o hai quello liquido, puoi usarlo tranquillamente, solo aggiungine rispetto alla dose indicata per aumentare eventualmente l’intensità. Se trovi il colorante il polvere, puoi scioglierlo nell'albume non montato. Se vuoi saperne di più, consulta il mio tutorial sui coloranti per alimenti!

Varianti della ricetta

Differenza tra ghiaccia e glassa: qual è?

La ghiaccia reale è particolarmente indicata per realizzare scritte, disegni e soggetti che rimangono in rilievo sulle tue torte e i tuoi biscotti, dato che si asciuga completamente.

La glassa all'acqua, invece, ha una consistenza diversa: è molto più fluida e quindi è perfetta per coprire biscotti, torte e piccola pasticceria. Puoi regolarti con la densità (e di conseguenza con la sua trasparenza) bilanciando la quantità di acqua.

Conservazione

Puoi conservare la ghiaccia reale nella sac à poche in frigorifero per usarla entro il giorno dopo; considera però che otterrai un tratto leggermente meno definito.

Curiosità

Ma perché si chiama ghiaccia reale? Tra '700 e '800 i pasticceri inglesi provarono ad aggiungere acqua di rose sulle torte appena sfornate destinate ad essere rimesse in forno ad asciugare. Notarono che sulla superficie si formava un piacevole effetto brinato molto simile a frammenti di ghiaccio. Per rendere l'effetto ancora più realistico vennero aggiunti anche lo zucchero e l'albume, al posto dell'acqua di rose: nacque così la "Sugar ice". Alle nozze della Regina Vittoria fece la sua comparsa la prima torta con questa particolare copertura, che, da quel momento, prese il nome di “Royal Icing": era il 1840.

4.6/5
vota