Come usare i coloranti alimentari

Per esperienza so bene che il colorante in pasticceria è spesso un’arma a doppio taglio. E’ sicuramente capace di trasformare un dolce in opera d’arte così come, se usato scorrettamente, può rovinare irrimediabilmente ciò che stai preparando. Ecco i miei consigli su come usare i coloranti alimentari!

Come usare i coloranti alimentari, per ottenere tutte le sfumature che desideri

Come usare i coloranti alimentari: tipologie di colorante

Ormai trovi i coloranti alimentari persino nei supermercati più forniti. Io ho la fortuna di avere praticamente sotto casa un negozio di cake design ma in genere acquisto comodamente – e spesso a risparmio – online. I coloranti alimentari più usati sono liquidi o in gel, ma è bene conoscere anche le altre tipologie.

Liquidi

Sono i coloranti acquosi usati per decorazioni su pasta da zucchero e per glasse all’acqua. Anche se non sono particolarmente concentrati ne bastano poche gocce per un risultato soddisfacente.

Gel

Sono i miei preferiti, soprattutto per la pigmentazione molto intensa. Anche questi sono perfetti, se in piccole dosi, per glasse o ghiaccia reale ma li uso anche per gli impasti. la torta più amata in cui usarli? La red velvet! L’unico problema, se così si può chiamare, è trovare la giusta dose da aggiungere. Varia a seconda del colore dell’impasto, ad esempio se le uova sono particolarmente gialle, oppure ai gusti personali. Per molti, prendendo ad esempio la red velvet, il rosso non è mai troppo rosso. Hai già provato i miei red velvet brownies cheesecake?

In polvere

I coloranti in polvere solitamente sono meno intensi e possono essere usati puri o diluiti in acqua o albume. Solitamente si scelgono per un uso puro, da usare su decorazioni in pasta di zucchero.

Pennarelli

Non ne faccio grande uso perché preferisco creare dettagli con un conetto di carta forno e del cioccolato fuso. In alternativa o per necessità, però, questi pennarelli sono perfetti: usali sulla pasta di zucchero ben asciutta – mi raccomando – al pari di un normale pennarello.

Come usare i coloranti alimentari: coloranti naturali

Molti preferiscono usare i numerosi coloranti alimentari che possiamo trovare in natura o quasi. E’ sicuramente l’ideale quando possibile, tuttavia è necessario calibrare il loro utilizzo a seconda della ricetta che si sta preparando. Inoltre, l’intensità non è comparabile ai coloranti liquidi o in gel.

Frutta

La frutta è spessissimo usata al posto dei coloranti alimentari. Basta lavarla bene e frullarla, quindi setacciarli, esattamente come fare una coulis a freddo. Come anticipato, però, la purea ottenuta non deve essere in quantità tali da rovinare la ricetta; o al contrario, non può essere aggiunta in quantità troppo piccole da non notare la sua sfumatura. Per il rosso usa fragole, lamponi, mirtilli rossi; ottieni il blu con i mirtilli e il viola con le more.

Verdura

Anche le verdure, ovviamente per preparazioni salate, può svolgere un ruolo affine! Barbabietola e cavolo rosso per il rosso; arancione con la carota e la zucca, verde con le zucchine e gli spinaci.

Cacao e spezie

Il re dei coloranti alimentari è il cacao amaro in polvere. Hai già provato la mia glassa all’acqua al cacao? Ottieni la stessa bellissima sfumatura marrone con il caffè in polvere!

Da non sottovalutare però nemmeno le spezie. La cannella per il marrone, la curcuma o il curry per una sfumatura giallo-arancio e in preparazioni salate; semi di papavero per il nero; tè matcha giapponese per un bel verde.

Come usare i coloranti alimentari: procedimento

Parola d’ordine: parsimonia

Procedi una goccia alla volta, è la regola fondamentale. Una volta superata la quantità giusta sarà praticamente impossibile tornare indietro! Inoltre, come consiglio personale, ti esorto a prediligere in generale sfumature pastello e non sature/cariche, per un effetto estetico più delicato.

Una volta fatta, ad esempio, la ghiaccia reale, ponila in una ciotolina. Spremi al suo interno una coccia di colorante e, con l’aiuto di una palettina o di un cucchiaino, mescola vigorosamente. Alla fine la sfumatura dovrà risultare molto omogenea. Ecco fatto!

Come usare i coloranti alimentari

Ora che sai come usare i coloranti alimentari non ti resta che sbizzarrirti con tutti i colori dell’arcobaleno!

20 Commenti

  1. Ciao Sonia, io dovrei prepare una Molly cake rossa quanto Colorante in gel utilizzare o sarebbe meglio quello in polvere? Grazie mille

    1. Ciao Natalia, si il colorante in gel che quello in polvere sono entrambe buoni. Forse quello in gel ha una resa maggiore.
      Rispetto alla quantità da usare, ti consiglio di dosarlo un pò alla volta fino a quando troverai la tonalità che più ti piace.
      Buona cucina

  2. ciao luara! nel tuo caso si usano coloranti liposolubili se no si rovina il cioccolato! ciaoooo

  3. Ciao Sonia, vorrei colorare la gelatina (quella che si usa per le crostate), quale colorante mi consigli? Posso chiederti anche la quantità e proporzioni e procedimento? 🙂 Grazieee ciao Sonia PS Blog splendido, la tua competenza è pazzesca, complimenti!

  4. Buongiorno, io dovrei colorare il cioccolato bianco, ma ho provato con dei colori liquidi e non ho avuto un buon risultato, in quanto la cioccolata si è rovinata, mi domandavo se l’errore fosse l’utilizzo dei coloranti liquidi, e quindi fosse meglio utilizzare i coloranti in polvere….AIUTO
    grazie

    1. Ciao Laura <3 io consiglio sempre i coloranti in polvere oppure in gel <3 hanno una pigmentazione più forte.

      un abbraccio

      Sonia

  5. Ciao, sono silvia
    Io creo torte in pasta di zucchero, ma vorrei creare degli effetti pitturando la pasta di zucchero, ma diluendo i coloranti in pasta cn dell alcool alimentare, passandolo sulla pasta di zucchero poi svanisce. A volte prendo un pennarello alimentare ma non riesce a scrivere sulla pasta di zucchero, ho comprato i coloranti edibili in polvere per sfumare ma non riesco proprio, riesco meglio appunto con la ghiaccia reale a creare qualcosa jn piu, ma in giro su internet vedo effetti molto piu raffinati dipingendo solo con colorante e alcool, ma io non riesco. Devo utilizzare un altro tipo di colorante?
    Avolte vorrei solo scrivere come un nome, un pensiero ma non riesco. Mi tocca sempre creare delle targhette in lasta di zucchero, creare un pò di ghiaccia reale e scrivere così.

  6. Vorrei sapere come devo usare il colorante in gel per fare dei disegni sopra il guscio dei macarons già cotti. Grazie

    1. Ciao Natalia! I coloranti in gel non sono adatti all’uso che devi farne tu. Ti servono dei coloranti alimentari appositamente fatti per decorazioni e cake design 🙂

  7. Come si colora il pan di Spagna sbriciolato? Vorrei usarlo per una copertura di una torta al posto della granella di zucchero colorata, per un impatto più morbido al palato.Grazie Tiziana

    1. Ciao Tiziana! Non è possibile, nè consigliato, colorare un impasto una votla che è cotto 🙂

    2. IO HO COLORATO IL PAN DI SPAGNA SBRICIOLATO CON IL COLORANTE IN POLVERE MESSO NEL MIX A VELOCITA’ MOLTO BASSA.

  8. Salve in base alle nuove normative europee quale dei seguenti coloranti può essere utilizzato sulla preparazione di piatti cotti a base di pesce, esempio merluzzo , razza, seppie e altri ?
    Colorante E 102 oppure il colorante E 160 A beta carotene,
    Nell’attesa ringrazio anticipatamente
    Andrea

    1. Ciao Simone! In che senso? Vorresti colorare il liquido della macerazione?

  9. Aiuto. Devo schiarire della pasta di mandorla colorata di verde per la cassata è verde scurissimo..come posso schiarire

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie