Patate hash brown

Con le patate puoi fare centinaia di piatti, e tutti saranno di una bontà incredibile! Parliamo ad esempio della focaccia di patate in padella, delle tortilla de patatas, delle patatas bravas, quelle hasselback… e chi più ne ha, più ne metta! Oggi ti parlo di una ricetta inusuale, che ho studiato molto a lungo perché facile solo in apparenza: le patate hash brown.

Sono simili al rosti altoatesino, ma più speziate e le accortezze per farle perfette sono moltissime. Prima fra tutte, asciugare bene le patate grattugiate, e seconda unire la giusta quantità di fecola di patate per fare in modo che poi il composto rimanga compatto anche durante la frittura. Una bontà, sia gustate da sole come antipasto o aperitivo, che messe in un cheeseburger o veggie burger per renderli ancora più irresistibili!

Patate hash brown

PREPARAZIONE: 15 min. COTTURA: 6 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Patate hash brown: ingredienti per 8 porzioni

patate gialle o rosse 500 g*
fecola di patate 50 g
paprika dolce (o affumicata) 1 cucchiaino
aglio in polvere disidratato 1 cucchiaino
pepe nero macinato fresco la punta di un cucchiaino

Per friggere

olio extravergine di oliva q.b

Patate hash brown: procedimento

Per fare le patate hash brown lava per bene sotto l’acqua fresca corrente le patate senza togliere la buccia. Asciugale con un canovaccio pulito, quindi poni dei fogli di carta da cucina sul tagliere o sul piano di lavoro. Ora grattugia le patate sui fogli, aiutandoti con una grattugia a campana utilizzando i fori larghi a julienne come quella che vedi nelle fotografie.

patate hash brown

Una volta terminato, appiattisci delicatamente le patate e tamponale accuratamente con un foglio di carta da cucina per togliere l’acqua in eccesso. A questo punto, trasferisci le patate in una ciotola capiente e aggiungi il resto degli ingredienti: la fecola, la paprika dolce, la polvere di aglio e il pepe nero.

Mescola con le mani per insaporire gli ingredienti, comprimendo poi il tutto leggermente così da ottenere un composto omogeneo. Metti sul fuoco a scaldare una pentola, coprendo abbondantemente il fondo con l’olio (circa 2-3 mm)**.

Dividi l’impasto in 8 porzioni di 60 g ciascuna circa e friggi a fuoco piuttosto vivace 4 mucchietti alla volta, 3-4 minuti per lato; schiacciali leggermente da entrambe le parti con una spatola per ottenere dei dischi di circa 8 -10 cm e friggi fino a quando diventeranno di un bel color nocciola. Quando saranno pronti, scolale su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Le patate hash brown sono pronte!

Patate hash brown: note

* Per questa ricetta non ti consiglio di utilizzare delle patate novelle.

** Vuoi ottenere una frittura perfetta? Ecco per te il mio tutorial con tutti i miei segreti. Mi raccomando: in questa ricetta non aggiungere troppo olio, perché la cottura non deve essere a immersione.

Ti consiglio di aggiungere il sale solo all’ultimo: questo tende ad estrarre l’acqua delle patate, rendendole così molli.

Sapevi che un tempo, per cuocere queste patate, si utilizzava sia l’olio di oliva che il burro chiarificato?

Patate hash brown: conservazione

Ti consiglio di consumare al momento le patate hash brown in modo da preservare la loro caratteristica consistenza. Sconsiglio al congelazione.

4 Commenti

    1. Ciao Valentina, segui lo stesso procedimento e le inforni. Finche non le vedi dorate e croccanti. sicuramente sarà
      leggermente diverso il risultato.Buona cucina

    1. Ciao Giuseppe, assolutamente si.Conservalo in frigorifero.
      Buona giornata

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie