Colori e sapori della Sicilia in 24 ore

Ricordo molte vacanze trascorse in Sicilia con la mia famiglia e tantissime le volte che ci sono tornata per puro piacere. Si nota anche dalle numerose ricette che mi ha ispirato, come quella delle panelle, perché i percorsi di gusto che mi ha sempre offerto mi hanno permesso di provare piatti e sapori spesso inediti.

I paesaggi mozzafiato e l’atmosfera calda restano impressi nella memoria, ma ogni volta che ci torno è come se fosse la prima.

Qualche settimana fa, ho avuto la possibilità di trascorrere un weekend con Francesco. Pochi giorni… tante tappe, tra cui RagusaModica e Scicli. Ma alla fine sono sopravvissuta 🙂

Ragusa è una perfetta prima tappa e con questa primavera altalenante, siamo stati fortunati perché ci ha accolti con il sole. Passeggiando per la città, ho amato il colore predominante della pietra di tufo che esalta i decori che ornano le piazze, le chiese e i palazzi. Inoltre, mi è stato svelato che molti dei luoghi della città – come la terrazza in foto – sono frequentemente utilizzati come set di Montalbano.

Non abbiamo perso occasione di provare alcuni degli antipasti tipici siciliani in alcune trattorie e come sempre mi hanno lasciata senza parole, per il mix di gusti e la qualità dei prodotti. A Modica, la nostra seconda tappa e città barocca per eccellenza, abbiamo provato la pasta ccà bruaru e paddunedda, una “cassatina moderna” e il gelo alle mandorle oltre ai tipici cannoli, a cui non rinuncio mai quando sono nella loro terra natia.

Durante la terza tappa a Scicli abbiamo invece visitato la Fornace Penna (poco fuori), un monumento industriale dove venivano prodotti laterzi e abbiamo fatto anche una breve sosta a Donnalucata, piccolo porto molto carino dove sono stata rapita dall’acqua cristallina e dallo splendido contrasto con la sabbia molto fine e dorata. Credo di aver scattato più di 50 foto e di aver sfidato anche la pazienza di Francesco!

Ci siamo spostati poi verso la punta est: a Portopalo di Capo Passero e a Marzamemi. Il primo ha dei punti dove si gode di un panorama stupendo e il secondo invece, è un piccolo villaggio di pescatori dove mi sono rilassata vista mare dopo tutto il trambusto dei vari spostamenti e dove ho gustato finalmente un piatto con pistacchi freschi, gamberi e pomodorini.

Queste, le ultime due tappe. Abbiamo poi fatto ritorno a Ragusa per prendere il nostro aereo di rientro a Milano. Un tour breve, ma intenso, come già accennavo all’inizio, ma credo che spesso staccare un po’, soprattutto quando si vive nel caos continuo di auto e caos cittadino, faccia bene alla mente e soprattutto sia un’occasione unica per vedere e vivere luoghi mai visti. E ora raccontatemi voi se avete fatto ultimamente qualche viaggio, in Sicilia, magari una meta da consigliarmi o la vostra meta dei sogni.

Alla prossima!

Sonia

4.5/5
vota

6 Commenti

  1. CARISSIMA SONIA, LO SCORSO ANNO SONO STATA UNA SETTIMANA A GIUGNO AD AVOLA. HO VISITATO SIRACUSA ORTIGIA, NOTO, MARZAMEMI, CAPO PASSERO E LA STUPENDA ISOLA DELLE CORRENTI. IN SETTEMBRE SONO RITORNATA IN SICILIA ED HO VISITATO TUTTE LE LOCALITA’ DESCRITTE DA ELISA E INOLTRE AGRIGENTO. MAZARA DEL VALLO E LA SALINE DI MOZIA. QUEST’ANNO SONO STATA 4 GIORNI NELLA CAOTICA E BELLISSIMA PALERMO. LA SICILIA E’ UN LUOGO FANTASTICO IN CUI TROVI CULTURA, BELLEZZE, GASTRONOMIA E LA SIMPATIA DEI SICILIANI. SICURAMENTE DA RITORNARCI.

  2. Ciao Sonia, io sono qui a Donnalucata proprio adesso…. e si.. ci sono ritornata a distanza di un anno.
    Mi sono innamorata di questo angolo di Sicilia, poco conosciuto e ancora per così dire “selvaggio” dove il mare è ancora il protagonista assoluto e le città sono piccole bomboniere all’apparenza fragili ma altrettanto stupefacenti.
    Sicuramente altre 3 tappe alle quali dovrai sicuramente far visita sono Noto, Ortigia e la Scala dei Turchi, un po’ fuori dal circuito ma bellissima.
    Ciao

  3. Grazie di aver speso parole così belle per la mia terra, e grazie per la passione che metti nel tuo lavoro!

  4. Ciao sono Elisa e credo che tu abbia visitato una delle zone più belle della mia terra. Io sono palermitana, ma quando sono stata a Ragusa, Modica, Scicli me ne sono letteralmente innamorata e ci torno almeno una volta l’anno. Altre zone bellissime sono ovviamente Palermo, ma li è la patria della confusione, ma del buon cibo sicuramente, sia salato sia dolce. Il trapanese è molto bello e anche li si mangia benissimo. Ti consiglio, oltre che le isole di salire ad Erice. San Vito Lo Capo con la sua riserva è bellissima e ti consiglio di mangiare, oltre che il cous cous anche il caldo freddo. Dolce buono ma che riempie. Le saline di Marsala e Mazara del Vallo sono altre due splendide tappe.

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie