Crème caramel

A volte basta poco per ottenere un risultato straordinario: la mia ricetta per il Crème caramel è semplice ma d’effetto e ti farà venire l’acquolina in bocca. Proprio come la panna cotta e il budino al cioccolato, il crème caramel è un dolce al cucchiaio classico tra i più celebri, e per qualsiasi occasione sceglierai di prepararlo non smentirà la sua fama: una vera garanzia! Se invece vuoi cimentarti in qualcosa dal gusto più particolare, puoi provare altri miei dessert come il cremoso al pistacchio oppure i bicchierini di riso e latte

Ti dirò di più: il bello del crème caramel inizierà anche prima di averlo assaggiato se sceglierai di servirlo in pirottini particolari, magari abbinati fra loro, dai toni pastello o dai colori forti e contrastanti. Insomma, preparati ad appagare sia la vista che il gusto: non ti resta che metterti all’opera!

Creme caramel

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 60 min. RAFFREDDAMENTO: 2h DIFFICOLTÀ: media COSTO: economico

Crème caramel: ingredienti per 6 pirottini di 7 cm di diametro e 5 cm di altezza

latte fresco intero 265 g
panna fresca liquida 265 g
bacca di vaniglia 1 (o 1 cucchiaino di estratto)
zucchero semolato 95 g
uova medie 2 (100 g)
tuorli 3 (60 g)

Per il caramello

zucchero semolato 200 g
acqua 80 g

Crème caramel: procedimento

In una ciotola capiente unisci tuorli alle uova intere, zucchero semolato e vaniglia (semini interni o estratto).

Nel frattempo, in un pentolino, scalda il latte e la panna spegnendo il fuoco prima che raggiunga il bollore e poi versalo sul composto di uova. Mescola bene fino a sciogliere lo zucchero.

Il caramello

In un pentolino di acciaio versa lo zucchero e l’acqua; mescola con un cucchiaio di acciaio fino allo scioglimento dello zucchero e poi lascia bollire a fuco medio senza mescolare più; puoi roteare il pentolino e muovere lo sciroppo ogni tanto, fino a che il caramello diventerà della gradazione di un bel biondo scuro. Versa il caramello sul fondo di ogni stampino dividendolo equamente, e lascialo indurire, poi adagia gli stampini in una teglia o in una pirofila

La cottura in forno a bagnomaria

Riempi ogni stampino con il composto base del crème caramel, poi facendo molta attenzione, versa dell’acqua bollente a lato della pirofila: l’acqua deve raggiungere i 2/3 dell’altezza degli stampini.  Inforna  in forno statico preriscaldato a 140° per circa 60 minuti. Il crème caramel è pronto: lascialo raffreddare a temperatura ambiente e poi mettilo in frigorifero per almeno due ore.

Crème caramel: note

  • La ceramica conduce il calore diversamente rispetto ad altri materiali, ad esempio l’alluminio
  • Le dimensioni dello stampo influiscono enormemente sulle tempistiche di cottura: se ne usi uno più grande, il rischio che non si cuocia nel tempo indicato è altissimo
  • La temperatura di forno indicata e la tempistica suggerita sono affidabili, ma l’ideale sarebbe munirsi di un termometro a sonda per tenere sotto controllo la temperatura al cuore della crema: se supera gli 80°, l’uovo si coagula e il risultato sarebbe una consistenza ricottosa e un marcato sapore di tuorli. QUINDI, REGOLATI IN BASE ALLA TEMPERATURA INTERNA, USANDO IL TERMOMETRO.

Se il caramello dovesse solidificarsi, sbriciolalo e mettine circa 15 g in ogni stampino. Poni gli stampini in forno in modo che il caramello si sciolga nuovamente. Solo a questo punto e velocemente, versa il composto base nello stampino e procedi come da ricetta.

Crème caramel: conservazione

Una volta pronto, conserva il crème caramel negli stampini in frigorifero, ben coperti con pellicola trasparente.

7 Commenti

  1. Nella ricetta oltre a 3 tuorli sono nominate 2 uova. Ma non vengono usate. Si tratta di un ettore?

  2. Perdonami Sonia, ho capito bene?… occorrono 5 uova in tutto? Vorrei provare a farlo perché è il dolce che preferisco in assoluto ma ho paura di aver interpretato male la ricetta.
    Grazie

    1. Ciao Lory occorrono, 3 tuorli e 2 uova intere.
      Buona giornata

  3. Ciao Sonia, ho provato il tuo creme caramel. Beh, che dire, mio marito mi ha chiesto di sposarlo una seconda volta 😀 Grazie!

  4. Buongiorno, l’acqua per la cottura deve essere già bollente oppure fredda?
    grazie
    Paola

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie