Minestra di orzo perlato

Vellutate, zuppe e minestre per me sono sempre una certezza: laddove posso creare abbinamenti e accostamenti sempre nuovi io sono sempre presente! Quando ero bambina, io e mio fratello giocavamo ad indovinare i piatti che preparava nonna in una vera e popria sfida all’ultimo ingrediente: bastava sentire il buon profumino che proveniva dalla sua cucina e in un attimo ci immaginavamo dolci e salati di ogni sorta, spaziando dal ragù a torte soffici e golose! Ecco, oggi voglio coinvolgerti in questo gioco e portarti alla scoperta di un piatto della tradizione davvero speciale che faceva parte del repertorio di nonna Ottilia, la minestra di orzo perlato: in breve, cereali, verdure e saporita pancetta affumicata che insieme sono una vera meraviglia!

Credimi, questa minestra sarà capace di rinfrancarti nelle fredde giornate invernali e scaldarti solo come i piatti del cuore sanno fare. Fossi in te, io mi terrei bene a mente la ricetta, mi armerei di cucchiaio e andrei dritto dritto in cucina! Io ti lascio la mia ricetta proprio qui!

Minestra di orzo perlato apena preparata pronta all'assaggio

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 60 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: economico

Minestrone d’orzo perlato: ingredienti per 4 persone

orzo perlato 180 g
patate 250 g
carote 120 g
finocchi 120 g
cipolle 120 g
pancetta affumicata 150 g
alloro 2 foglie
timo 4 rametti
erba cipollina 20 fili
olio extravergine di oliva 4 cucchiai
brodo vegetale 1 l
sale q.b
pepe nere macinato a piacere

Minestra di orzo perlato: procedimento

Per la minestra di orzo perlato per prima cosa lava e sbuccia le patate, la cipolla e le carote; monda i finocchi.

Minestra di orzo perlato

Taglia tutti gli ortaggi a cubetti* e poi elimina la cotenna della pancetta (tienila da parte perché ti servirà successivamente).

Minestra di orzo perlato

Riduci la pancetta a listarelle e poi a cubetti e falla rosolare a fuoco dolce in un tegame capiente per 10 minuti assieme all’olio extravergine di oliva, l’alloro, il timo e la cotenna che hai messo da parte in precedenza.

Minestra di orzo perlato

Unisci i cubetti di cipolla, carote, patate, finocchi e sedano e fai rosolare il tutto per altri 10 minuti, mescolando. Sciacqua l’orzo perlato sotto l’acqua fredda e aggiungilo in pentola, mescolando per altri 5 minuti.

Minestra di orzo perlato

Aggiungi il brodo vegetale**, regola di sale e copri con il coperchio: lascia cuocere per 30/35 minuti a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto.

Minestra di orzo perlato

Poco prima della fine della cottura, aggiusta di pepe, taglia l’erba cipollina e uniscila in pentola, tenendone da parte qualche filo per la decorazione finale. Quando l’orzo sarà pronto, spegni il fuoco e servi la tua minestra di orzo perlato immediatamente decorando i tuoi piatti con i fili di erba cipollina e un filo di olio di oliva.

Minestra di orzo perlato

Minestra di orzo perlato: note

*Con gli scarti delle verdure tagliate puoi realizzare il brodo vegetale.

** Se preferisci un sapore più deciso e robusto, ti consiglio di utilizzare un brodo di carne al posto di quello vegetale.

Questa minestra per me è un vero piatto rinfrancante: un pieno di cereali e verdure! Provala anche con lo speck al posto della pancetta affumicata, oppure scegliendo gli ortaggi che preferisci!

Minestra di orzo perlato: conservazione

Puoi conservare la tua minestra di orzo perlato per 2-3 giorni in frigorifero chiusa in un contenitore ermetico. Ti sconsiglio la congelazione.

4.7/5
vota

4 Commenti

  1. Io,romana, sono una cultrice della cucina altoatesina “canonica” . Nella minestra d’orzo non ho mai trovato finocchio ne’,a San Candido, mi e’ stato insegnato a farla con il finocchio. Durante la cottura si aggiunge anche la carne affumicata che poi viene tagliata a dadini prima di servire.

  2. Ma ragazzi, usate un po’ la vostra fantasia ! Il sedano se lo sarà dimenticata nelle foto e il finocchio evidentemente è da tagliare come le altre verdure !! Io per esempio il sedano non lo metto e a volte se non ho il finocchio metto un altra verdura ma il risultato è sempre buono.

  3. Cara Sonia, dopo aver preparato e pulito tutto gli ingredienti per la ricetta, durante la preparazione mi sono accorto che:
    1) non venga spiegato come si debba utilizzare i finocchi
    2) nella lista degli ingredienti non compare il sedano, ma successivamente ne viene indicato l’utilizzo
    3) anche nelle immagini è possibile vedere come il finocchio venga lavato e il sedano tritato, per cui non si sa quale verdura debba essere usata.
    Saluti
    Giovanni

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie