Una ricetta che vede protagonista il salmone, il quale grazie alla marinatura e alla gratinatura croccante diventa un trionfo di gusto

Salmone al forno

  • Preparazione: 0h 15m
  • Cottura: 0h 7m
  • Riposo: 0h 15m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Metodo cottura: Forno
  • Cucina: Italiana

Un secondo piatto di pesce semplicissimo da preparare, che prevede una marinatura agli agrumi e una panatura aromatizzata che, in cottura nel forno si trasforma in una deliziosa gratinatura croccante. Per rendere la ricetta completa ti basterà accompagnarla con un fresco contorno o con un’insalata ma, se vuoi dare un tocco di golosità in più, non rinunciare al classico abbinamento con la maionese

Ingredienti per 4 persone

  • Tranci di salmone 660 g4

PER LA MARINATURA

  • Olio extravergine d’oliva 80 g
  • Pepe bianco q.b.
  • Scorza di mezzo limone grattugiata
  • Scorza di mezza arancia grattugiata

PER LA PANATURA

  • Mollica di pane fresco 40 g
  • d’aglio mezzo spicchio
  • Timo 5 g
  • Prezzemolo 5 g
  • Rosmarino 5 g
  • Erba cipollina 5 g
  • Sale q.b.

Allergeni

Pesce Cereali e derivati

Procedimento

Prendi i tuoi tranci di salmone, elimina la lisca centrale, poi ripiega i lembi verso l’interno e legali facendo passare dello spago da cucina attorno alla pelle in modo da chiuderli e ottenere la forma di 4 medaglioni.

come pulire il salmone

Quindi mettili in un contenitore basso e largo, condiscili con olio, pepe bianco e la scorza grattugiata degli agrumi. Copri con pellicola e lascia marinare per 15 minuti.

Dopo 15 minuti, adagia i medaglioni su una placca foderata di carta forno e salalo leggermente in superficie. Quindi realizza una panatura tritando finemente la mollica di pane in un cutter insieme all’aglio e alle erbe aromatiche e usala per coprire i tuoi medaglioni di salmone.

salmone marinato e pronto per la cottura

COTTURA

Informa nella parte alta del in forno preriscaldato a 240° in modalità grill e lascia cuocere per 7 minuti.

Sforna i tuoi medaglioni di salmone, rimuovi lo spago da cucina e servili ben caldi.

Note & consigli

*Ovviamente puoi personalizzare la panatura come preferisci, aggiungendo erbe aromatiche a piacere, spezie e frutta secca.

Varianti della ricetta

Con lo stesso procedimento puoi preparare anche altri tranci di pesce come rana pescatrice, branzino, tonnetto… Fai però attenzione ad adeguare i tempi di cottura.

Conservazione

Ti consiglio di consumare il tuo salmone ben caldo, dopo averlo sfornato. In questo modo eviterai che la carne si asciughi troppo venendo sottoposta a successivi riscaldamenti. Nel caso dovesse avanzarti puoi comunque conservarlo per un giorno in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico e rigenerarlo a microonde.

Curiosità

A dispetto delle apparenze, il salmone è in realtà un pesce bianco. Il colore rosato delle carni è dovuto ad un pigmento chiamato astaxantina (un carotenoide, simile al carotene), che questo pesce di acqua dolce assorbe dai gamberetti di cui si nutre, accumulandolo nell’organismo. Lo stesso accade anche ai fenicotteri rossi. Anche gli essere umani possono immagazzinare questa sostanza nel grasso corporeo nei tessuti adiposi, ma non in quantità tale da diventare rossi.

4.8/5
vota